- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

Direttore: Gianfranco Colasante  -  @ Scrivi al direttore -  - 
Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti:
Librerie on-line oppure
rimesse intestate a
Garage Group Srl  -  Roma
C/C Postale: 001016765412
Accr. Bancario IBAN:
IT19E0760103200001016765412
(spedizione gratuita)

Per informazioni:
info@garagegroup.it
fax 06-23.32.08.416

I sentieri di Cimbricus / La dolce scozzese dal cuore impavido

Martedì 21 Novembre 2017

muir 2

di Giorgio Cimbrico

L’Associazione britannica degli scrittori di atletica ha votato atleta dell’anno Laura Muir che ai Mondiali di Londra non ha vinto - quarta nei 1500, sesta nei 5000 - che sta lavorando sodo, settanta ore alla settimana, in un ospedale equino di Glasgow, tappa indispensabile per conquistare la laurea in veterinaria, che ha confessato di aver cucinato e messo in freezer parecchio cibo per non perdere troppo in quotidiane preparazioni culinarie, che malgrado tutto questo impegno ha raccontato di non aver perso un allenamento, di aver già corso dei cross e di puntare sia ai Mondiali indoor di Birmingham che agli Europei di Berlino.

Read more...

 

Fatti&Misfatti / Andiamo dove ci porta il cuore

Lunedì 20 Novembre 2017

copertina dallari 2

di Oscar Eleni

Dalla triste Madina Mursia, sputando con rabbia nelle acque limacciose del fiume Segul, per l’ultimo saluto a Gianluca Mattioli. Arbitro di qualità. Una bella persona. Uno di cui eri volentieri amico, anche se il vero arbitro tiene a distanza, ma lui ti avvicinava perché sentiva l’affinità degli appassionati che credono nel mondo dove hanno scelto di vivere, pazienza se in molti si sono dimenticati il tuo nome. Per questo viaggio a Murcia ci siamo portati due libri che abbiamo affidato al vento mentre il vicepresidente Laguardia vestiva la bara con il tricolore per riportarla in Italia. Il primo che sarebbe piaciuto tanto al Mattioli pesarese è il viaggio nella fantasia di Gianni Corsolini. Il “Vado a vanvera” dell’eterno innamorato Gianni servirà a Mattioli per parlare, finalmente, con chi fischia da molto più in alto. Lo abbiamo fatto spesso quando c’era l’occasione di scambiare qualche idea sfuggendo alle sfumature di grigio.

Read more...

 
 

Italian Graffiti / Sugli Stati Generali l'ombra lunga del calcio

Lunedì 20 Novembre 2017

stati_generali_-_programma_v5 2

di Gianfranco Colasante

Sull'esempio di Papa Francesco, anche il presidente del CONI Giovanni Malagò - funzionario pubblico come tiene sempre a precisare, neanche fosse un merito - ha preso da qualche tempo a twittare col consueto entusiasmo. L'ultimo cinguettio che ha affidato ieri ai suoi undicimila followers (cifra tonda) recita: "Buona domenica. Il mito delle Olimpiadi incontra cinque colori, tanti quanti i valori dei cinque cerchi. Accadrà oggi e martedì agli Stati Generali del CONI. Qui il programma di cui sono molto contento". E in serata, ospite nel salotto di Fazio, l'elegante principe dei salotti bene romani ha ribadito il concetto, allargando il discorso al calcio, "solo" una delle 380 realtà sportive di cui deve occuparsi, ... Annunciando anche per certe (e per oggi) le dimissioni del presidente della FIGC Carlo Tavecchio. Il quale, tanto per restare in sintonia, a stretto giro fa sapere di non pensarci proprio. Staremo a vedere.

Read more...

 
 

Saro' greve / Quando incontrai Elizabeth Alice (Betty) Cuthbert

Lunedì 20 Novembre 2017

cuthbert 2

di Vanni Lòriga

Il 20 novembre 1956, cioè esattamente sessantuno anni fa, ebbi il piacere di conoscere Elizabeth Alice “Betty” Cuthbert. L’incontro avvenne sulla pista di allenamento del Villaggio Olimpico di Heidelberg, a 14 chilometri dal Cricket Ground Stadium di Melbourne, città che ospitò i Giochi della XVI Olimpiade. Ero arrivato nella capitale dello stato del Victoria approdando, il giorno prima, nel porto della Philip Bay a bordo dell’incrociatore "Raimondo Montecuccoli." Il motivo della mia presenza in Australia è presto spiegato. L’Esercito aveva deciso di affidarmi la cattedra di Atletica Leggera presso la Scuola Militare di Educazione Fisica di Orvieto e, a titolo di aggiornamento professionale, mi inviò a Melbourne.

Read more...

 
 

Osservatorio / Candidature: la cultura dell'immediato

Venerdì 17 Novembre 2017

universiade-2019

di Luciano Barra

Quella di candidarsi per organizzare una manifestazione internazionale sta diventando da noi una malattia contagiosa e seriale. Sia chiaro per lo sviluppo e la promozione dello sport o di una disciplina sportiva organizzare un evento internazionale è utile e necessario, soprattutto in Italia. Ma bisogna saperlo fare e soprattutto avere chiaro che proprio in Italia i tempi, causa burocrazia e litigiosità politica, sono molto più lunghi. Sto soffrendo più che mai, causa le mie origini napoletane, la vicenda delle Universiadi in Campania. Conservo, e li ho incorniciati nel mio personale Museo Olimpico, tutti gli “accrediti” delle manifestazioni sportive a cui sono stato. Il primo è quello delle Universiadi del 1959 a Torino dove andai grazie ad un premio offertomi da Alfredo Berra, quale giovane dirigente.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 1 of 212

Cerca