- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

   Direttore: Gianfranco Colasante    info@sportolimpico.it

Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

Tokyo 2020+1 / (12) Trionfo con doppio primato mondiale

Mercoledì 4 Agosto 2021

 

ganna-1 


Sesto oro e trentesima medaglia per gli azzurri: questo il verdetto della dodicesima giornata olimpica grazie all’irresistibile volata del quartetto dell’inseguimento capitanato da Filippo Ganna.

MEDAGLIE ITALIA - 30 (6 ORO - 9 ARG - 15 BRO)
CLASSIFICA A PUNTI (10-8-6-5-4-3-2-1) - 224 GARE SU 339 (71%)

1. Stati Uniti 933
2. R.P. Cina 742

3. C.O. Russo 597,5

4. Gran Bretagna 559,5

5. Giappone 505,5

6. Australia 415

7. Italia 378

8. Germania 376,5

9. Francia 345

10. Olanda 306,5

 

RED.

I podi di Tokyo e i risultati degli azzurri

E sulla ruota dell’Italia è uscito finalmente il numero 30 portato a casa nell’inseguimento a squadre. Una medaglia già certa dopo le semifinali: nella finale di oggi contro la Danimarca da decidere era solo il colore. Il quartetto azzurro – Simone Consonni, Filippo Ganna, Francesco Lamon e Jonathan Milan –, per i primi tre chilometri in svantaggio, ha raggiunto i danesi che avevano accumulato un vantaggio di 867/1000, e poi li ha staccati di 166 millesimi negli ultimi 500 metri, sotto la spinta dirompente di Ganna che cercava a tutti i costi la rivincita dalla delusione nella cronometro su strada.

Read more...

 

Piste&Pedane / Sugli ostacoli si continua a volare

Mercoledì 4 Agosto 2021

 

400h-donne 


L’esempio del guerriero Karsten pare aver fatto scuola: come sta a dimostrare la battaglia all’ultima falcata per spingere in avanti anche il primato femminile e riscrivere in toto le gerarchie dei 400 ostacoli.

Daniele Perboni

Sveglia all’alba, ancora. Scena già vista però, con qualche particolare che forse fa la differenza. Proviamo a riavvolgere il nastro e riguardare dall’inizio. No, è sempre l’identico copione. In tre sul traguardo, in tre che “stracciano” gli avversari, in tre che, cronometricamente, fanno meglio di ogni altra Olimpiade. Qualcosa ancora non quadra. Concentriamoci meglio, ingrandiamo e mettiamo a fuoco. Finalmente individuiamo la differenza. I soggetti inquadrati sono donne, anche se la distanza è la stessa e quelle barriere sulla pista sono più basse. Solo i colori delle bandiere sono diversi.


Read more...

 
 

Fatti&Misfatti / Le lune dei coiti interrotti

Mercoledì 4 Agosto 2021

 

basket-vsfra 


“Quante chiamate indignate per quei telegiornali che rubavano momenti speciali, gare, facce, emozioni, per stare dietro alle solite omelie, alle marce anti vaccinazione, alle faide per danneggiare, ai comizi nelle spiagge dell’evasione.”

Oscar Eleni

Disperato per aver dovuto rifiutare una cena con Sara Simeoni che sta facendo benissimo nella trasmissione “I signori degli anelli”, in esilio nella valle della luna cilena dove se perdi la dentiera non se ne accorge nessuno perché, come dicono alla NASA, quella desolazione permette di studiare la luna meglio dei Maneskin. Silenzio dove, come cantava Vecchioni che ci ha fatto amare anche la gallina Maddalena capace di sentirsi una faraona, un po’ come il circo mediatico olimpico, questa festa pandemica che rimpolpa palinsesti, fa saltare sul carro chiunque passa, anche chi, troppi professori nel mucchio, nelle scuole, dal liceo all’alberghiero, ha sempre mandato dietro la lavagna chi faceva sport agonistico.

Read more...

 
 

I sentieri di Cimbricus / E adesso che mi rimane da fare?

Mercoledì 4 Agosto 2021

 

warholm-09-21 


La finale dei 400H, la “gara che uccide” come si diceva un tempo, ha scolpito una pagina di storia che splenderà a lungo sui libri di atletica e quel 47”54 da accostare solo all’8.90 di Beamon o al 9”58 di Bolt.

Giorgio Cimbrico

Quando ad Atlanta Michael Johnson passò il traguardo e il tabellone annunciò 19”32, esclamai: “Non sembra neanche un tempo sui 200”. E aggiunsi ai miei vicini di banco che eravamo troppo vecchi per assistere al miglioramento di quel record. Sbagliavo. La stessa sensazione l’ho provata non molte ore fa quando ho letto 45”94 e, se è per questo, subito dopo ho letto anche 46”17 e 46”72.

Read more...

 
 

Tokyo 2020+1 / (11) Spunta dal mare il quinto oro

Martedì 3 Agosto 2021


tita-banti 


Con l’oro di Ruggero Tita e Caterina Banti nel catamarano, 29ª medaglia, superati Londra e Rio. Anche se le squadre deludono, c’è ancora qualche carta da giocare sul tavolo olimpico. In attesa di trasferirsi sui tavoli “politici”.

MEDAGLIE ITALIA - 29 (5 ORO - 9 ARG - 15 BRO)
CLASSIFICA A PUNTI (10-8-6-5-4-3-2-1) - 225 GARE SU 339 (67%)

1. Stati Uniti 878
2. R.P. Cina 733
3. C.O. Russo 571
4. Gran Bretagna 515
5. Giappone 460,5
6. Australia 384
7. Italia 362
8. Germania 351,5
9. Francia 332
10. Olanda 283,6

 

RED.

I podi di Tokyo e i risultati degli azzurri

Quello che t’aspetti. E così è stato. Il catamarano misto di Ruggero Tita e Caterina Banti – il Nacra-17 – ha fatto centro, resistendo anche nella medal race che assegnava le medaglie. Oro doveva essere, ed oro è stato. Il quinto della maxi-spedizione azzurra che intanto può vantarsi d’aver raggiunto e superato la fatidica soglia del successo, quel tondo 28 nel medagliere che resta l’eredità tecnica di Londra e di Rio. In casa CONI – o meglio, nella lussuosa Casa Italia dedicata a Sartre, centro del potere e degli sponsor – si banchetta e si festeggia con continui “trenini” e girotondi. Veramente poco olimpici.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Next > End >>

Page 12 of 512

Cerca