- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

Direttore: Gianfranco Colasante  -  @ Scrivi al direttore -  - 
Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti:
Librerie on-line oppure
rimesse intestate a
Garage Group Srl  -  Roma
C/C Postale: 001016765412
Accr. Bancario IBAN:
IT19E0760103200001016765412
(spedizione gratuita)

Per informazioni:
info@garagegroup.it
fax 06-23.32.08.416

Doping e dintorni / Processo Schwazer: la difesa va all'attacco

Venerdì 17 Novembre 2017

bolzano

di Sandro Aquari

BOLZANO – Mercoledì mattina era azzurro il cielo sopra Bolzano, l’aria fresca ma ancora gradevole, la gente affollava le strade, in attesa dell’apertura dei mercatini di Natale, l’evento prestigioso della città, e la gente affollava anche il pretenzioso palazzo del tribunale, dove al terzo piano nell’aula E la giudice Carla Scheidle (nella foto), minuta, bionda, sempre elegante, ha ascoltato per quasi sei ore le arringhe dei difensori di Giuseppe Fischetto, Pierluigi Fiorella e Rita Bottiglieri, a giudizio, come noto, con l’accusa di aver favorito con una serie di omissioni il doping di Alex Schwazer. Il processo, iniziato il 29 aprile 2015, ma di fatto partito definitivamente il 25 novembre 2015, ha vissuto mercoledì la sua ventitreesima udienza, durante le quali si sono alternati ben trentanove testimoni. Insomma, una sorta di “maxi processo”. Ora, il 13 dicembre, ci saranno le controrepliche e poi la sentenza.

Read more...

 

I sentieri di Cimbricus / Tutto quello che avreste voluto sapere, ma ...

Giovedì 16 Novembre 2017

mosca-18

di Giorgio Cimbrico

Tutto quello che avreste voluto sapere sullo scenario di Russia 2018 e che, in questi giorni di silenzi, di incontri, di dimissioni che non arrivano, di accesi dibattiti che ovviamente hanno investito i politici (sono indeciso tra il punto interrogativo e il piĂą raffinato “sic”) nessuno vi ha ritenuto degni di conoscere. Ad esempio che in questi giorni il terrore corre tra chi ha deciso di spendere una montagna di quattrini per i diritti televisivi. Senza l’Italia, la mazzata sulla audience, il colpo di maglio sullo share sono assicurati. Come e a chi vendi Brasile-Croazia? A cultori della manovra? A maniaci del vizio solitario?   

Read more...

 
 

Piste&Pedane / Tempo di cross: ma dove sono finiti i crossisti?

Mercoledì 15 Novembre 2017

cross-2017

di Daniele Perboni

Autunno: nebbia, fango, vendemmia, inizio del letargo invernale, commemorazione dei defunti, Halloween, bla, bla, bla…. Autunno: Campionati Europei di cross. Argomento più consono da trattare in questa rubrica e su questo giornale e in questa stagione. La prossima edizione di Samorìn (Slovacchia, a pochi chilometri da Bratislava, 10 dicembre) spegnerà ventiquattro candeline. Cominciano, dunque, ad avere una loro tradizione, i campionati. Ma non è la storia di questa manifestazione che ci preme conoscere, anche se potrebbe fornirci argomenti interessanti. Il punto centrale di queste note sono le tappe di avvicinamento all’evento. Il tutto, chiaramente, in salsa azzurra.

Read more...

 
 

I sentieri di Cimbricus / Pensare al calcio come a uno sport

Mercoledì 15 Novembre 2017

tavecchio1

di Giorgio Cimbrico

E ora Ventura verrà ricordato come Mondino Fabbri che il Guerino, allora in formato lenzuolo, chiamava il ducetto di Castelbolognese. Per statura, in realtà, il ct della disfatta di Middlesbrough ’66 riporterebbe a Tavecchio, l’altro co-protagonista del disastro che cade a pochi giorni dal centenario della disfatta di Caporetto. A chi legge, la libertà di stabilire paralleli, più o meno improvvidi, tra Tavecchio e il debole primo ministro Paolo Boselli, sostituito dopo il cedimento della IIa Armata, la conseguente rotta, la faticosa ritirata sino alla linea del Piave; o tra Ventura e Cadorna che, da tutti battezzato il Capo, ragionava e decideva con la sua testa, puntualizzando nella corrispondenza con la famiglia che se si era arrivati a simile disastro era per via del paese, del governo, della propaganda pacifista e socialista, oltre naturalmente alla codardia delle truppe che da due anni e mezzo si facevano massacrare nelle battaglie sul fronte dell’Isonzo.

Read more...

 
 

Fatti&Misfatti / Asini e buoi. Da dove cominciamo?

Martedì 14 Novembre 2017

ita-swe 2

di Oscar Eleni

Carissimi che avete la pazienza di leggere, sono Oscar Eleni collaboratore di siti senza padroni. Notte cupa per l’Italia del pallone fuori dal mondiale. Da dove cominciamo? Dal bue che dà del cornuto all’asino? Beh sembra questa la strada. Rifondare dai vivai. Dai genitori che erano a San Siro e hanno fischiato l’inno della Svezia? Dalle dimissioni di chi comanda adesso. Dovrebbero andare via in tanti e in molti sport nell’Italia che cincischia sempre appena si parla di sport nella scuola. Li avete visti i “migliori” calciatori italiani nelle qualificazioni e poi nel letale spareggio per non andare al mondiale? Tre passaggi in fila? Mai. Cross, mai riusciti, per nano attaccanti. Confusione.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 2 of 212

Cerca