- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

   Direttore: Gianfranco Colasante    info@sportolimpico.it

Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

I sentieri di Cimbricus / La grande muraglia delle coscienze

Giovedì 20 Febbraio 2020


partenone


Difficile fregare quelli della nostra razza che hanno passato la maggior parte della vita a dare un’occhiata ai gesti che sono la vera essenza dello sport, non l’ossessionante sequela ammanita da quelli che devono vendere la merce.

 

Giorgio Cimbrico

Ho idea che i cavalieri rosacroce e gli alchimisti del calcio si stiano un po’ stizziti per lo spazio conquistato da Armand Duplantis e così si sono inventati che Erling Haaland, il giovane norvegese appena passato al Borussia Dortmund, durante il match di Champions con il Psg abbia corso i 60 in 6”64. “A tre decimi del record del mondo”, hanno esclamato deliziati i corifei promuovendo così il calcio a prima e unica disciplina degna di attenzione. Il cronometraggio consisteva in un display che correva sul video, Haaland era ovviamente lanciato e qualche legittima suspicione esiste sulla distanza coperta.


Read more...

 

I sentieri di Cimbricus / L'onda impetuosa della nouvelle vague

Martedì 18 Febbraio 2020

 

hunt 


“Non c’è bisogno del record per vincere. La vittoria è sempre importante e quella all’Olimpiade è l’obiettivo più grande. Con tutto questo, non voglio porre limiti a me stesso: a 20 anni non penso di aver raggiunto il picco”.

Giorgio Cimbrico

Da qualche giorno mi sono scoperto la vocazione di sensale di matrimoni, come il meraviglioso Barry Fitzgerald in “Un uomo tranquillo”. In realtà sono interessato a organizzarne uno solo, quello tra la signorina Amy Hunt, 18 anni tra qualche mese (nella foto), e Filippo Tortu, 22 a giugno, sotto il mio stesso segno dello zodiaco, quello dei geniali e strambi Gemelli. Diamo la precedenza alla virtuale sposa: Amy viene dal Nottinghamshire, è alta (“non pensavano fossi adatta allo sprint e mi facevano correre le campestri, che barba”) e l’anno scorso è comparsa in scena all’improvviso a Mannheim: 22”42, record del mondo under 18: era 22”43, dell’americana Candace Hill, in altitudine a Cali vincendo i mondiali giovanili. Subito dopo Amy ha vinto gli Europei under 20, gareggiando contro atlete due anni più anziane.

Read more...

 
 

Duribanchi / Dal lato buono della forza

Martedì 18 Febbraio 2020

 

generica-2                                   

Se volete assistere all'evento (non) sportivo dell'anno, mettetevi comodi ad osservare le scimitarre che si incroceranno nei summit di Governo: in palio poltrone e strapuntini nella spartizione delle 400 nomine per enti e dintorni.

Andrea Bosco

La Ferrari ha presentato la sua nuova monoposto: un capolavoro. La “Rossa” sembra, con le sue linee aggressive, un robot di quelli che la Nasa manda sul suolo di Marte. Ha un cuore da 1000 cavalli e si annuncia veloce come una saetta. Anche la vettura della scorsa stagione era velocissima in qualifica. Poi in gara la power, le gomme che sono ad ogni Gran Premio un terno al lotto, l'impianto elettrico che ti molla sul più bello, gli errori dei piloti. E soprattutto quello lì, con l'orecchino al lobo che non sbaglia mai. Insomma, la Rossa è da urlo, una gioia per gli occhi: vedano il gallo cedrone e il galletto ruspante di non farsi del male da soli.

Read more...

 
 

Fatti&Misfatti / Le sirene ingannatrici di Pesaro

Lunedì 17 Febbraio 2020


reyer-20


Alzi la mano chi avrebbe scommesso di vedere in finale di Coppa la settima e l’ottava del tabellone, chi aveva previsto di veder alzare il trofeo alla Reyer (73-67 sui pirati di Brindisi) ammessa alle finali solo per uno scarto di punti su Varese.


Oscar Eleni


Da un santuario sulla via Romea Germanica per capire le sirene di Pesaro nel giorno in cui una bella ragazza di Anterselva spara al mondo, dopo essersi truccata, come fa sempre Dorothea Wierer da quando è nel rodeo del biathlon che nella sua terra è tradizione, famiglia, come ci raccontava il grande Prucker nei giorni in cui ai giornali interessavano davvero le sfide. Urlando con Chimizo, lottatore cubano adottato dall’Italia che nega passaporti ai ragazzi del Tam Tam, ma, qualche volta, fa meravigliose eccezioni, come direbbero i pallavolisti, pensando a Juantorena che a noi ricorda da lontano il cavallo di Montreal, l’uomo che ci portò in un'altra dimensione anche se eravamo fraternamente legati a Marcello Fiasconaro e al suo record dell’Arena.

Read more...

 
 

I sentieri di Cimbricus / Nuova parola d'ordine? Delocalizzare

Lunedì 17 Febbraio 2020

 

coronavirus-1

 

Lo sport al tempo del coronavirus o come lo hanno ribattezzato: tra chi ha messo le mani avanti (rinviati i mondiali indoor di Nanchino) e chi non teme niente per Tokyo. Come fa il CIO.

Giorgio Cimbrico

Il coronavirus dello sport è il denaro: Saracens fuori dalla Premiership inglese di rugby per aver violato il salary cap (tetto degli stipendi), Manchester City escluso per due anni dalle eurocompetizioni per non aver giocato con un corretto fair play finanziario. Tradotto, per aver truffato sulle entrate garantite dai munifici emiri di Abu Dhabi. Molti anni fa un vecchio conservatore come Lord Burghley, marchese di Exeter, aveva avvertito: “Attenzione, diventerete dei manichini in mano a chi paga”. Burghley, oro nei 400hs ad Amsterdam 1928 (e molte altre cose ancora), era un privilegiato, convinto sin dall’infanzia dall’idea che lo sport fosse per amateur, per gentiluomini e per gentildonne.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 8 of 400

Cerca