- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

  Direttore: Gianfranco Colasante   

Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)





Antologia / "Sono vent'anni che sogno di scrivere questo articolo ..."

Sabato 3 Settembre 2022

 

berruti 2


(gfc) Alle ore 18,00 del 3 Settembre 1960, il ventunenne Livio Berruti vinceva la finale olimpica dei 200 metri correndo in 20”5 ed eguagliando il primato mondiale, già pareggiato due ore e un quarto prima riportando la semifinale. Il ricordo e la celebrazione di quell’impresa lontana 62 anni – entrata e saldamente rimasta nel mito dello sport italiano – l’affidiamo a questa pagina di felice sintesi tra atletica "culto dell’uomo" e l’ispirato io narrante di Giôannbrerafucarlo.

Gianni Brera

“Giorgio Oberweger ed io eravamo così amici – lui commissario tecnico della nazionale di atletica e io povero untorello al seguito – che un giorno mi fece arrivare in Cecoslovacchia con il tesserino di Carlo Manara, velocista milanese. In Cecoslovacchia pensavano ancora che molti comunisti si fossero iscritti per avere un alloggio dai russi: poco dopo il nostro incontro a Praga, venne defenestrato il figlio di Benes e questo solo si può dire sugli alloggi dati ai comunisti: che era diventato libero anche quello di Benes figlio.

Read more...

 

Osservatorio / Atletica batte nuoto (almeno in TV)

Sabato 3 Settembre 2022

 

tv


I recenti Campionati Europei – più che i mondiali di Eugene, situati a 9 ore dall’Europa – ci permettono di fare un’analisi seppur sommaria dell’atletica in TV. I dati, più che interessanti, sono sorprendenti e illuminanti.

Luciano Barra

E’ vero che paragonare i dati televisivi è come paragonare risultati conseguiti in diversi epoche storiche e contesti. Ma è anche vero che i moderni sistemi di rilevazione permettono, rispetto al passato (credo che ciò sia possibile solo negli ultimi 20 anni), un’analisi interessante. Anche qui moltissimi sono i fattori che condizionano le varie statistiche. Primo fra tutti il periodo in cui l’avvenimento si svolge. Per gli sport olimpici, nuoto ed atletica in primis, ma anche per gli sport di squadra (vedi ora Pallavolo, Basket e Pallanuoto) i mesi estivi sono sicuramente i più favorevoli. E questo è il fattore più importante per loro, così come per la Nazionale di Calcio lo è il periodo invernale.

Read more...

 
 

Piste&Pedane / I nostri eroi sono stanchi?

Mercoledì 31 Agosto 2022

 

bruni-4.72 


Il meeting di Rovereto orchestrato con maestria da Carlo Giordani non tradisce le attese e, in base ai riscontri tecnici, si colloca al secondo posto in Italia, alle spalle solo del Golden Gala. Ma se anche gli atleti italiani …

Daniele Perboni

Elògio s.m. [dal lat. elogium, che indicò originariamente una breve iscrizione o epitaffio]. Qui non si ha nessuna intenzione di scrivere glorificazioni o iscrizioni funebri. Semplicemente ci piace portare all’attenzione dei soliti quattro gatti (Sì, i lettori si sono trasformati in gatti. Non vi sta bene? Pazienza…) quanto di buono ci sia ancora nel mondo dell’atletica. Ci riferiamo agli organizzatori trentini del Palio Città della Quercia, andato in scena allo stadio di Rovereto martedì 30 agosto.

Read more...

 
 

I sentieri di Cimbricus / "Don’t cry for me, Argentina"

Mercoledì 31 Agosto 2022

 

argentina-all blacks 

Non piangete per l’Argentina, fatele i complimenti. E’ il paese, lontano e vicino, dalla storia tormentata che ha prodotto i campioni e, pazzo e anarcoide com’è, le squadre che hanno inferto zampate su risultati memorabili. 

Giorgio Cimbrico

L’ultimo è quello dei Pumas in Nuova Zelanda, che hanno trasformato la crisi degli All Blacks in un itinerario nel delirio: da padroni a rassegnai incassatori di sconfitte, sei nelle ultime otto partite. E quel che più colpisce, tre in casa, due verde Irlanda e una dei Pumas che nessuno ha mai capito perché si chiamino Pumas, visto che sullo stemma della Uar, Unione Argentina Rugby, c’è un giaguaro. Forse la colpa è di un vecchio giornalista sudafricano, ma la cosa non è chiara e così, affascinante. 

Read more...

 
 

Duribanchi / "A pensare male si fa peccato, ma ..."

Mercoledì 31 Agosto 2022

 

meloni 

“Uno solo che si presenti, dicendo di voler tagliare l’immane debito pubblico che ormai neppure si può scrivere? Quel debito che continua a correre e che ormai “pesa” su ogni neonato per una cifra superiore ai 20 milioni di euro”.

Andrea Bosco

Dal fresco dell’Aprica al caldo sudaticcio di Milano. Vacanze terminate, solite solfe, solite miserie meneghine: i tupamaros di Beppe Sala stanno piazzando altri otto chilometri di ciclabile in via Novara. Aspetto che la piazzino anche da Corso Magenta in Via Vincenzo Monti fino a Piazza Sei Febbraio per appendermi un cartello e andare a protestare in Piazza Scala davanti a Palazzo Marino contro il sindaco velocipedista: l’automobile in città non la uso quasi più. Ma la mia vita è sempre più a rischio tra bici, monopattini, scooters, dehors che hanno invaso i marciapiedi della città.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 6 of 598

Cerca