- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

   Direttore: Gianfranco Colasante    info@sportolimpico.it

Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

I sentieri di Cimbricus / E se incrociassimo le gambe?

Martedì 27 Ottobre 2020


gravina-5 


“Registro, sogghigno, cerco e trovo appoggio in Mastro Will che anche nella più cupa delle tragedie tendeva a far presente che quella provvisoria rappresentazione che è la vita non va presa sul serio”.

Giorgio Cimbrico

“La verità à un cane da chiudere in canile” [il Matto, Re Lear, Atto I]
“Signore, io faccio professione d’esser schietto / Ho veduto ai miei tempi facce migliori / Di quante siano sulle spalle di coloro / Che vedo adesso davanti a me” [Kent, Re Lear, Atto II]
“Quand’ogni tribunale avrà giudici seri / Non avranno più debiti scudieri e cavalieri / Quando nessuna lingua dirà cose scortesi / E fuggiran la folla ladri e manigoldi / Quando gli usurai in pubblico conteranno i lor soldi / E baldracche e ruffiane erigeranno chiese / Allora sarà il tempo beato – se lo vedi – / Che per andare a spasso si adopreranno i piedi” [il Matto, Re Lear, Atto III]

Non è difficile scovare parole adatte a ogni occasione quando si ricorre a Mastro Will Shakespeare. La mia ricerca (piacevole, quando c’è da sfogliare quelle pagine) ha una causa: la notizia della richiesta al Premier, da parte del presidente federale, di includere il calcio tra i settori in crisi, meritevole di quelli che una volta si chiamavano gli aiuti e che da un paio di giorni, in piena metamorfosi lessicale, vengono definiti “ristori”. Ristoro fa venire in mente la maratona, la 50 km di marcia o don Ottavio che prega donn’Anna di dar a lui ristoro e “non farmi soffrire ancor” (Don Giovanni, atto II).

Read more...

 

Duribanchi / Sono tempi grami, dove tutto e'’ in forse

Martedì 27 Ottobre 2020

 

manzoni 


“Sono tempi nei quali serve fare attenzione alle parole che si dicono. Troppe bugie. Troppe promesse disattese. Troppa comprensione per i delinquenti. Che oggi si mescolano alla protesta dei cittadini perbene”.


Andrea Bosco

In tempi normali sarei su questo spazio solo (da veneziano) a godere per la Reyer che contro Sassari, nell'eterno duello con Pozzecco (due tecnici e immancabile espulsione, ma il Poz è anche il sale di questo sport, guai non ci fosse uno come lui in un mondo dove abbondano i chierichetti) ha cambiato ancora una volta pelle. I pretoriani di De Raffaele, votati alla difesa e alla transizione che sfornano una gara da 99 punti con ottime percentuali nel tiro pesante. Anche nei criticatissimi, Mazzola e Stone. Senza Daye infortunato, accanto alla certezza Tonut e ad un Fotu essenziale, un Bramos da 28 punti: da leccarsi i baffi. Il vero cioccolatino è l'uomo che sta in panchina. Un genio della tattica.

Read more...

 
 

Fatti&Misfatti / Crisi nera, generazioni bruciate

Lunedì 26 Ottobre 2020

 

vitucci 2 

 

“Tenere le squadre sul posto di gara aumenta le spese, i rischi, ci volevano pensatori non positivi al virus della banalità, gente che nell’emergenza non ti avrebbe deluso. Già, ma chi di questi sarebbe ascoltato?”

Oscar Eleni

Sul terrazzo chiuso al pubblico, come tante cose, oltre all’anima, cercando di educare, dopo il fallimento con una cagnetta isterica, il trombettiere mongolo, un uccello che passa le sue carestie nel deserto del Gobi, un volatile simpatico portatoci a casa da quelli che sanno portare tutto, la scusa per imitare il meraviglioso Bruno Bozzetto, disegnatore sublime, regista, che si è messo in casa da 6 anni un agnellino ora vicino al quintale. Avevamo bisogno di un diversivo mentre ci si domanda, come Veltroni, perché le chiese possono stare aperte, mentre cinema e teatri, palestre e piscine, per alcuni veri luoghi di culto, devono chiudere. Poi questa storia dei ristoranti fermi alle 18. Insomma fanno di tutto per confonderci.

Read more...

 
 

I sentieri di Cimbricus / Un regalo veramente pericoloso: un libro

Sabato 24 Ottobre 2020

scaffali-per-libri


"Ho moltissimi libri e molti destinatari, e sono animato da sincera generositĂ . Tra gli altri, invio persino un libro a Donald Trump: la Costituzione degli Stati Uniti, un long seller citato da molti, letto da pochi."  


Giorgio Cimbrico

In quel concentrato di brevi saggi anticipatori che è “Diario Minimo” (una divertente presa di posizione contro l’ipocrisia, i luoghi comuni, lo stereotipo del linguaggio, nemici mortali del nitore dell’analisi, della tolleranza), Umberto Eco finge di inviare una lettera al figlio Giulio promettendo che a Natale gli regalerà fucili e sciabole e draghinasse. Scorrendo quel che mi capita sotto gli occhi e che fa momentanea breccia nella coscienza, anche a me è venuta voglia di regalar qualcosa di altrettanto pericoloso: libri.

Read more...

 
 

Duribanchi / Un patrimonio per il suo paese. Ma non solo

Sabato 24 Ottobre 2020


pele

Anche O’Rey ha tagliato il traguardo degli ottanta. Un re privo di eccessi. Mai sopra le righe. Un grande uomo che appariva “timido”. E l’interrogativo che non ha risposta: resta Pelè il miglior 10 della storia?

Andrea Bosco

Edson Orantes do Nascimiento: semplicemente Pelè. Ne compie ottanta. Un monumento dello sport. Il ragazzino che sedicenne ai Mondiali di Svezia, vinse la Rimet, come allora si chiamava, umiliando i favoritissimi padroni di casa che in squadra avevano i Liedholm, gli Hamrin, gli Skoglund. Portando tra dribbling, “sombreri” e gol, il gioco del calcio nel futuro. Non si era mai visto, prima di allora un giocatore come Pelè.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 6 of 439

Cerca