- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

   Direttore: Gianfranco Colasante    info@sportolimpico.it

Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

I sentieri di Cimbricus / Il mondo cambia, ma c'e' chi tiene duro

Martedì 14 Settembre 2021


ricciardo

 

Ormai non è più questione di bandiere (anzi, cresce il numero di coloro che vorrebbero abolirle), se è vero che i tradizionali confini stanno mutando, come le convenzioni e – perché no – le vecchie care certezze.

Giorgio Cimbrico

Nel ’77, venticinquesimo anno del suo accesso al trono, Elisabetta, spettatrice nel box reale, espresse le sue dirette congratulazioni a Virginia Wade: la figlia dell’arcidiacono della Chiesa d’Inghilterra a Durban aveva vinto a Wimbledon, per di più nel centenario della fondazione dei Championships. Quarantacinque anni dopo, la Sovrana ha inviato, in rete, il suo compiacimento per il ritorno al successo di una tennista britannica in un torneo dello Slam, gli US Open.

Read more...

 

Fatti&Misfatti / Nel regno delle magie mediatiche

Lunedì 13 Settembre 2021


tokyo-ferrari

 

In questo tentativo di farsi spazio il basket ancora non sa se Petrucci, che pure viene dalle stesse scuole di Draghi, troverĂ  con Gandini interlocutori per riempire almeno al 50 per cento palazzi costosi che portano in rosso bilanci di societĂ  giĂ  indebitate.

Oscar Eleni

Alla ricerca di denti e memoria per spiegare al colibrì con la gola blu, incontrato sul grande lago salato boliviano di Uyuni, perché il 12 settembre era giorno per un brindisi rievocativo. Nel 1979 Pietro Mennea, correndo nella quarta corsia dell’Azteca di Città del Messico, universiadi, aveva battuto il record mondiale di Tommie Smith sulla stessa pista. L’americano era in terza, come ci ha raccontato Colasante nella sua splendida ricostruzione della storia italiana sui 200. Noi in tribuna, alterati abbastanza per capire gli urli di Minà a cui non passavano il Telegiornale per poter urlare all’Italia del primato.

Read more...

 
 

I sentieri di Cimbricus / L'atletica e’ viva e lotta con noi

Sabato 11 Settembre 2021

 

warholm-tokyo


Chi si preoccupava della mancanza di leadership – meglio: di personaggi da gettare sul mercato della comunicazione globale – dopo questa stagione pandemica dovrà prepararsi ad una rapida e imbarazzata revisione.

Giorgio Cimbrico

Dopo il doloroso capitombolo che quattro anni fa segnò l’addio di Usain Bolt, tuttologi e tuttofagi si domandavano, fingendo sincera preoccupazione, dove sarebbe finita l’atletica, quanto sarebbe durata la crisi da mancanza di leadership, per quanto si sarebbe prolungata la grande depressione, chi sarebbe stato – o se ci sarebbe stato – l’erede del tonitruante giamaicano. I tuttologi (e i tuttofagi) hanno un vantaggio: procedono usando spesso la figura retorica della sineddoche. Traducendo, una parte per il tutto. Gli scenari ampi, ragionati, frutto di analisi non fanno per loro: scrivi il pezzo e scappa.

Read more...

 
 

Osservatorio / Come farsi scippare gli Europei '24 ...

10 Settembre 2021

 

spadafora-giomi 2

… e non rendersene conto. Ci sarebbe da meravigliarsi, se non si conoscessero gli attori, del teatrino dei pupi in onda sul palcoscenico dell’atletica. Ma pare che il futuro incerto e le minacce che incombono sulla rassegna non interessino alcuno.

Luciano Barra

Nei libri di storia le Idi di marzo sono famose e ricordate per l’assassinio di Giulio Cesare. Negli annali dello sport italiano le Idi (o quasi) di settembre andrebbero ricordate per alcune imprese memorabili. Ai primi di settembre del 1934 avvengono a Torino, grazie a due grandi personaggi dello sport italiano, Bruno Zauli e Mario Saini, i primi Campionati Europei di Atletica, rimasti famosi perché per decidere la vittoria dei 100 metri si dovette attendere il giorno dopo perché il fotofinish fu mandato a Milano … per la sviluppo.

Read more...

 
 

Piste&Pedane / Chi prima di Jacobs? Un secolo per un secondo e mezzo

Giovedì 9 Settembre 2021

 

barozzi-1908 

 

Se la vicenda di Lamont Marcell Jacobs è entrata di slancio nel nostro quotidiano, non so quanti sanno chi e cosa c’era stato prima. Questo breve studio dedicato ai record italiani della gara regina, ha la presunzione di voler riscoprire il nostro passato sui 100.

Gianfranco Colasante

Cronologia dei 100 metri italiani 

In un recente post, Giorgio (Cimbrico) mette sull’avviso la confraternita circa l’uso smodato, se non improprio, che si fa oggi delle parole “storia” o “storico” applicati allo sport. Condivido, dal momento che in genere, di “storico”, si finisce poi col trovare solo qualcosa di sentito dire male o di orecchiato peggio. Tanto più che la Storia, quella con l’iniziale maiuscola (penso a Montanelli, tanto per fare un nome a caso), in Italia pare essere stata abolita per decreto. Così convintamente aderisco e, ripromettendomi di non utilizzare il termine “storia” per una vicenda che pure si sviluppa per oltre 110 anni, ricorro a un meno impegnativo “cronologia” per rileggere le pagine un po’ ingiallite della velocità breve in Italia.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 8 of 518

Cerca