- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

   Direttore: Gianfranco Colasante    info@sportolimpico.it

Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

I sentieri di Cimbricus / Alla gente bisogna dare cio' che vuole

Lunedì 25 Ottobre 2021


-news-1


Malgrado interventi di illustri chirurghi plastici, lo sport è diventato una miniera generosa per i rotocalchi on line e persino per quelli che si affidano all’obsolescenza del cartaceo.

  

Giorgio Cimbrico

Le cronache del cuore godono di spazi spessi quanto miocardio e pericardio e mobilitano sia coloro che influenzano che quelli che si fanno influenzare, misera traduzione italiana di influencer e di follower, intesi entrambi in numeroso e affollato plurale: Ambra e Max, cronaca di un amore giunto al tramonto; Wanda e Maurito, turbolenze di una coppia spericolata, passata dal palcoscenico di Milano e a quello del Tout Paris.

Read more...

 

Fatti&Misfatti / Dare un senso alle domande

Lunedì 25 Ottobre 2021

 

basket-2020

 
Il grido di dolore del presidente Malagò è solo la preghiera inascoltata da qualsiasi governo, perché il ministero dello sport non è previsto su nessuno scacchiere: ma non ci avevano detto che era il CONI quel ministero?

Oscar Eleni

Dal castello rumeno dove imprigionarono Dracula, al secolo Vlad l’Impalatore. Posto ideale per rifiutare un viaggio a Las Vegas dove da Sotheby’s hanno battuto all’asta per 1 milione e 472 mila dollari le air ship di Michael Jordan del 1984. Poi dicono che uno non deve ribellarsi a certe disuguaglianze. State boni diceva l’imboscato Sordi mentre il soldato Gasmann credeva davvero che il “romano” potesse evitargli il fronte.

 

Read more...

 
 

I sentieri di Cimbricus / I festeggiamenti non finiscono mai

Venerdì 22 Ottobre 2021


     feste

 

Nel nostro segreto e rimpianto universo parallelo, le celebrazioni per i nostri “Magnifici Sette” vanno avanti senza soste e senza limitazioni, mentre non si escludono nuove e clamorose sorprese.

Giorgio Cimbrico

In un universo parallelo un Primo Nebiolo quasi centenario e sempre attivissimo, lontano dallo stereotipo dell’inverno del patriarca, sta promuovendo senza sosta i “Magnifici Sette” di Tokyo. Chissà che quella pesca miracolosa non faccia dischiudere il portone che per lui è sempre stato chiuso, o sbattuto in faccia: al di là di quella barriera c’è la presidenza del CONI. Da quasi tre mesi Primo sta sottoponendo il suo staff a un superlavoro, a un impegno costante, peraltro ben accettato da chi gli sta al fianco.

Read more...

 
 

Osservatorio / Atletica sugli scudi (anche quando perde)

Venerdì 22 Ottobre 2021

 

         jacon-tamberi

 

La scandalosa decisione della WA che per l’atleta dell’anno ha escluso Jacobs e Tamberi, suggerisce una duplice domanda: non ne sanno abbastanza alla WA o è la nostra Federazione ad avere così poca considerazione?

Luciano Barra

Nonostante tutto è bello vedere che l’atletica fa notizia sia quando vince che quando non vince. Questo è il bicchiere mezzo pieno a commento dell’assurda decisione della WA sulla scelta delle 10 nomine per scegliere l’atleta dell’anno. Il bicchiere mezzo vuoto dice che non si può lasciare tale proposta a 5 statistici dell’atletica sparsi nell’orbe terrarum e che forse neanche hanno visto le gare dei Giochi e tutto il resto. E quando dico tutto il resto mi riferisco agli Europei Indoor, alle gare della DL dove Jacobs ha gareggiato, ai due record Europei ed alla finale della DL dove Tamberi ha vinto.

Read more...

 
 

I sentieri di Cimbricus / La breve storia di Edith e Marcel

Martedì 19 Ottobre 2021

 

piaf

 
Per ricordalo, Edith creò l’Hymne à l’amour. Prima, la colonna sonora della loro breve felicità era stata La Vie en rose, macchiata dai petali che lei gli aveva fatto trovare nella stanza d’albergo dopo che lui aveva domato Tony Zale.

Giorgio Cimbrico

I documentari, quelli buoni, sono una fonte di ispirazione o invitano a dare un’occhiata, a rileggere, a provare a migliorare quel che un tempo aveva generato passione, coinvolgimento, commozione. Soprattutto commozione. Ieri mi sono bastati due fotogrammi, tutti e due in bianco e nero: lui sul ring, le braccia basse dopo la fatica; lei con la voce straziante come il clarinetto di Mozart e quegli occhi disperati.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 8 of 526

Cerca