- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

Direttore: Gianfranco Colasante  -  @ Scrivi al direttore -  - 
Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti:
Librerie on-line oppure
rimesse intestate a
Garage Group Srl  -  Roma
C/C Postale: 001016765412
Accr. Bancario IBAN:
IT19E0760103200001016765412
(spedizione gratuita)

Per informazioni:
info@garagegroup.it
fax 06-23.32.08.416

Piste&Pedane / In attesa del presente, l'atletica guarda lontano

Martedì 6 Dicembre 2016

cross-1 2

di DANIELE PERBONI

Tutto ciò che troveranno scritto in queste righe, i quattro lettori quattro di codesta rubrica presumibilmente già lo avranno appreso da altre fonti e da diversi giorni. D’altronde il direttore di Sportolimpico non ci ha messo sotto contratto per divulgare le notizie in tempo reale. Quindi,… Però qualche considerazione la si può fare ugualmente. Iniziamo dai, che già l’abbiamo tirata per le lunghe sin troppo. “Stüma no chi a cinquantala” avrebbe esclamato il mio vecchio mentore e guida Dante Merlo.

Read more...

 

Atletica / La IAAF volta pagina: ma lo fara' in quattro anni

Lunedì 5 Dicembre 2016

montecarlo-2016

Allora, è vero Il congresso straordinario convocato da Seb Coe a Montecarlo lo scorso sabato ha dato un colpo di volano al processo di ammodernamento della IAAF, della sua struttura e della sua filosofia di fondo, approvando le linee di "Time for charge". Anche se restano da definire molti aspetti, lasciati per ora a una revisione dei regolamenti. La risoluzione approvata con 192 volti validi (one federation, one vote: i paesi aderenti alla IAAF sono 214) e cinque astensioni (tra cui Ucraina e Giamaica, ...) ha raccolto 182 SI e soli 10 NO. Si volta pagina dopo gli anni opachi della corruzione e delle coperture dell'era Lamine Diack, una serie di scandali che hanno portato al bando degli atleti russi dai Giochi di Rio (dove, si ricordi, si è un po' sparato nel mucchio lasciando a casa anche chi non aveva colpe).

Read more...

 
 

Saro' greve! / Grazie, Evelina, per il super-porto di Ostia

Lunedì 5 Dicembre 2016

villaggio torino 2006

di VANNI LĂ’RIGA

Anche in questa puntata di “Sarò greve !” debbo far riferimento ad una pagina della cronaca locale (ed ora tocca al Messaggero) per rendere edotti i lettori non romani di SportOlimpico sui contenuti di una intervista alla signora Evelina Christillin, presidente dell’ ENIT. Chi non sapesse chi esattamente sia, può documentarsi sui siti Internet cliccando Evelina Maria Augusta Christillin, ex azzurra di sci alpino, nata a Torino il 27 novembre 1955 e coniugata con Gabriele Galateri di Genola. La super-dirigente indica ora il percorso da seguire per far rinascere il turismo a Roma. Piena di entusiasmo, innesta subito la quarta marcia e, inevitabilmente, inciampa nel primo gradino. Afferma infatti che “Torino sta raccogliendo ora i frutti delle olimpiadi invernali del 2006”, …

Read more...

 
 

Atletica / A Bolt e ad Ayala gli Awards IAAF dell'anno olimpico

Sabato 3 Dicembre 2016

iaaf-award 2

Come di consueto, allo Sporting di Montecarlo, si è tenuta ieri la cerimonia di consegna degli IAAF Athletics Awards e, come si consueto (per la sesta volta) è stato premiato Usain Bolt. La corona al femminile (la prima volta almeno per lei) è andata all'etiope Almaz Ayana. Questa faccenda dei primi dell'atletica va somigliando sempre di più al Pallone d'Oro che tutti vorrebbero, ma che alla fine se lo rimbalzano - da anni - Messi e Ronaldo. E' vero che ci sono stati riconoscimenti minori, ma questa volta - crediamo - la IAAF ha perso un'occasione. Certo, sul piano tecnico, i prescelti non fanno una grinza. Fedele al suo cognome e ai suoi contratti, a Rio Bolt ha completato un'altra tripletta stellare: i 100 in 9"81, i 200 due volte in 19"78 (in semifinale e in finale), la 4x100 in 37"27. Che più?

Read more...

 
 

Fatti&Misfatti / I leoncini di Repesa finiscono sbranati

Sabato 3 Dicembre 2016

basket-1

di OSCAR ELENI

Da Alessandria d’Egitto per capire se il domatore sbranato dal suo leone assomiglia a Gelsomino Repesa che ha messo il fegato nelle fauci dei leoncini con la maglia dell’Emporio Armani. Peccato essere tristi nel giorno della commozione per aver ritrovato in edicola una testata come i Giganti che è all’origine del sogno raccontato così bene dal cofondatore Ghighi Parodi nel numero monografico dedicato a Carlo Recalcati che naviga nella sua vita seguendo Giulia Arturi.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 1 of 147

Cerca