- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

  Direttore: Gianfranco Colasante   

Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)





I sentieri di Cimbricus / "Citru" ovvero l'infanzia di un capo

Venerdì 20 Maggio 2022

 

ali 2 

Se lo sprint è il settore più vivace di quest’inizio di stagione, la rivelazione è questo ragazzone 23.enne i cui cromosomi affondano in Africa Occidentale e che – trasferitosi da Como ad Ostia – sta studiando da duecentista ... extra-large.

Giorgio Cimbrico

Con lui ogni contatto deve avvenire dal basso verso l’alto: Chituru Ali, nato a Como il 6 Aprile 1999, è alto 1.96, “ma forse sono anche 1.97”. Ali è il più alto. Chissà se diventerà il più grande. Una fotocopia di Bolt, più bello però, un uomo vitruviano moltiplicato per due: pare che Leonardo, avvertito dell’ingresso in scena del giovanotto, si stia procurando un foglio più largo per disegnarlo. Misura delle scarpe, 49 e mezzo; peso, oltre i 95. Mai pensato di giocare a rugby? “No, all’inizio c’è stato il calcio, poi è venuta l’atletica, 110H”. 

Read more...

 

Piste&Pedane / Buona la prima, ma con la testa ad Eugene

Venerdì 20 Maggio 2022

 

jacobs-mei 


C’era molto interesse attorno al rientro di Marcell sui 100, distanza che non correva dalla meraviglia di Tokyo. Pur con i postumi dei recenti malanni, ne è uscito un 10”04 che soddisfa solo in parte. Anche se resta l’ottavo tempo in carriera.

Daniele Perboni

Mancano due ore all’esordio. Per “ammazzare” il tempo si sta stretti nella striminzita ombra disegnata dall’edificio che ospita spogliatoi e quant’altro serve per la gestione di un evento sportivo. Il collega genovese, stretto in una giacca color sabbia, nonostante il caldo abbottonata sin sotto la gola, spiega: «Vedi lassù? Sono rocce calcaree. Quello sotto — indicando la pista, ripulita per l’occasione — è terreno argilloso, quindi impermeabile. Dunque l’acqua prima scende, poi, non avendo nessuna via di fuga risale, formando le “fontane”. Da lì il nome Fontanassa».

Read more...

 
 

Osservatorio / Prospettive della figura del Tecnico

Mercoledì 18 Maggio 2022


tecnici 

Per la rinascita post-bellica della FIDAL, Bruno Zauli fece del settore tecnico l’asse portante della nuova Federazione, istituendo categorie e corsi di formazione. E non poteva essere diversamente per la Federazione tecnica per eccellenza.

Luciano Barra


Che la Federazione di atletica sia prevalentemente una Federazione tecnica è un assioma. Come ho già raccontato in un precedente intervento su SportOlimpico questo assioma mi fu inculcato da Giulio Onesti quando – “auscultandomi” in vista della mia nomina a Segretario Generale della FIDAL –, mi disse “ricordati che la FIDAL è una Federazione Tecnica”. Forse aveva paura che dopo la cruenta battaglia del “Rinnovamento” prevalessero logiche politiche. Così comunque non fu.


Read more...

 
 

Duribanchi / Quando l'orrore diventa spettacolo

Martedì 17 Maggio 2022

 

kalush 

“Si può biasimare un popolo che rifiuta di arrendersi? Che è disposto a morire pur di difendere la propria libertà? I nani politici di casa nostra chiedono lo stop alle armi e spiegano in tv che Putin non deve essere umiliato.”

Andrea Bosco

Stavolta è stata l’Europa a dire alla Russia di “andare a farsi fottere”. La vittoria dei Kalush gruppo ucraino all’Eurovision di Torino è stato un messaggio politico da parte delle giurie. Il brano degli ucraini non era musicalmente rilevante. In gara ce n’erano di migliori. Ma far vincere gli ucraini è stata una raccomandata spedita senza ricevuta di ritorno a Putin. Risultato: una giornalista russa ha twittato che “bisognerebbe sganciare bombe su Torino”. Esattamente quello che ogni giorno fanno i sicofanti di Putin: minacciano. “Le isole inglesi”, il mondo occidentale in genere. “Occhio alla bomba” dicono a Mosca.

Read more...

 
 

Piste&Pedane / A Savona per saperne di piu'

Martedì 17 Maggio 2022

 

       latorre-belgrado 


“Alti e bassi hanno accompagnato le prime uscite degli Ori di Tokyo in attesa di vedere all’opera quel Marcell Lamont Jacobs che il mondo ci invidia. Appuntamento fissato per domani alla Fontanassa di Savona”.

Daniele Perboni

Tre chilometri a valle della “Lanca Ayala”, riva vigevanasca del fiume Ticino. Lo splendido cigno maschio allarga minaccioso le ali a difesa della compagna e della covata di uova che si schiuderanno a breve. L’immagine ci riporta alle scalinate dell’Arena napoleonica in quel di Milano. Lunga chiacchierata con chi se ne sta da molti mesi in “trincea” a difendere scelte tecniche, tattiche, strategiche, agonistiche sulla via d’oltremare di Eugene, Campionati iridati, e, di rimando, ma non per nulla secondaria, di quella Monaco bavarese sede dei Campionati Europei.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 1 of 561

Cerca