- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

Direttore: Gianfranco Colasante  -  @ Scrivi al direttore -
Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00



Per acquisti:
Librerie on-line oppure
rimesse intestate a
Garage Group Srl  -  Roma
C/C Postale: 001016765412
Accr. Bancario IBAN:
IT19E0760103200001016765412
(spedizione gratuita)

Per informazioni:
info@garagegroup.it
fax 06-23.32.08.416

Roma 2024 / I Giochi di Renzi: solo una promessa?

Mercoledì 17 Dicembre 2014

renzi


(gfc) “Portare avanti la candidatura tra gli scandali sarebbe come dipingere una Fiat 500 di rosso e dire che è una Ferrari”, ha scritto il Telegraph. Più pesante ancora il Guardian che si chiede: “A Roma i cittadini si lamentano per le buche e la spazzatura nelle strade e lo stato di abbandono delle antiche rovine. Quale posto migliore per ospitare l’evento più grande e costoso al mondo?” A Londra fanno ironia, anche perché reduci da una edizione dei Giochi – quella del 2012 – passata agli annuali come una straordinaria occasione per il Regno Unito, anche se nessuno ha ancora chiarito se è costata 12 o 24 miliardi di sterline. Ma perché tutto questo malanimo britannico? Perché lunedì scorso, ore 11,17, il premier Matteo Renzi ha fatto il grande annuncio al Foro Italico, sotto l'affresco che celebra l’allegoria del fascismo (ma in pochi se ne sono accorti). Roma Capitale si candiderà così per organizzare i Giochi Olimpici del 2024. Prima città ad ufficializzarlo tra la decina che sembrerebbero interessate. Intendiamoci, tra dieci anni l’Italia – e con essa Roma – saranno profondamente diverse da quelle di oggi.

Read more...

 

Rio 2016 / Proiezione medaglie olimpiche dopo i Mondiali 2014

Sabato 13 Dicembre 2014

LUCIANO BARRA

Con la conclusione dei mondiali di Pugilato si sono completati i Campionati del Mondo in programma nel 2014 ed è quindi possibile stilare una prima proiezione in vista dei Giochi di Rio de Janeiro 2016. Va rammentato che le gare previste a Rio de Janeiro sono 310. Negli ultimi mesi si sono svolti diversi Campionati Mondiali: Sollevamento Pesi (15 gare), Trampolino (2 gare) , Pugilato Femminile (3 gare) ed infine si sono completati i Ranking del Golf (2 gare) e del Tennis (4 gare su 5, non esistendo un Ranking nel doppio misto). Il totale dei Campionati del Mondo svoltesi nel 2014 (più le classifiche dei Ranking) è di 181 gare. Per completare la Proiezione sono stati aggiunte le medaglie assegnate nei Campionati del Mondo svoltisi nel 2013 (incluso il Rugby a 7) e quelle del Calcio Femminile (Londra 2012), per un totale di 124 gare. L’attuale Proiezione tiene conto quindi di 305 medaglie assegnate (mancando il doppio misto del tennis), il tutto in 28 Sports e 41 discipline.

Read more...

 
 

Roma 2024 / Renzi-Malago': si va verso un'altra candidatura?

Giovedì 11 Dicembre 2014


2012-olimpia-2


(gfc) A guardare bene, si prova un certo imbarazzo. Parliamo del grande annuncio che la strana coppia Matteo Renzi + Giovanni Malagò dovrebbe fare nella mattinata di lunedì 15 dicembre, al Foro Italico: Roma Capitale si candiderebbe alle Olimpiadi del 2024. Prima città a farlo delle 10 o 12 che ci stanno pensando in giro per il mondo. Con un tempismo di rara attualità che lascia perplessi. Come se a Roma – invece del procuratore generale Giuseppe Pignatone e la carrettata di arresti dalle parti del Campidoglio – fosse scesa in anticipo la Befana. A dispensare doni (tanti) e illusioni (poche). Coloro che ne sanno di più, i più esperti di questi maneggi, sostengono che la proposta era sul tavolo già da molti mesi. E che ad accelerarla, e a far da detonatore, sarebbero state le conclusioni della 127ª Sessione del CIO tenuta lo scorso fine settimana a Montecarlo. Chissà perché, nelle 40 risoluzioni proposte ed approvate (tutte e all’unisono!) dall’eterogenea assemblea dei paludati 96 membri del CIO, la nostra coppia avrebbe individuato il semaforo verde per le loro ambizioni. Intendiamoci, in quelle risoluzioni non c’è nulla che porterebbe a favorire Roma nei confronti di altre pretendenti.

Read more...

 
 

Atletica / Stagione 2014, … Top Ten finali e brevi considerazioni

Mercoledì 26 Novembre 2014

men4x100


A fuochi spenti, difficile non apporre anche sulla stagione 2014 un segno negativo. Una annata importante, collocata al centro del quadriennio olimpico e incentrata sugli Europei, che non ha mostrato l'attesa inversione nella tendenza al ribasso. Una situazione dalla quale si potrebbe (forse) uscire con un cambio di rotta deciso, soprattutto tecnico, che riporti le “scelte” federali al centro del sistema. Come sembrerebbe suggerire la decisione della FIDAL di aprirsi a contribuiti “esteri”. Resi possibili anche dal recente aumento del 20% delle risorse disponibili. Un incremento che la federazione di atletica non aveva mai avuto in tempi recenti. Ma innanzi tutto bisognerĂ  far di conto con la modestia generalizzata del parco atletico nazionale. PiĂą accentuata nel settore maschile che in quello femminile. E soprattutto con quella pericolosa e “percezione” dell’atletica come disciplina secondaria, se non di nicchia.

Read more...

 
 

IAAF / L'atletica nel deserto: ovvero i Mondiali 2019 a Doha

Lunedì 24 Novembre 2014

iaaf

LUCIANO BARRA


La storia dello sport, e più che mai la storia dell’atletica – disciplina dove secondi/centimetri, e specifiche prestazioni, scandiscono le imprese dei campioni – rimangono segnate da alcune date. Così è stato nel 1936 con le 4 medaglie d’oro di Jesse Owens, nel 1948 con le 4 medaglie di Fanny Blankers-Koen, nel 1954 per il primo Miglio “sub-4“ di Roger Bannister, nel 1968 per i salti di Dick Fosbury, le 4 medaglie d’oro di Lasse Viren negli anni 70, le 4 medaglie di Carl Lewis a Los Angeles o i record e le medaglie di Usain Bolt nel 2008 e 2012 e così via. E’ da prevedere che Novembre 2014 rimarrà nella storia dell’atletica – i posteri diranno se in maniera positiva o negativa – per la recente decisione della IAAF di far svolgere i propri Campionati del Mondo in Ottobre, cioè fuori stagione, e ad una latitudine ben poco consona alle gare all’aperto.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 1 of 80

Cerca