- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

  Direttore: Gianfranco Colasante   

Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)





Paralimpiadi / Primi bilanci: 11 medaglie per gli azzurri

Martedì 4 settembre 2012

para

 

Sono entrati nel vivo i Giochi Paralimpici che a Londra stanno vivendo la loro definitiva consacrazione. Mai la rassegna aveva registrato tanta partecipazione e, soprattutto, tanto seguito, sia da parte degli spettatori – che spesso fanno registrare il “tutto esaurito” – che dalle coperture televisive e mediatiche. Una svolta per l’intero movimento della disabilità. Lo dicono i numeri, lo conferma l’interesse che circonda le gare. Sono cresciuti i paesi presenti, ma aumenta anche la componente femminile. Dei 4280 partecipanti, oltre il 35% – esattamente 1513 – sono le donne. Nella squadra italiana le donne rappresentano un terzo, con 31 elementi sui 96 presenti. Ma come sempre, c’è anche un rovescio della medaglia, e non dei più edificanti. Come appaiono le rivelazioni uscite in questi giorni sul boosting che verrebbe utilizzato dal 30% degli atleti disabili, para o tetraplegici, con dettagli agghiaccianti sull’aumento artificioso della pressione sanguigna, ben oltre le solite pratiche doping. Un argomento sconvolgente che getta un’ombra lunga sull’intero settore e sul quale sarà bene fare chiarezza al più presto.

Read more...

 

Atletica / I meeting e l'assemblea elettiva

Lunedì 3 settembre 2012

Dopo Londra, il residuo di stagione ha preso ieri le mosse da Padova, terzultimo meeting nazionale in attesa di Rovereto (domani sera) e di Rieti (domenica 9 settembre), salvato quest’ultimo all’ultimo momento da una quasi inevitabile cancellazione. Non sappiamo, a questo proposito, quanto sia costata agli organizzatori la riunione di Padova che ha raccolto all’Euganeo un buon pubblico, come tradizione della città, ma che ha offerto un cast di soli stranieri e con gli italiani contati sulle dita di una mano. Di questi ultimi due nomi soltanto: Fabrizio Donato che, dopo la vittoria in Diamond League, sta spendendo gli ultimi spiccioli, e Libania Grenot che fa il personale sui 200 (22”85). Mentre Donato, a 36 anni, fa progetti, resta tutto da definire il futuro della caraibica di Roma: lontana dal restituire in qualità quanto è stato investito su di lei in fiducia e soldi. L’impressione che per lei il dilemma 200/400 si protrarrà a lungo, se non saranno altri (la direzione tecnica federale, tanto per azzardare?) ad intervenire. Per il resto, poco più del nulla.

Read more...

 
 

Persone / Loro di Londra: Niccolo Campriani

Venerdì 31 agosto 2012

Tra i meno noti al di fuori dei ristretti circoli del tiro a segno, Niccolò Campriani e la sua avveniristica carabina sono tornati da Londra con un oro e un argento: meglio ha saputo fare solo Elisa Di Francisca che di ori ne ha vinti due (tanto che una società di autobus di Iesi, la capitale italiana della scherma, ha voluto dipingere il suo volto sugli autobus della linea Iesi-Ancona: misteri ed entusiasmi della sorprendente provincia italiana). Anche l’infallibile Niccolò a Londra c’è arrivato partendo da un piccolo centro, Sesto Fiorentino. Ma per salire su quel podio che in Italia pochi gli pronosticavano, ha dovuto fare un giro più largo, passando per la Virginia – uno stato cardine nella storia americana – dove se n’era andato a studiare ingegneria alla West University. E un po’ come Di Francisca – che al fioretto affianca cento diversi interessi di vita – anche Campriani, senza volerlo, resta un antipersonaggio, una persona che tiene molto a separare i successi sulla piazzola di tiro dalla riservata razionalità della propria esistenza.

Read more...

 
 

Storia / Paralimpiadi di Londra: un ritorno a casa

Giovedì 30 agosto 2012

“Provate a guardare le stelle nel cielo e non solo la terra sotto i vostri piedi”. Con queste parole Stephen Hawking – il maggior astrofisico del nostro tempo, completamente paralizzato per una atrofia muscolare progressiva (riesce a muovere solo una palpebra), da oltre mezzo secolo su una sedia a rotelle, in grado di esprimersi solo grazie a un sintetizzatore vocale collegato ad un computer – ha dato ieri sera il via alla cerimonia d’apertura della XIV edizione dei Giochi Paralimpici di Londra, ospitati sugli stessi impianti che quindici giorni fa hanno visto gareggiare Bolt e Phelps. E dove da oggi gareggeranno Oscar Pistorius e gli altri 4200 atleti disabili provenienti da 166 nazioni. Questa sua condizione estrema non ha impedito a Hawking, dalla sua cattedra di fisica teorica a Cambridge, la stessa che è stata di Isaac Newton, di formulare la teoria definitiva del Big Bang e di dare una spiegazione al mistero dei “buchi neri” e dell’antimateria.

Read more...

 
 

Paralimpiadi / Domani la cerimonia d'apertura della XIV edizione

Martedì 28 agosto 2012

Domani a Londra la cerimonia d'apertura dei XIV Giochi Paralimpici che si concluderanno il 9 settembre: i numeri delle vigilia dicono 20 discipline sportive, 503 gare che assegnano l’oro, 4280 atleti rappresentanti 166 nazioni. Portabandiera azzurro sarà l’arciere Oscar De Pellegrin, alla sua sesta presenza parolimpica. La partecipazione italiana (capo-delegazione Marco Giunio De Sanctis) si tiene sotto l’egida del Comitato Paralimpico Italiano, presieduto da Luca Pancalli, prossimo candidato alla segreteria del CONI. La squadra italiana sarà la più numerosa di sempre con 97 atleti in 12 delle 20 discipline che compongono il programma: Atletica, Basket in carrozzina, Canottaggio, Ciclismo, Equitazione, Nuoto, Scherma, Tennis in carrozzina, Tennistavolo, Tiro a segno, Tiro con l’arco, Vela.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 531 532 533 534 535 536 537 538 539 540 Next > End >>

Page 537 of 571

Cerca