- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

Direttore: Gianfranco Colasante  -  @ Scrivi al direttore -  - 
Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

I sentieri di Cimbricus / La tristezza dei contenitori vuoti

Lunedì 1° Luglio 2019

 

minsk-19

 

"Oggi è tutto un gioco, superficiale, effimero, imposto da chi sostiene che i tempi sono cambiati e così è necessario offrire un altro spettacolo, smart, cool o come lo etichettano questi che non si capisce se siano manager o iloti."

 

Giorgio Cimbrico

“Sono qui per divertirmi”, dice oggi l’atleta-tipo decretando la fine del dramma. Proprio ieri la IAAF ha proposto un revival delle grandi pagine del miglio e non uno di quei volti – Bannister, Landy, Walker, El Guerrouj – mostrava la lietezza superficiale e un po’ stordita di questi nostri giorni, sempre più simili a contenitori vuoti, ai “baccelloni” dell’invasione degli ultracorpi. Quei volti erano segnati, straziati, appena illuminati da sorrisi strizzati.

Read more...

 

Calcio e dintorni / Evitare di barare, per favore.

Lunedì 1° Luglio 2019

 

bertolini 


Tra la “compagnia dei poeti estinti” e i “viaggiatori speciali” (anche se in fatto di armeni, io resto alla magia del Mussa Dagh), diamo il benvenuto ad Andrea. Che inizia con un tema di stretta attualità, ma che rischia di seguire strade già note. Speriamo che almeno stavolta non vada così, visto che chiarezza sul professionismo sportivo la aspettiamo dal … 1981.

Andrea Bosco

La cosa da evitare è che adesso, spenti i riflettori sulle ragazze di Milena Bertolini, sconfitte ai mondiali di Francia dalle campionesse continentali in carica dell'Olanda, gli ottimati nostrani piazzino uno di quei “tavoli tecnici” che a lor-signori piacciono e che servono a un tubo. Un modo per perdere tempo. I Gattopardi nostrani sono maestri in quest'arte. Che nulla ha a che fare con il bel saggio dell'armeno Patrick Maoukian, pubblicato in Italia nel 2017 per “viaggiatori speciali”. Qui la materia è quella degli specialisti a “fingere di cambiare affinché nulla cambi”.

Read more...

 
 

Saro' greve / Il Fosbury? L'avevano gia' inventato i Borboni, ...

Lunedì 1° Luglio 2019

 

fosbury 2 

 

Capita a volta che per capire meglio il presente, sia d’uopo indagare sul passato. Nulla di nuovo sotto il sole, si potrebbe dire, pur con i dovuti distinguo. Dettati dal buon senso.

 

Vanni Lóriga

Se il Lombardo-Veneto suona le sue trombe olimpiche, Napoli – è appena il caso di dirlo – risponde con le sue campane universitarie ed universali, cioè con quelle Universiadi che vedemmo nascere esattamente sessanta anni fa a Torino. Ringrazio Alberto Gualtieri per aver ricordato che fra pochi giorni (3-14 luglio) prenderà il via una manifestazione a cui nessuno più credeva. Sarà facile formulare giudizi ora che la creatura ideata e voluta da Primo Nebiolo taglia il traguardo della sua edizione 2019, mentre per i Giochi Invernali MI-COR-26 i problemi cominciano proprio adesso.

Read more...

 
 

Osservatorio / Quando la vittoria nasce dall'unione

Giovedì 27 Giugno 2019

 

losanna-19 


L'assegnazione dei Giochi Invernali all’Italia – la seconda in vent’anni – nel dimostrare la compattezza vincente tra le diverse componenti, può tradursi anche in una necessaria riconferma della propria forza ed autonomia. A patto di qualche necessario cambio di rotta.

Luciano Barra

La vittoria dello sport italiano a Losanna per i Giochi Olimpici Invernali del 2026 mi ha ricordato, e mi ha emozionato, quanto quella di Marcello Lippi a Berlino nei Campionati del Mondo di calcio del 2006. Qui come li l’Italia usciva da un periodo di grandi difficoltà politico-sportive ed invece ha saputo reagire portando a casa due vittorie importantissime. Chissà se anche qui la “chimica” del successo non sia dovuta proprio a quelle difficoltà. Lo sport ha dimostrato alla politica italiana che quando c’è compattezza ed unità d’intenti si supera qualsiasi difficoltà.

Read more...

 
 

Piste&Pedane / Un D.T. perennemente insoddisfatto

Giovedì 27 Giugno 2019

 

sottile 2 

 

La "corrente di positività" che percorre l'atletica azzurra, le sue cause, le sue prospettive, i suoi limiti, nelle parole di Antonio La Torre, motivatore del movimento ed eterno insoddisfatto. Atteggiamento da condividere.


Daniele Perboni

Totalmente indifferenti all’assegnazione olimpica, sopportando stoicamente la calura che ha investito come una carica di cavalleria la pianura tutta, non ci resta che rifugiarci nella nostra piccola e seguita (così ci rassicura il direttore) rubrica settimanale. Da qualche parte abbiamo letto che non tutto il movimento nostrano è da buttare. Vero, verissimo. Buone cose stanno emergendo, freschi talenti sbocciano, altri si riconfermano su buoni livelli. Insomma, siamo percorsi da una «Corrente di positività». Parole del Direttore Tecnico Antonio La Torre. È al vecchio amico che ogni tanto facciamo ricorso per tastare il polso dell’atletica italiana, e il “lombardo con radici pugliesi”, smorza all’istante certi toni trionfalistici.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 5 of 339

Cerca