- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

Direttore: Gianfranco Colasante  -  @ Scrivi al direttore -  - 
Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti:
Librerie on-line oppure
rimesse intestate a
Garage Group Srl  -  Roma
C/C Postale: 001016765412
Accr. Bancario IBAN:
IT19E0760103200001016765412
(spedizione gratuita)

Per informazioni:
info@garagegroup.it
fax 06-23.32.08.416

Saro' greve / Mondiali e RAI: vietato sparare sulla Croce Rossa

Lunedì 11 Giugno 2018

 

fifa-wc-2018

 

La guerra sui diritti TV per Mosca 2018 ha lasciato sul terreno feriti e convalescenti. E gli spettatori?

 

di Vanni Loriga


Giovedì 14 giugno cerimonia inaugurale della XXI edizione della FIFAWORLD CUP, nata nel 1930. Sarà possibile seguire tutte le 31 partite alla Televisione, in chiaro e perciò gratis, sui Canali di Mediaset che promette 100 ore di trasmissione. La RAI, da parte sua, garantisce solo una completa copertura radiofonica. Come mai la emittente pubblica, che incassa il canone da 25 milioni di utenti (fate i calcoli moltiplicando per 90 euro pro capite, andate avanti voi perché a me mi scappa da piangere…) non ha acquistato i diritti? Lo hanno spiegato i supervertici di RAI, asserendo che trattasi di operazione commerciale e perciò non vantaggiosa.


Read more...

 

Italian Graffiti / Tra calcio e Olimpiadi, pensiamo anche al CONI

Sabato 8 Giugno 2018

giorgetti 2 


Mentre all'estero partono i referendum abrogativi, il CONI presenta al Governo l'ennesima candidatura olimpica.


di Gianfranco Colasante

 

"Missione compiuta", aveva annunciato giorni fa Giovanni Malagò uscendo dalla sede della Lega Calcio che aveva voluto, fortissimamente, commissariare, malgrado i tanti consigli alla prudenza. Quale fosse quella missione e da cosa derivasse tanta sicumera, ce lo potrebbe spiegare solo il presidente del CONI. In soldoni, a guardare allo stato dell'arte, la "missione" si può tradurre nella nomina alla presidenza di Lega di Gaetano Miccichè, banchiere di punta dell'Imi del gruppo San Paolo. Strettamente legato a Urbano Cairo, l'uomo forte dello sport italiano, se non altro per le truppe mediatiche che il padrone del Torino può gettare sul campo, tra giornali, TV e mercato della pubblicità. Ma se pure essersi affidati alle banche può avere un senso, difficile ritenere un successo la vicenda miliardaria dei diritti TV, madre di tutte le battaglie, ancora nella fase crudele dello spacchettamento e dei veti incrociati.

 

Read more...

 
 

I sentieri di Cimbricus / Viaggio a ritroso nel mondo perduto di Jack

Giovedì 7 Giugno 2018



Ritorno a Berlino e all'Olympiastadion teatro dei Giochi del 1936. Quelli dello sfortunato kiwi John Lovelock detto Jack.


di Giorgio Cimbrico

Avvicinarsi a Berlino, al suo archivio di ricordi, alle storie tramandate più o meno correttamente tra propaganda maleodorante, giorni di tuono, sino all’annuncio della pira funebre in cui si sarebbe trasformata la città. Berlino è una città di spettri e i nomi sulle targhe delle strade bastano a rievocarli: Plotzensee, dove vennero impiccati i congiurati del 20 luglio; Wedding rossa dei giorni di Rosa Luxembourg e di un tentativo di rivoluzione soffocato nel sangue dai corpi franchi; lo Zoo dove sorgeva la grande torre antiaerea che divenne rifugio, ospedale, osservatorio di un quadro degno di Hyeronimus Bosch: elefanti sventrati dalle granate russe, cammelli e antilopi in fuga che qualcuno sezionò e arrostì. Un custode riuscì a salvare il suo animale preferito (Abu, una cicogna becco a scarpa del Sudan), lo portò a casa, divise con lui il poco cibo. La città era diventata un verso di TS Eliot: la valle dei topi dove dei morti non sono rimate neanche le ossa.

Read more...

 
 

Saro' greve / Merita veramente l'etichetta di "Provincia Granda"

Lunedì 4 Giugno 2018

dardanello-premio 2


Tra giornalismo e sport, alla scoperta di una delle tante realtĂ  virtuose e poco note che fanno onore al nostro Paese. 


di Vanni Lòriga

Debbo confessare che negli ultimi resoconti non mi sono recato personalmente sui luoghi degli eventi che ho commentato. Per il Golden Gala (svariati sono i motivi) ho preferito all’Olimpico la casalinga diretta televisiva. Quello di Roma è l’unico Stadio al mondo non raggiungibile con la rete metropolitana o tranviaria; dai suoi spalti si vedono male sia il calcio che l’atletica (saggia osservazione di cui sono debitore a Fabio Monti); il commento delle gare è assordante, accompagnato da strazianti musiche a tutto volume. Mi sono sempre domandato perché in uno sport, che si basa sull’assoluto rispetto delle Regole, non ci si ricordi dell’articolo 128 che parlando dell’Annunciatore (in inglese Announcer e non speaker) precisa come egli debba “comunicare al pubblico i nomi ed i numeri dei concorrenti, ecc.”

Read more...

 
 

Piste&Pedane / Ragazzi, abbassiamo i decibel, ... ne guadagnamo tutti

Lunedì 4 Giugno 2018

berlin-18


In archivio il Golden Gala, godiamoci il momento: la strada che porta a Berlino è ancora lunga.


di Daniele Perboni


Scrivo? No, non scrivo! E dai, che devi scrivere!

Hai ragione, meglio mettersi davanti alla tastiera e ... E che cacchio scrivo?

Ma di Tortu e del suo crono eccezionale.

Roba giĂ  vista, rivista, letta in decine di giornali, siti, blog, tweet e archiviata ormai.
Prova a trovare una chiave di lettura diversa, vedi mai che ne vien fuori un capolavoro ... Vai a farti fot ... che è meglio.
Dialogo più o meno serio fra lo scrivente e un amico/critico immaginario. E così eccoci fermi davanti alla tastiera con il classico “blocco dello scrittore”. E scrittori non lo siamo. Al massimo cronisti. Ma bando alle ciance e diamoci da fare.

 

Read more...

 
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 4 of 261

Cerca