- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

  Direttore: Gianfranco Colasante   

Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)





Duribanchi / Il lato oscuro del surrealismo

Martedì 7 Maggio 2024

 
statua

Sempre più spesso, dalle nostre parti, il surreale sbeffeggia il reale. Capita in ogni dove, dalle università alla comunicazione. E con una protervia che meriterebbe qualche riflessione. Se non avesse anche risvolti tragicamente comici.

Andrea Bosco

Cose surreali. Per dirla con Andrè Breton che firmò il “Manifesto del surrealismo”, “un pensiero, in assenza di ogni controllo esercitato dalla ragione, al di fuori d’ogni preoccupazione estetica e morale”. Con queste basi Magritte, Dalì, (lo stesso Picasso), hanno regalato al mondo incomparabili capolavori. Ma questa è la parte “nobile“ del surrealismo. Quella maleodorante va in scena ogni giorno: su qualsiasi palcoscenico.

Read more...

 

Fatti&Misfatti / Spazio alla ginnastica dei sentimenti

Lunedì 6 Maggio 2024

Europei di Ginnastica Artistica, doppietta Italia: Esposito oro e D’Amato argento 

Per dimenticare le curve vuote di stadi dove il calcio si barrica vedendo (o facendo finta di vedere) politici e invasati, l’ambrosia giusta per non deprimersi vedendo la fine televisiva di trasmissioni che ci rendevano felici.


Oscar Eleni

Ispirato da Lorenz, felice di stare nella giungla indonesiana per poter intervistare Rakus, l’orango ferito che per cinque giorni si è curato da solo con le erbe e non vuole farci sapere se ce ne sono di utili se, ad esempio, diventi pazzo con il fuoco di un santo. Con lui, però, si sta bene e si può capire meglio l’armonia del mondo che sembra sorridere anche se c’è chi gioca con le bombe e parla di guerra senza vergognarsi perché diventa più ricco, fingendosi più giusto.

Read more...

 
 

I sentieri di Cimbricus / Il piede posato su un pianeta proibito

Lunedì 6 Maggio 2024

Sir Roger Bannister produced one of the greatest moments in British sporting history in 1954 - Getty Images/Norman Potter 

Cade oggi l’anniversario di una delle più luminose pagine dell’atletica che fu, quella che non barattava una medaglia olimpica per 50.000 dollari. Ma che valeva molto di più. Quel giorno, uno studente in medicina …

Giorgio Cimbrico

Il 6 maggio di settant’anni fa, a Oxford, Roger Bannister corse il miglio in 3’59”4. Sotto i 4’, per lasciarsi alle spalle 1609 metri, non era mai andato nessuno. Nella storia dell’atletica c’è chi ha infranto altri muri imponenti, chi ha retto lo scettro per anni senza fine, chi ha fatto collezione di medaglie olimpiche. Bannister no. Un titolo del Commonwealth, uno europeo e quel record che durò il soffio breve di 46 giorni. E allora, perché? Perché fu “il dottor Bannister, suppongo”, l’esploratore.  

Read more...

 
 

Momenti di calcio / La leggenda di Ocsi e degli artisti danubiani

Sabato 4 Maggio 2024

 

puskas


Tra le mille anime del calcio, il più popolare e aristocratico tra gli sport. Partiamo con la finale mondiale ’54, ai tempi della cortina di ferro, quando la Grande Ungheria uscì sconfitta dalla partita che non poteva perdere. E che i tedeschi …

Andrea Bosco

Ocsi bussò alla porta della camera del suo allenatore Gusztav Sebes. La caviglia gli fa male ma Ocsi, il Colonnello (grado conferitogli nell'esercito) Ferenc Puskas a quell'appuntamento vuole esserci. Per quel giorno, il 4 luglio 1954, Ocsi e la sua Ungheria, la Aranycsapat, come chiamano quella squadra, hanno un appuntamento con la Storia. Quel giorno si disputa a Berna la finale dei Campionati Mondiali. E l'Ungheria è la favorita.

Read more...

 
 

I sentieri di Cimbricus / Un disco d'oro per l'estate

Venerdì 3 Maggio 2024

 

        alekna-wr-throw-05-24 


A far sensazione è la media di 71.80 sia pure con l'aiuto del vento. Ma non solo. Dalle sue possenti mani, a Ramona, è partito un disco volante di nuova concezione, dai bordi molto affilati che pare concedano un vantaggio appena sotto il 10%.

Giorgio Cimbrico

Denflysky non costa molto, 199 dollari e 95 centesimi, e fende l’aria, la taglia. In Danimarca conoscono bene il vento che viene dal mare del Nord, sanno come affrontarlo e sanno anche come costruire attrezzi che lo sappiano cavalcare. La casa madre si chiama VS Athletics e produce anche il modello femminile, venti dollari in meno, un po' caro per un chilo in meno.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 10 of 691

Cerca