- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

Direttore: Gianfranco Colasante  -  @ Scrivi al direttore -  - 
Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti:
Librerie on-line oppure
rimesse intestate a
Garage Group Srl  -  Roma
C/C Postale: 001016765412
Accr. Bancario IBAN:
IT19E0760103200001016765412
(spedizione gratuita)

Per informazioni:
info@garagegroup.it
fax 06-23.32.08.416

Osservatorio / Settembre, e' tempo di esami di riparazione

Lunedì 17 Settembre 2018

 

fidal-ingresso

 

Ma alla fine qualcosa cambierà? Vedremo, Ma chissà perchè torna sempre in mente il sano cinismo del Principe di Salina, ...


di Luciano Barra

 

Ormai è passato un mese dagli Europei di Berlino e prima del Consiglio della FIDAL di fine settembre, che dovrà decidere del futuro dell’atletica d’élite italiana per l’importantissimo biennio che ci aspetta, saranno trascorsi circa 48 giorni. Paradossalmente quasi quanto passato dall’ultima gara di Tortu prima della finale dei 100 ai Campionati. C’era chi aveva auspicato un’accelerazione circa le decisioni da prendere e questo era il chiaro significato delle dimissioni di Stefano Baldini a pochi giorni dalla conclusione degli Europei. Forse la goccia che aveva fatto traboccare il vaso era stata, anche, la pantomima avvenuta nella scelta di chi doveva correre le eliminatorie della 4x400. (Nella foto, quel che resta di un ingresso alla federazione).

Read more...

 

Saro' greve / Quando alla Scuola c'erano i Maestri

Lunedì 17 Settembre 2018


snal


Nicola Placanica e altre storie di Maestri che fecero grande l’Atletica alla SNAL ideata e fondata da Bruno Zauli.

di Vanni Lòriga

Pensavate che mi fossi stancato di parlare del fatidico 12 settembre 1968? Avete sbagliato di grosso e non sarò greve ma grevissimo. Torniamo appunto a quel 12 settembre e non siamo al di là dell’Oceano Atlantico, ma più semplicemente nello Stadio delle Terme di Caracalla in Roma. Il meraviglioso impianto, voluto da Bruno Zauli, ospita il triangolare atletico Italia-Svezia-Romania. Considerato che il tutto è caduto in prescrizione svelo che in quella occasione fui nominato capo ufficio stampa. Prima ed unica esperienza nell’incarico per il quale evidentemente non ero tagliato. Alla fine gli Azzurri prevalgono sulla Svezia (108-103) e più agevolmente (130-81) sulla Romania. In realtà si guardava soprattutto agli imminenti Giochi Olimpici del Messico e restavano da designare gli ultimi promossi.

Maestri di Scuola. Da sinistra, Peppino Russo e signora, Giorgio Oberweger, Nicola Placanica, Renato Carnevali, Carlo Vittori.

Read more...

 
 

I sentieri di Cimbricus / Milano olimpica? Ubriachiamoci di brand

Sabato 15 Settembre 2018

 

milano-neve 2

 

Una triplice candidatura che somiglia tanto alla guerra dei bottoni. Ma se uno il brand ce l'ha, vivaddio, che lo difenda, ...

 

di Giorgio Cimbrico

“Le Olimpiadi si fanno a difesa del brand della città”: è la frase che ho estratto dall’intervento di Giuseppe Sala, sindaco di Milano, che insiste sulla preminenza che deve esser assegnata alla sua città. Mi-To-Co, va bene, ma con la prima sigla tutta maiuscola. Milan l’è un gran Milan, si diceva una volta, e da quando c’è stato l’Expo e che la skyline (anche io ogni tanto mi adeguo …) è cambiata e le nuove torri hanno preso il posto della Madunina, la tentazione di gonfiare il petto è tornata forte, come al tempo del miracolo economico, quando non si parlava di brand ma Luciano Bianciardi aveva capito dove saremmo andati a finire.

 

Read more...

 
 

Piste&Pedane / "Sembra proprio un comunicato sindacale ..."

Giovedì 13 Settembre 2018

 

baldini-locatelli 2

 

Se volete capire, leggete il comunicato federale che rinvia tutto a (fine) settembre. Come l'atletica e i suoi dirigenti.

 

di Daniele Perboni


Domenica pomeriggio. Spaparanzati sul divano, di ritorno dalla “Sagra del mais”, cerchiamo di concentrarci sugli Assoluti tricolori di Pescara. Fra un “cazzeggio” e l’altro, Franco Bragagna ci rivela che è arrivato un comunicato FIDAL, dove si annuncia ... (chi volesse, lo trova qui). Alla fine della lettura la consorte esclama «Sembra proprio un comunicato sindacale». E la signora se ne intende, fidatevi, ... Insomma, il Consiglio Federale, riunitosi in via informale ha preso atto che i risultati di Berlino non sono proprio in linea con i desiderata. In quelle righe si dice tutto e il contrario di tutto. Potete leggerlo in chiave positiva, negativa, così così, insomma, ma sì però, meglio, piuttosto che niente, faremo, troveremo, abbiamo seguito la linea, e via cantando. Un particolare, però, ci ha colpito.

Read more...

 
 

I sentieri di Cimbricus / Verso il crollo della galassia

Giovedì 13 Settembre 2018


mancini 3


La sconfitta con il Portogallo ha confermato che la situazione del nostro calcio è grave. Ma non seria.


di Giorgio Cimbrico

“Sapevo che la situazione era molto difficile, ma ora ho capito che è disastrosa”. Le parole non sono di Roberto Mancini ma di Gerd von Rundstedt, dopo che al vecchio feldmaresciallo era stato reso, troppo tardi, il comando del Fronte Occidentale e gli Alleati stavano ormai premendo su Belgio, Olanda e confini del Reich. Mi è venuto in mente guardando la sintesina – highlights, si dice – di Portogallo-Italia: una pena. Fosse finita 6-0, niente da dire. Von Rundstedt, militare della vecchia scuola, quella invisa a Hitler, non aveva più riserve, materiali, organizzazione logistica e poteva solo ritardare il momento della fine.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 7 of 284

Cerca