- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

Direttore: Gianfranco Colasante  -  @ Scrivi al direttore -  - 
Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

I sentieri di Cimbricus / Un altro pezzo del puzzle e' andato a posto

Domenica 29 Settembre 2019


doha-100-t


Il più pallido dei finalisti mondiali dei 100 (come ha ricordato con eccesso di pudore il maggior quotidiano italiano) ha superato un'altra tappa del suo percorso di crescita. O almeno tale pare se è vero che anche per un millesimo è lecito delirare, ... o no? Intanto godiamocelo tutto.


Giorgio Cimbrico

E così a Doha dove il caldo avvolge come un boa, davanti a un pubblico da campionato di società (ridicolo …), in una tensione che stritola come un’anaconda prima di sciogliersi in un commozione salda, non sciropposa, Filippo Tortu, il più veloce italiano di sempre, diventa anche l’azzurro che mette le zampe veloci sul miglior piazzamento mondiale di uno sprinter di casa nostra. D’accordo, c’è anche Pier Francesco Pavoni, ottavo – e poi settimo dopo la successiva squalifica di Ben Johnson – nella finale passeggiata di Roma ’87, ma non sottilizziamo.

Read more...

 

Piste&Pedane / E venne il giorno della medaglia (l'unica?)

Domenica 29 Settembre 2019

 

giorgi-doha

Nel giorno fortunato di Pippo Tortu, è arrivata la prima medaglia mondiale, a ripagare il terzo posto di Eleonora Giorgi nella 50 chilometri. Nostra sorella marcia non delude mai, come è capitato anche nel deserto di Doha.

Daniele Perboni

Prima medaglia, di bronzo (sperando non sia l’unica...), arriva da Eleonora Giorgi, guidata magistralmente da Gianni Perricelli, a sua volta allievo di Pietro Pastorini da Lomello. Davanti le cinesi Rui Liang (4h23’26) e Maocuo Li (4h26’40). «Contenta e fiera per questa medaglia – Le sue prime parole – Non ho più lacrime. Le ho lasciate tutte sulla strada, ... Nonostante diversi momenti di crisi sono riuscita a tener duro. Ho usato testa, gambe e, soprattutto, cuore per raccogliere questa opportunità. Oggi l’importante era arrivare ed ho realizzato uno dei tanti sogni che avevo nel cassetto. Questa medaglia la dedico a me stessa, ha un valore inestimabile, magico».

Read more...

 
 

Piste&Pedane / Turtu ovvero qualche certezza in piu'

Sabato 28 Settembre 2019

 

doha-tortu

 

Dopo le perplessità sollevate in batteria, SuperPippo ruba la scena e per un benedetto millesimo in meno accede a una finale dei 100 veramente spettacolare. Un traguardo fortemente voluto e raggiunto.

 

Carlo Santi


DOHA – Christian Coleman si è preso il trono dei 100 metri in una finale di eccitazione. Nove secondi e settantasei centesimi, risultato che è il sesto di sempre al mondo, per imporsi sul redivivo Justin Gatlin, 37 anni e nello sprint pochi non sono, capace di correre ancora in 9”89, e con il canadese De Grasse terzo dietro di un centesimo. SuperPippo Tortu, che un posto in questa straordinaria finale lo aveva conquistato con carattere, ha chiuso in settima posizione con 10”07, il miglior tempo della sua stagione. Una finale da leggenda, una finale al chiaro di luna in uno stadio che è diventato un set cinematografico. Il Khalifa Stadium ha creato un’atmosfera speciale, buio e sottofondo musicale, luci psichedeliche a illuminare solo la pista, presentazione degli atleti messi sotto al riflettore.

Read more...

 
 

CIO / Bach sull'Italia: “sono ottimista, troveremo una soluzione”

Sabato 28 Settembre 2019

 

coe-bach 


Carlo Santi

C’è stato chi l’ha tirato per la giacchetta, a dritta e a manca. Ora Thomas Bach mette le tessere al loro posto e assegna a ciascuno il proprio ruolo. Non bacchetta nessuno, ma è chiaro che il CONI deve restare padrone a casa propria.

DOHA – Lo sport cerca di rimanere autonomo tenendo lontana la politica. Che poi significa, per i dirigenti sportivi, fare loro stessi la politica del movimento gestendo in casa propria ruoli ed esigenze. Lo ha ribadito qui a Doha il presidente del Comitato Internazionale Olimpico, Thomas Bach, insieme al gran capo dell’atletica mondiale, Seb Coe. E qui non c’entrano certo le beghe di casa nostra: c’entra, piuttosto, una sorta di accerchiamento un po’ generalizzato su questo mondo. Bach lo comprende perfettamente e corre ai ripari.

Read more...

 
 

Piste&Pedane / Cominciamo proprio male, signori miei

Sabato 28 Settembre 2019

 

doha-marat-d


Siamo solo alla prima giornata ed è un po’ presto per trarre conclusioni. Ma pare proprio che qualcosa, almeno nelle scelte individuali, non abbia funzionato a dovere. Speriamo di sbagliare, ma se il buongiorno si vede …

Daniele Perboni

Facciamo chiarezza: non siamo a Doha, per libera scelta, anche se già dalla vigilia i cosiddetti giravano a mille ... Mondiali addio, dunque. E così ci ritroviamo a transumare giornalmente fra distese di qualcosa che con molta fantasia potrebbe farci pensare alla sabbia del deserto. È riso, inframmezzato da qualche sparuto appezzamento di mais. Dell’identico colore. Mostri meccanici aggrediscono le piccole piante, trattengono il bianco chicco nell’immensa pancia e sputano il resto da quello che potremmo anche chiamare deretano. Fine del quadretto agreste e inizio delle dolenti note. Tanto per cambiare e non perdere l’abitudine italica.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Next > End >>

Page 11 of 366

Cerca