- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

Direttore: Gianfranco Colasante  -  @ Scrivi al direttore -  - 
Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

www.sportolimpico.it

Cultura / Presentata la prima Collana di Storia dello Sport

PDFPrintE-mail

Venerdì 24 Gennaio 2014

 



Martedì 21, presso il Palazzo delle Federazioni di Via Vitorchiano a Roma, è stato presentato il volume “Miti e Storie del Giornalismo sportivo” di Gianfranco Colasante. Relatori – assieme al padrone di casa che ha ospitato l’evento, Mario Scarzella, presidente della Federazione di Tiro con l’arco – sono stati Valerio Piccioni della Gazzetta dello Sport e Giacomo Crosa, storica firma di Mediaset. Una bella occasione per ripercorrere i primi anni di una professione – quella del giornalismo sportivo – che ha fiancheggiato e aiutato lo sviluppo dello sport italiano sin dall’origine (nella foto, un momento della conferenza). Un percorso parallelo riscoperto, e narrato, attraverso le vicende umane e professionali dei maggiori pionieri e di quanti, in quel "giornalismo di frontiera", hanno creduto ed operato con entusiasmo e passione. Ma anche una scusa per riscoprire – come mai è stato fatto prima – attraverso complete schede bibliografiche, le oltre 400 testate di sport apparse in Italia tra il 1859 e il 1919. Un inedito e prezioso contributo, quest’ultimo, alla cultura dello sport, un patrimonio unico che le istituzioni avrebbero il dovere di tutelare e tramandare. In sintesi, un viaggio professionale ed umano su un secolo di storia, tra Ottocento e Fascismo, per una valorizzazione del sostegno fornito dai giornalisti alle fortune dello sport nazionale. 


Read more...

 

I sentieri di Cimbricus / La palla ovale del sol levante

PDFPrintE-mail

Venerdì 20 Settembre 2019


rugby-wc


In un quarto di secolo di professionismo, il rugby è cambiato per il giro di denaro prodotto, per l’interesse dei network televisivi e del mondo finanziario, per le pieghe regolamentari, per l’apertura alle donne e al gioco a 7 (sport olimpico).


Giorgio Cimbrico

Non è che qui se ne parli molto ma in Giappone sono cominciati i Mondiali di rugby. In realtà, Coppa del Modo intitolata William Webb Ellis, abate e inventore del gioco (il 200° anniversario nel 2023), sepolto nel cimitero vecchio di Mentone. E’ la nona edizione, la prima in un paese non ovale. Insomma, non troppo ovale: negli ultimi anni i giapponesi qualcosa hanno combinato: la giornata di gloria rimane quella di quattro anni fa, a Brighton, quando per cuocere la carne stile Kobe scelsero quella degli Springboks sudafricani.

Read more...

 

Ciclismo / Definita la squadra per Londra

PDFPrintE-mail

Mercoledì 4 Luglio 2012

Allora ci siamo. Più che Paolo Bettini, sono stati gli eventi degli ultimi giorni a sciogliere le riserve che gravavano sulla squadra olimpica di ciclismo su strada (in linea e a cronometro). Fuori per accidenti vari, legati a verifiche dell’anti-doping, Michele Scarponi che – assieme a Vincenzo Nibali – si sta consolando con il Tour, appena partito. Anche i risultati del tricolore corso a Borgo Valsugana lo scorso sabato – primo Franco Pellizotti, al rientro dopo due anni di stop per valori ematici alterati, davanti a Danilo Di Luca, con Nibali quinto e Scarponi sesto – non pare abbiano influenzato le scelte del CT, già maturate nel raduno di Levico Terme.

Read more...

 
 

Focus / L'atletica italiana sulla strada di Rio

PDFPrintE-mail

Martedì 27 Ottobre 2015

di LUCIANO BARRA

sportweek

A seguito di quanto ho scritto alcune settimane fa sull'atletica italiana e sul ritorno di Alex Schwazer sono stato sommerso di messaggi. Di vario tipo e tenore. Quello che più mi dispiace è che quasi nessuno ha fatto commenti sulle decisioni del C.F. della FIDAL in merito alla struttura e alla programmazione tecnica. I casi sono due: o nessuno ci ha capito nulla oppure le novità annunciate hanno convinto tutti. Io insisto nel dire che è dovere di ognuno di noi (d'altronde le risorse della FIDAL sono pubbliche, come quelle del CONI) essere vigili ed intervenire durante questi importantissimi mesi di attività. (Anche se spesso qualcuno storce il naso e mugugna: ma che vogliono questi? perchè non si fanno i fatti loro?)

Read more...

 

I sentieri di Cimbricus / Attacco frontale alle stupidaggini

PDFPrintE-mail

Mercoledì 31 Luglio 2019

 

manuel 


Non sappiamo se ha ragione chi dice che lo sport vive di luoghi comuni. Ma, certo, pare difficile disfarsene a ben vedere ciò che ci propinano i mille canali dell’informazione. Una notizia è tanto vera quanto meno è verificata.

Giorgio Cimbrico


Smentiti i luoghi comuni che sono stati spesso sgraditi compagni di viaggio. Simone Manuel vince i 50 e 100 stile libero ai Mondiali, Jakob Ingebrigtsen impegna a fondo kenyani e etiopi e spesso li batte: Simone è nera, Jakob è bianco. Simone è texana di Sugar Land (bel nome, …) e quando è stato il momento di fare il salto è andata a Stanford, che ha un collezione di medaglie olimpiche, oltre 300, che desta invidia tra le potenze dello sport mondiale. Allenarsi in quel sacrario l’ha trasformata nella prima afro-americana olimpionica in piscina.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 1 of 353

Cerca