- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

  Direttore: Gianfranco Colasante   

Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)





Fatti&Misfatti / Proviamo a ballare al ritmo del Poz

Lunedì 29 Agosto 2022

 

gallinari-22 


“Entrata in scena con le quasi lacrime del generale Pozzecco dopo l’incidente che ha tolto Gallinari dalla Nazionale che vuole sfidare l’Europa proponendo le scelte rischiose, ma coraggiose, di un allenatore che vuole sbalordire”.

Oscar Eleni

Sul lago Wakatitu, nell’Otago neozelandese per sapere da chi custodisce leggende maori se davvero i tutti neri del rugby, battuti in casa dall’Argentina, perdono per aver venduto la maglia allo sponsor, come dice il caro Pagnoni o soltanto perché hanno meno fame di prima. Al capo villaggio portiamo anche uno dei tanti libri del geniale Alessandro Bergonzoni non tanto per sapere se “il male minore è diventato maggiorenne”, se le “Balene restano sedute”, o, magari se ci sono in giro altri alberi della colpa oltre al Melo merito dell’ultima rubrica del bolognese sul Venerdì.

Read more...

 

I sentieri di Cimbricus / Il giovane re che colleziona primati

Sabato 27 Agosto 2022

 

armand-615 


Tra le nove gemme della sua corona, al giovane Armand Duplantis manca curiosamente solo il record olimpico che con 6.03 è proprietà del brasiliano Thiago Braz. Ma riparerà presto, si può crederlo, Parigi è dietro l’angolo.

Giorgio Cimbrico

E’ mancato solo che qualcuno portasse un paio di bottiglie di vino bianco di Sion e un mazzo di carte per rendere rusticamente sublime l’atmosfera della gara in piazza di Losanna. Già così è stata perfetta, ed è il caso di ringraziare SKY, Nicola Roggero e Stefano Baldini per quelle due ore abbondanti, liete e lievi, senza interruzioni pubblicitarie, senza palleggiamenti tra reti dettate dai burocrati di servizio. 

Read more...

 
 

Italian Graffiti / Elezioni: cambiare tutto per non cambiare nulla

Venerdì 26 Agosto 2022

 

cozzoli 


Non un argomento prioritario nei programmi elettorali dei vari schieramenti, quello dello sport, ma con ritorni significativi per milioni di persone. Troppi i soggetti in campo: si può fare qualcosa per razionalizzare?

Gianfranco Colasante

Si può essere o meno d’accordo con Carlo Calenda quando, a proposito dei programmi elettorali, con la consueta sicumera afferma che “sono tutte balle”. Ma è anche vero che si resta un po’ perplessi, limitandosi allo sport e dintorni, nello scorrere le intenzioni di quanti – partiti o coalizioni imposte dal Rosatellum – il prossimo 25 settembre daranno vita al governo post-Draghi. In quelle pagine c’è di tutto e il contrario di tutto, con proposte molto lontane dall’esistente, modulate sulle abituali evocazioni che riempiono il nostro vuoto quotidiano: resilienza, condivisione, partecipazione, sostenibilità.

Read more...

 
 

I sentieri di Cimbricus / Un match da 500 milioni di sterline

Venerdì 26 Gennaio 2022


fury 

C’era una volta il pugilato. Sul ring l’omofobo Fury contro il cosacco Usik, pugili dalle molte sigle: in palio, se si farà, il titolo taroccato dei massimi, grazie anche all’intervento della pay-per-view. Forse.

Giorgio Cimbrico 

Tyson Fury ha dato i sette giorni: “Entro il 1° settembre fatevi vivi con i soldi e così faremo il match. E quando parlo di soldi intendo 500 milioni di sterline. In caso contrario confermo quel che ho già detto: mi ritiro”. E’ parlar chiaro e soprattutto è parlar caro quando di mezzo ci può essere il più grande (???) spettacolo del mondo. 

Read more...

 
 

I sentieri di Cimbricus / Faccio il tifo per Noah Lyles

Martedì 23 Agosto 2022

 

lyles-22 

 

Noi della vecchia confraternita viviamo di queste attese, le sentiamo vibrare e sentiamo estranee le baruffe italiane che finiscono come una rigogliosa erbaccia trovando sempre nuova linfa, infischiandosene della siccità.


Giorgio Cimbrico 

Faccio il tifo per Noah Lyles che è uno che non si nasconde: racconta della sua infanzia povera, della sua adolescenza difficile, del sottoscala dove abitavano, della madre che vendeva cosmetici senza avere un contrato fisso e non aveva i soldi per comprare a lui e a Josephus un paio di scarpe. Noah racconta anche della sua ambizione, della sua volontà di diventare il nuovo primatista del mondo dei 200. E uno può replicare: questo è matto perché 19”19 è un tempo mostruoso, l’ha fatto il Lampo che ora vuole trasformare in marchio pubblicitario la sua posa, la silhoutte che disegnava dopo le vittorie, dopo i record nella saga che appena dietro le nostre spalle.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 7 of 598

Cerca