- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

   Direttore: Gianfranco Colasante    info@sportolimpico.it

Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

I sentieri di Cimbricus / Un mondo molto performante

Domenica 5 Settembre 2021

 

nyonsaba 


WA, Why, Athletics? Perché, Atletica? Ma anche IAAF, Impossibile Andare Avanti Fingendo. Giochi di parole innocenti dopo giochi di concetti (scientifici?) che mostrano la corda e una trama sempre più lisa.

Giorgio Cimbrico

Dal loro status le iperandrogine sono avvantaggiate “tout court” e non se corrono nell’aia che va dai 400 ai 1500. A Bruxelles Christine Mboma ha cambiato marcia sul rettilineo, ha dato un buon metro a Shericka Jackson e, con 21”84, per la quarta volta è scesa sotto i 21”90, impresa mai riuscita ad alcuna diciottenne. Più che da Elaine Thompson la minaccia a uno dei fantasmagorici record di Florence Griffith verrà dalla ragazza della Namibia che a Tokyo non ha avuto il permesso di correre i 400 ed è andata sul podio dei 200 in 21”81.

Read more...

 

I sentieri di Cimbricus / "Era sola ambizione, la sua?"

Giovedì 2 Settembre 2021

 

         nebiolo-p 


(gfc) Due parole come premessa. Questo articolo ha una doppia etichetta: come numero progressivo di S.O. porta un tondo 5000 (e fa oltremodo piacere a tutti noi che sia di Giorgio la firma) ed è dedicato a Primo Nebiolo, un uomo che non ho amato negli anni del suo splendore, ma che ancora oggi rimpiango. Io c’ero quella mattina del 1987 quando Primo – entrato nel salone del CONI con la certezza di venire incoronato re – ne uscì stordito e umiliato da una manovra della più bassa e maleodorante politica. Chi orchestrò quel tutto volle che presidente diventasse uno strabordante avvocato milanese che poco o nulla sapeva di sport e che in seguito molto si impegnò per dimostrarlo. Nebiolo aveva tutt’altra statura e natura, pregi pari almeno ai difetti. Ma tanto diverso, che parafrasando proprio l’orazione di Marco Antonio richiamata da Giorgio, credo si possa ancora dire: “Oh, che errore fu quello …”. E, purtroppo, non solo per l’atletica.

Giorgio Cimbrico

Quarant’anni fa, poco prima del via della Coppa del Mondo all’Olimpico dotato di nove corsie, la presa di potere di Primo Nebiolo. Quarto presidente della IAAF, che ora ha accorciato la sigla riducendola a due lettere, WA, dopo uno svedese dal lungo regno, Sigfrid Edström, dopo un aristocratico inglese di antico lignaggio (un avo era stato il segretario di Elisabetta la Grande), campione olimpico e ricco di molti nomi, sintetizzabile in Lord Burghley e dopo un olandese finalista ai Giochi e attivo nella Resistenza durante gli anni oscuri dell’occupazione tedesca dei Paesi Bassi, Adriaan Paulen. Un italiano a governare un mondo anglosassone, nordico. L’uomo può mordere il cane e Primo lo morse.

Read more...

 
 

I sentieri di Cimbricus / Le martellate mondiali di Yuri Sedykh

Mercoledì 1° Settembre 2021

 

             sedikh 


Tra i non pochi limiti storici, discussi o meno, un posto di rilievo lo occupa l’86.74 con cui da 35 anni l’uomo di Rostov ha piantato a suo nome la bandierina del primato mondiale. Vertice di una carriera esemplare.

Giorgio Cimbrico

Quarant’anni dai dieci giorni che sconvolsero il miglio ritmati da Coe-Ovett-Coe, trenta dal duello Powell-Lewis che produsse, dopo quasi un quarto di secolo, il passaggio di consegne di Bob Beamon e due salti – uno legale, uno no – appena oltre quell’incursione nel futuro. A metà strada tra l’uno e l’altro degli anniversari – trentacinque anni appena raggiunti – può esser collocato il ricordo di un altro record che, come quello di Powell, attende ancora di esser migliorato: la martellata a 86.74 di Yuri Sedykh. Curiosamente, la stessa misura di un record mondiale che di anni ne ha compiuti sessanta tre mesi fa: specialità, il giavellotto, autore, Carlo Lievore: luogo, l’Arena di Milano.

Read more...

 
 

Italian Graffiti / L'atletica italiana e' solo un arcipelago

Martedì 31 Agosto 2021


running 2 


E’ trascorso già un mese da quel magico 1° agosto giapponese, quando per qualche ora abbiamo creduto che nulla sarebbe stato più come prima. Una ubriacatura d’entusiasmo dalla quale, purtroppo, ci stiamo riprendendo in fretta.

Gianfranco Colasante

Giorni scorsi, scartabellando tra vecchie carte, m’è capitato tra le mani un ritaglio a firma Giovanni Arpino vecchio di quasi mezzo secolo. Ve lo riporto: “L’atletica è ‘mater et magistra’ di ogni sport. E’ scienza, è uno strumento conoscitivo del limite umano. Merita attenzione e spasimi pari ad infinito rispetto. E’ fatale e in egual tempo sublime”. [La Stampa, 12 luglio 1975]. Come tutti i vecchi, ho la perversa tendenza a credere che la mia epoca, oltre che irripetibile per biechi motivi anagrafici, resti di una valenza un tantino più elevata rispetto a quella che viviamo.

Read more...

 
 

Duribanchi / Aspettando un nuovo uomo del destino

Martedì 31 Agosto 2021

 

vio 


Una escalation di leggi, leggine, provvedimenti hanno reso il Paese non governabile. Da qui il folle parlamentarismo e l’impossibilità per un partito di raggiungere il 51% dei consensi. L’idea centrale è che nessuno debba prevalere.

Andrea Bosco

Ci sto riflettendo. Una sensazione sgradevole che mi sta prendendo. E cioè che il mio Paese si stia avviando, incoscientemente, verso una nuova dittatura. I sintomi ci sono. E l’idea che la storia non si possa ripetere è una idea retorica. La storia non si ripete “eguale”. Ma “simile”, sì: gli esempi sono infiniti. Ha scritto Henry de Montherlant, raffinato controverso intellettuale francese, accusato di “collaborazionismo morale” e anni dopo morto suicida: “I dittatori nascono nelle case dove non si osa dare un ordine alla domestica”. C’è una teoria che quotidianamente si scontra con la pratica. Ci sono risposte che non vengono date. Che si evita di dare. Quesiti troppo scomodi per avere l’attenzione dei media.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 10 of 518

Cerca