- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

Direttore: Gianfranco Colasante  -  @ Scrivi al direttore -  - 
Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

I sentieri di Cimbricus / Il ragazzo che viene dalle isole

Domenica 16 Giugno 2019


warholm-1

Un passato da tuttofare, dotato di un'irruenza a volte selvaggia, il 23.enne Karsten ha lanciato inmpegnative sfide a se stesso, transitate dal titolo mondiale di Londra 2017 e approdate al primato europeo di una delle piĂą nobile distanze dell'atletica.  


Giorgio Cimbrico

Quando Stephane Diagana strappò il record d’Europa a Harald Schmid, Karsten Warholm non era ancora nato. Il 5 luglio 1995, a Losanna, sulla pista della Pontaise, il francese venne a capo di un duro scontro con l’americano, dal cranio rasato e lucido, Derrick Adkins, chiuse in 47”37, avanti di 17 centesimi all’avversario e sotto 11 al limite del baffuto tedesco di Hanau, Assia, 47”48 ad Atene ’82 quando conquistò il terzo dei suoi cinque titoli europei, due nell’individuale, tre nella 4x400. Harald, salito anche sul podio olimpico e mondiale, non era uno che si tirava indietto.

Read more...

 

Fatti&Misfatti / Attenti alla rabbia e all'idolatria

Sabato 15 Giugno 2019


 basket-poff 2  

“Per tutti gli allenatori viene la fase veleno come diceva Velasco: il momento in cui i tuoi pensano di voler vivere come Steve McQueen e non più ascoltando la madre che ti dice mettiti la maglia della salute.”

Oscar Eleni


Fra i fiori selvatici della Nuova Zelanda maledicendo il giorno in cui ha deciso di rimediare alle notti senza senso, domandandosi perché il basket notturno gli ha creato tante inimicizie nei giornali, promettendo di parlare delle finali scudetto almeno su questi territori che rappresentano almeno libertà. Chi ci capisce qualcosa nella sfida che Venezia ora conduce 2-1 su Sassari? Impazzivano tutti per il Poz e dalle armerie livornesi è arrivato uno come De Raffaele che ci ha dimostrato come si possano salvare stagioni balorde, con giocatori balordi, credendo almeno nella difesa.

Read more...

 
 

Osservatorio / Una prima proiezione verso Pechino

Sabato 15 Giugno 2019


pechino-olimpiadi-2022


Alla conclusione della stagione "mondiale" invernale 2018/19 consideriamo qualche numero con  un occhio rivolto all'appuntamento olimpico 2022, ancora una volta fissato in Asia.


Luciano Barra


Visto che - come pare - finalmente è giunta l'estate, per proteggersi dal caldo e trovare un po' di refrigerio, possiamo provare a fare un lungo salto fino ai Giochi Invernali di Pechino, attesi ... per il 2022. Cominciamo con una valutazione su quanto ha detto - per la neve e il ghiaccio - la stagione 2018/19. Partendo dall'analisi dei Campionati Mondiali, l'ultimo dei quali è stato l'hockey, è ora possibile azzardare una prima proiezione.


Read more...

 
 

I sentieri di Cimbricus / Appunti per un nuovo (e attuale) Bestiario

Venerdì 14 Giugno 2019

 

ball-570x425 


Qualche spunto di riflessione fuori dal coro su alcuni temi che caratterizzano la povertĂ  culturale dello sport dei nostri giorni (o dei nostri anni?).

Giorgio Cimbrico

• L’ora delle decisioni irrevocabili sta per giungere: se Milano-Cortina, binomio altrimenti etichettato Lombardo-Veneto, mette le mani sui Giochi invernali 2026, scatta l’operazione Sistema-Paese, parte il rilancio, si moltiplicano i posti di lavoro, il Pil sale, il deficit cala, lo spread anche, l’Europa torna a sorriderci. I produttori di salsicce avranno una forte richiesta: con quegli insaccati verranno legate le vigne. Così si fa nel Paese di Cuccagna.

Read more...

 
 

Fatti&Misfatti / Dal forno Taliercio al mare di Sassari

Giovedì 13 Giugno 2019

 

basket 

 

Ora che abbiamo visto le due facce della Reyer nella corsa scudetto, adesso che sappiamo come può reagire Sassari, non crediamo più che si arriverà alla settima partita. Via di fuga da vili per non fare pronostici?

Oscar Eleni

Incatenato alle rocce spaventose della Sierra Nevada californiana per farsi mangiare il fegato dalla finale scudetto che si merita delle “brevi” sui giornali non sportivi, o presunti tali. Forni indecenti, eppure il presidente della Lega se la rideva sugli schermi mentre i 63 sassaresi, gli unici ad aver avuto il biglietto per il Taliercio già marcio vent’anni fa, soffocavano dietro la vergognosa paratia di plastica che impediva loro di inveire o lanciare roba sul campo come i fedelissimi reyerini.

 

Read more...

 
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 1 of 332

Cerca