- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

Direttore: Gianfranco Colasante  -  @ Scrivi al direttore -  - 
Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

I sentieri di Cimbricus / Napoleone, Homo Olimpicus: fu vera gloria?

Sabato 17 Agosto 2019

napoleon_5


Due giorni fa, a Ferragosto, è caduto il 250° anniversario della nascita del Grande Corso. Un occasione per ripercorrere - con un po' di fantasia e un pizzico di irriverenza - in chiave sportiva la sua vita, la sua ascesa, la sua caduta.

 

Giorgio Cimbrico

Duecentocinquant’anni fa nasceva Napoleone Bonaparte che a Milano ha lasciato l’Arena (tra meno di un anno tornerà utile per il Golden Gala) e a chi l’ha ammirato, avversato, odiato, combattuto un volume sterminato di storie, di dibattiti possibili, di dubbi, di interrogativi. Fu vera gloria? Diceva Manzoni. C’entra qualcosa N con lo sport olimpico? Sì, perché praticava uno sport olimpico, l’equitazione, con una continuità tale da meritargli una virtuale convocazione nella squadra per il “Completo”.

 

Read more...

 

Piste&Pedane / Un invito, non allarghiamoci troppo

Mercoledì 14 Agosto 2019

 

4x400-19 2

 

Tra memorie e attualità, qualche riflessione a margine del bel quarto posto di Bydgoszcz. Condividendo in pieno l'invito del DT La Torre a mantenere i piedi ben piantati a terra.  

 

Daniele Perboni


Rintanati nella Puglia più profonda, accecati dal sole e cotti a puntino da temperature assassine, tocca comunque metter mano alla tastiera per pagar dazio al direttore che, implacabilmente, attende qualche riga. Argomento a piacere, come nelle migliori tradizioni scolastiche. Quasi isolati dal resto del mondo, optiamo per la recentissima “Coppa Europa” o meglio per il Campionato Europeo per nazioni, come oggidì viene etichettata dai nuovi padroni dell’atletica continentale. D’altronde, se il vecchio spazzino è stato ribattezzato operatore ecologico, ma sempre le mani nel “rudo” mette, perché non modificare anche quella vetusta insegna che puzza di muffa? Qualche modifica al regolamento ed ecco confezionata una manifestazione che pare proiettata nel futuro, anche se in pista e in pedana si corre, salta o lancia. Misteri del nuovo millennio.

Read more...

 
 

I sentieri di Cimbricus / "Mi attendo che tutti facciano il loro dovere".

Mercoledì 14 Agosto 2019


bydgoszcz-19


"L’atletica europea non è morta. Si specializza, ma difficilmente persegue quella dimensione di completezza che era il vanto di antiche potenze scomparse o disintegrate dal tempo, dalla storia."


Giorgio Cimbrico

L’Europa è fiacca, mancava un sacco di gente, bisognerebbe tener conto della Russia, rondini che non fanno primavera, soprattutto ad agosto: se non le ho ascoltate, le ho immaginate, queste riflessioni, mentre scorrevano i titoli di coda sul campionato europeo per nazioni che tra due anni tornerà al format logico e diretto della Coppa Europa: le minuscole e le maiuscole non sono lapsus calami.

Read more...

 
 

Fatti&Misfatti / Maledetti assassini di conigli

Lunedì 12 Agosto 2019

 

viviani.19


L’estate bollente di atletica e volley, con una finestra di simpatia per la coppia Viviani-Cecchini. Tutto bene, allora? Niente affatto, in attesa delle repliche cestistiche e di sapere che fine faranno le “riforme” volute dai politici tra crisi vecchie e future.

Oscar Eleni

Dal bosco degli alberi storti vicino a Tintagel, in Cornovaglia, dove sarebbe nato re Artù. Voglia di fantasia, desiderio di scoprire cosa si può fare con le cose che nascono storte. Magari come il coraggioso La Torre con la nostra atletica costretta a litigare con i tuffatori per avere lo schermo RAI mentre si giocava il podio, perso per mezzo punto, in Coppa Europa. Ai poveri solo briciole. Meglio ancora seguendo Cassani e i suoi ciclisti nel fine settimana europeo dei Viviani, lui oro, lei, la Cecchini, argento. Di sicuro se chiedi a Dovizioso ti spiega come si può raddrizzare una traiettoria in moto.

Read more...

 
 

Saro' Greve / Modugno, il vecchio Frac e l'Orientamento

Lunedì 12 Agosto 2019

 

modugno 


Storie e aneddotti semisconosciuti sull’Orientamento e le sue origini in Italia, quando fu scoperto e lanciato dagli allievi della scomparsa Scuola Militare di Educazione Fisica.

Vanni Lóriga

Il 6 agosto di venticinque anni orsono Domenico Modugno cessava di Volare. Ai nostalgici ricordi che gli sono stati doverosamente riservati voglio aggiungere un aneddoto che, sia pure in maniera del tutto indiretta, lo proietta nel mondo dello sport ed in particolare in quello dell’Orientamento, altrimenti noto come orienteering. Per i pochi che non lo sapessero si tratta di quella disciplina sportiva i cui praticanti, dotati soltanto di una carta a scala ridotta e di una bussola, debbono raggiungere punti prestabiliti chiamati “lanterne”. È uno sport relativamente giovane, con radici nei paesi scandinavi.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 2 of 346

Cerca