- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

Direttore: Gianfranco Colasante  -  @ Scrivi al direttore -  - 
Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

Piste&Pedane / Aperta la caccia ai 5000 di Antibo

Martedì 9 Luglio 2019

 

crippa-19 


Dopo quasi un trentennio, potrebbe essere in discussione il record di Totò Antibo. Anche se allora si trattava della quinta prestazione mondiale, la seconda europea, oggi quel limite pare alla portata di Yeman Crippa che in Coppa Europa ha fatto le prove generali.

Daniele Perboni

Zitto zitto, tomo tomo, cacchio cacchio (tanto per citare un grande della “commedia”, il Principe Antonio Griffo Focas Flavio Angelo Ducas Comneno Porfirogenito Gagliardi De Curtis di Bisanzio, più brevemente Totò), il ragazzo gentile, con radici etiopi ma con presente e futuro ben radicati in Trentino, si è portato a casa un altro alloro. Certamente non un titolo mondiale, europeo, e neppure ha infranto un muro. Comunque è pur sempre un “certificato” che fa curriculum, da mettere in bacheca accanto al bronzo europeo di Berlino e ai tanti successi ottenuti su prati di tutta Europa. Che dire d’altro?

Read more...

 

Fatti&Misfatti / Servono diavoli ma anche coperchi

Lunedì 8 Luglio 2019

 

usa-world cup 

 

Ci diverte soltanto l’Universiade perché adesso gli stessi che prendevano in giro Nebiolo, cavalcano quel puledro bizzarro e divertente cantando della molesta senectute, ne raccontano meraviglie. Peccato che si faccia fatica a trovare anche i risultati.

Oscar Eleni

Dal loggione della Scala milanese per applaudire la regia di Woody Allen e chiedere al grande artista se, dopo il Gianni Schicchi che ha oscurato il Salieri del Prima la musica e poi le parole, inno universale che in Italia non si ascolta volentieri, poteva rivedere un po’ di cose nella bella Italia dello sport dopo la settimana quasi nera. Fuori le cestiste dall’Europeo, fuori le pallavoliste dalla festa mondiale cinese, fuori i tennisti, fra i berci di Fognini, a Wimbledon, dove nella seconda settimana abbiamo portato soltanto Berrettini dopo esserci esaltati per il numero di compatrioti che avevano saltato il secondo turno. Rob de matt.

Read more...

 
 

I sentieri di Cimbricus / E' a rischio anche il quarto scimpanze'

Lunedì 8 Luglio 2019

wimbledoncourt1roof


Se lo sport (?) che ci ammanniscono è ormai questo, ... facciamocene una ragione e proviamo a difenderci rifugiandoci nel passato. In un mondo scomparso fatto di rispetto e buone maniere. Ma siamo vecchi e superati: questo è il tempo dei Fognini e dei Balotelli. E della loro gioiosa epopea.  


Giorgio Cimbrico


Un ricordo di dieci anni fa, Italia-Svizzera di Davis a Genova: Roger Federer, che era giĂ  ampiamente e meravigliosamente e mozartianamente Roger Federer, era amabile, disponibile: Fabio Fognini rispondeva a monosillabi e inalberava un’espressione beffarda, arrogante. In dieci anni ha fatto passi in avanti: offende pesantemente suo padre, apostrofa volgarmente una giudice a Flushing Meadow, ora spruzza il suo veleno anche sulla storia, bestemmia in chiesa. Prego, nella cattedrale, nel tempio, ricorrendo al repertorio di Mario Appelius, evocando l’arrivo di bombe giĂ  cadute sull’All England. Fossero stati liguri come lui, i vertici del club, avrebbero potuto rispondergli: “Emmu sa detu, abbiamo giĂ  dato”, rispolverando immagini bianco e nero del blitz dell’autunno 1940 quando il campo centrale venne colpito dagli Heinkel 111. 

Read more...

 
 

Saro' greve / Storia e storie segrete di Gregorio e March (1)

Lunedì 8 Luglio 2019

 

fiasco-71 


Celebrando il genetliaco di uno dei piĂą grandi talenti della nostra atletica, arrivato da noi dal Sud del mondo e tramutatosi in pochi giorni in uno dei maggiori fenomeni mediatici dello sport italiano. In questa prima parte della nostra ricostruzione, la famiglia, le originei e l'ambiente.


Vanni Lòriga

Fra pochi giorni, esattamente il 19 luglio, Marcello Luigi Fiasconaro compirà 70 anni essendo nato in quel giorno del 1949 a Città del Capo. I lettori di questo giornale non ignorano certo che March fu il vero protagonista di quel fenomeno che fu definito come "atletica spettacolo". Non ignorano che stabili i record mondiali degli 800 metri (il 27 giugno 1973 corse all'Arena di Mlano in 1’43”7 che è ancora primato italiano, sia pure in comproprietà) e dei 400 indoor (coperti a Genova, pista in legno, in 46”1). Come non hanno dimenticato che fu argento sul giro di pista agli Europei di Helsinki ’71 (45”49).

Read more...

 
 

Duribanchi / Vi spiego perche', tanto per cominciare

Sabato 6 Luglio 2019

 

gama

Viaggio tra storie, antistorie e varia umanità dell’ultima settimana. Dove a farla da padrone sono ancora i giochi con la palla: attrezzo bizzarro e a misure variabili che ha il difetto di non rimbalzare quasi mai dalla parte giusta.

Andrea Bosco

Sulla tolda di una galeazza veneziana per spiegare un titolo. Che in italiano recita “Duri i banchi”. Ma che in veneziano, si srotola “duribanchi”, tutto attaccato. Per una di quelle anomalie lessicali, frequenti in Laguna. Ai “banchi” erano incatenati i galeotti. E l'invito ad afferrarli era del capovoga quando sul tamburo batteva la cadenza da battaglia. Erano grandi navi costruite all'Arsenale: vele, lunghi remi, galeotti sottocoperta. In coperta “fanti da mar” specialisti nell'abbordaggio. Ho spiegato a GFC i motivi della scelta. Lo spiego anche a voi.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 10 of 346

Cerca