- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

   Direttore: Gianfranco Colasante    info@sportolimpico.it

Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

Duribanchi / Una storia bella e tragica, da ricordare

Martedì 4 Febbraio 2020

 

ucraina 


Una settimana di ordinaria mediocrità. "Il problema non è oggi la buona fede degli arbitri e neppure la tecnologia. Il problema è un protocollo e un regolamento che ormai puniscono anche i sospiri."

Andrea Bosco

Brignone e Goggia. Lo sport italiano vola con la sciolina delle ragazze. Vista la Conegliano del volley alla tele: con il “martello” Egonu che avrebbe potuto essere un bel “quattro” per il basket femminile. Ha detto Zeman: “il calcio delle ragazze è in evoluzione ma ci vorrà tempo: in Italia le donne stanno in cucina”. Bella mossa maestro: immagino che nei prossimi giorni, grandinerà. La polemica su quanto è lecito “scrivere” e su quanto non sia “politicamente corretto”, infuria. A targhe alterne. Mi sono imbattuto nel testo di un motivo di Fred Buscaglione, il cantante con i baffetti alla Clark Gable, autore del bellissimo “Guarda che luna”, che negli anni Sessanta furoreggiava con atteggiamenti e testi che mettevano in burla i gangster della Chicago di Al Capone.

Read more...

 

Fatti&Misfatti / Non provate ad aprire il vaso di Pandora

Lunedì 3 Febbraio 2020

 

tessitori


“Che cosa credere? Allora dateci un martello per sbriciolare questo castello, non di legno come quello di Bojnice, non in pietra come quello di oggi, ma soltanto carta per imbonitori che pensano di farci impazzire”.

Oscar Eleni

Dallo zoo nel castello slovacco di Bojnice alla bella Argentina per andare a trovare Hernan Crespo che allena il Defensa y Justicia nella cittadina che prende il nome da Florencio Varela, scrittore, giornalista. Le terme nella fortezza, il sorriso di un giocatore bello e bravo svezzato nell’Italia ancelottiana, cresciuto qui dove, ogni tanto, resti sorpreso da chi vorrebbe mungere lo sport, convinto di pagare lui i debiti che devi fare per stare dietro a progetti che ti fanno trovare dietro l’angolo soprese, convinti di non averle meritate.

Read more...

 
 

I sentieri di Cimbricus / L'era degli stivali delle sette leghe

Lunedì 3 Febbraio 2020

 

eliud 


Compromesso, ultima frontiera. Così la WA (pardon, IAAF) ha provato a mettere ordine nella faccenda delle nuove scarpe che promettono mirabilia. Ma senza urtare troppo chi quelle scarpe le progetta e, soprattutto, le vende.

Giorgio Cimbrico

Sin da giovane Eliud Kipchoge, selezionato dal Kenya per la gara di Sapporo (noblesse oblige), ha sempre mostrato di essere lucido e intelligente. Qualche giorno fa è intervenuto dicendo che quando la gente parla di F1 pensa al motore della Mercedes, non alle gomme. Eliud ci mette il motore, la Nike gli fornisce le gomme. Buone gomme. Riflessioni così, dopo che la commissione istituita da World Athletics (negli ultimi tempi, con l’Integrity Unit ecc., la vecchia IAAF ha creato un sacco di posti di lavoro) non ha messo al bando la superscarpa dei risultati acquisiti, ma ha anche stabilito che per il futuro le calzature devono diventare un bene comune: una scarpa deve essere messa sul mercato, almeno quattro mesi prima un evento che riguardi gli atleti di elite. I prototipi non verranno ammessi.

Read more...

 
 

Osservatorio / A proposito di “finanziamenti” statali allo Sport

Sabato 1° Febbraio 2020

 

corsa-1


Ritorno su quanto scritto sui rapporti economici tra sport “sociale” (S&S) e sport “agonistico” (CONI e Federazioni). Ampliando i termini del dibattito con qualche considerazione e soprattutto con molte cifre. Argomento che merita più di una riflessione.

Luciano Barra

Il mio articolo di stamani sul finanziamento dello sport ha provocato diverse osservazioni. Tra queste, l’attento Giuseppe Antonini – un Maestro dello Sport di razza –, mi ha fatto notare che non avrei dovuto porre un punto interrogativo nell’oggetto della mia domanda, ma un punto esclamativo. E soprattutto avrei dovuto citare la situazione ai tempi nostri che una volta di più conferma che è lo Sport a finanziare lo Stato e non viceversa. Come qualcuno ritiene e cerca di accreditare.

Read more...

 
 

Osservatorio / Lo Stato finanzia lo Sport oppure e' il contrario?

Sabato 1° Febbraio 2020

 

coni-1

 

Il nuovo assetto di "Sport e Salute" deciso dal governo, e soprattutto gli annunci che ne sono seguiti, rimettono in discussione i rapporti tra Stato e Sport fissati sin dai primi giorni dell'Italia repubblicana. Per capire, proviamo a ricordarli.

 

Luciano Barra

 

Venerdì 31 gennaio, apro La Repubblica e leggo – a firma di Goffredo De Marchis, giornalista attento e molto informato –, una frase che mi ha fatto saltare sulla sedia. In un articolo con il titolo “Cozzoli averte il CONI: la riforma va avanti”, De Marchis testualmente scrive: “D’ora in poi i rapporti con le Federazioni, l’impiantistica, i bandi per il supporto allo sport sociale e altri capitoli di spesa è giusto che li gestisca lo Stato, visto che mette le risorse, più di 400 milioni l’anno”.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 6 of 394

Cerca