- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

Direttore: Gianfranco Colasante  -  @ Scrivi al direttore -  - 
Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti:
Librerie on-line oppure
rimesse intestate a
Garage Group Srl  -  Roma
C/C Postale: 001016765412
Accr. Bancario IBAN:
IT19E0760103200001016765412
(spedizione gratuita)

Per informazioni:
info@garagegroup.it
fax 06-23.32.08.416

Fatti&Misfatti / Che sia tutta colpa del sole?

Lunedì 23 Luglio 2018

fucka 2

 

Sole di luglio, lampi d’estate per un Paese che resta comunque terzomondista in fatto di educazione (solo fisica?).

 

di Oscar Eleni

Dalle acque profonde delle Bahamas, andando negli abissi per abbracciare Alessia Zecchini che ruba un record mondiale fra i sub alla gloria giapponese. Giornata speciale per la compagnia italiana dei piagnoni. Una domenica del genere non la ricorda quasi nessuno. Colpa del sole dice qualcuno. È lui, quel carro di fuoco, a far nascere lampi che bruciano ogni luogo comune. Sarà per questo che il mondo calcio centrico di un Paese pallonaro che non era neppure presente al mondiale, illudendosi di essere rimpianto, come tanti beceri da fumogeno visti pure al Tour, che la gente piangesse la grave perdita e, addirittura considerasse di poco valore la manifestazione russa che, invece, ha avuto tanti record, con festa televisiva Mediaset mentre in Rai si preparavano alla grande purga che avverrà nel solito girotondo dove tutto cambia per non cambiare niente come dicevano ai tempi del Gattopardo aspettando l’Italia che non è mai arrivata.

Read more...

 

Saro' greve / Il meraviglioso luglio 1959 di Livio Berruti

Lunedì 23 Luglio 2018

berruti-1959 2

 

La consegna degli "Challenge Stellina" come occasione per rileggere una bella pagina della nostra storia.

 

di Vanni Lòriga

Questa puntata di “Greve” viene scritta il 18 e 19 luglio. Questo per ricordare gli stessi giorni dell’anno 1959 che segnarono l’ingresso di Livio Berruti nell’olimpo dei velocisti mondiali. Il tutto succede a Duisburg nel corso dell’esagonale Germania (134), Italia (112), Francia (108), Belgio (66,5), Svizzera (65, 5) e Olanda (64). Il dominio tedesco viene infranto proprio dal fresco ventenne (19 maggio 1939) Berruti che vince 100, 200 e 4x100. Nella gara più breve si afferma in 10”5 (in quel 1959 copre la distanza in 10”4 per cinque volte) battendo fra gli altri Delecour ed il grande Armin Hary. Nel mezzo giro di pista segna 20”9 superando il franco-senegalese Abdoulaye Seye che sarà fra i più temibili avversari ai Giochi di Roma.

Read more...

 
 

I sentieri di Cimbricus / Ciclismo tra stupidita' ed esibizionismo

Sabato 21 Luglio 2018

tour-18 2

 
Dopo l'ennesimo esempio di bestialità travestita da passione e che ha costretto Vincenzo Nibali a lasciare il Tour.


di Giorgio Cimbrico

Gli stessi volti, stolidi e crudeli, della salita al Calvario di Hyeronimus Bosch, lungo i tornanti che portano all’Alpe d’Huez, ma, un paio di mesi fa anche sulle salite del Giro d’Italia. Stupidi, esibizionisti, imbestialiti, incuranti dei corridori: a loro dei ciclisti non frega nulla, solo lì per farsi vedere in un attimo sfuggente, seminudi, vestiti da drago, da clown, con i fumogeni ad altezza bocca e naso di chi si arranca pescando nelle ultime riserve di ossigeno. Quando li vedo, provo sentimenti violenti.

Read more...

 
 

Cinque cerchi / Giovanni Malago' tra CIO e (mancate) riforme

Venerdì 20 Luglio 2018

malago-4 


Il prossimo ingresso del presidente del CONI nell'organismo olimpico potrebbe dare più coraggio per qualcosa di nuovo.


di Gianfranco Colasante


Se tutto andrà come previsto, il presidente pro-tempore del CONI Giovanni Malagò nel prossimo autunno (133. Sessione di Buenos Aires, 8/9 ottobre) diventerà il 22° membro italiano del CIO. Secondo un progetto a lungo perseguito e atteso. Il suo nome infatti figura tra i nove che l'Executive Board - riunito oggi a Losanna - ha licenziato accogliendo la proposta della commissione presieduta dalla principessa Anna d'Inghilterra (qui le schede complete). Malagò andrà così a coprire il vuoto lasciato quest'anno nell'organismo da Mario Pescante - il 7 luglio scorso arrivato al traguardo degli 80 anni - ed il prossimo da Franco Carraro. Anche se non va dimenticato che i membri CIO (che con questa integrazione saliranno a 106) rappresentano il Movimento Olimpico in senso lato e non il proprio paese.

 

Read more...

 
 

Cinque cerchi / Bingo: altre sette gare per Pechino 2022

Giovedì 19 Luglio 2018

cio-2022

 

L'EB del CIO ha posto i sigilli finali ai programmi gara di Pechino e di Tokyo all'insegna di più gare e più donne.

di Gianfranco Colasante


Mentre da noi si sta trattando sulla triplice candidatura ai Giochi Invernali del 2006, ovviamente senza dibattito e senza consultare i cittadini, scelta affidata ad una complessa mediazione politico/economica tra il CONI di Giovanni Malagò (lo stesso che, dopo Roma 2024, aveva lanciato l'idea di Milano 2026) e il Governo del cambiamento rappresentato dal sottosegretario Giancarlo Giorgetti, il CIO si è portato avanti col lavoro. Dilatando il programma olimpico invernale con l'aggiunta di altre sette gare per Pechino 2022 (e che impatteranno anche nell'edizione successiva). Un programma, come si legge sul comunicato ufficiale, "pieno di passione e di eccitamento", dettato dal raggiungimento della parità di genere e con la speranza di coinvolgere i nuovi giovani, i Millennials. Qui sotto sono disponibili i documenti approvati ieri dall'Esecutivo del CIO per le due Olimpiadi asiatiche.


Tokyo 2020 - Planning giornaliero

Pechino 2022 - Programma completo


Read more...

 
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 7 of 273

Cerca