- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

  Direttore: Gianfranco Colasante   

Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)





Roma 2024 / Il necessario mea culpa sugli errori della Candidatura

Venerdì 23 Settembre 2016

raggi-coin

di LUCIANO BARRA

Ho volutamente atteso 48 ore prima di scrivere questo articolo. Anche io volevo far sbollire la mia rabbia per come lo sport Italiano è stato trattato dal Sindaco di Roma. Forma, molto spesso, diventa sostanza soprattutto quando si usano, come è stato fatto, motivazioni false e scorrette su cui non mi dilungo. In merito il Presidente del CONI è stato esaustivo e dettagliato. Ho scritto oltre 20 articoli sulla Candidatura di Roma 2024 per sportolimpico ed ho inviato 5 memorie al Presidente del CONI a partire dal Maggio 2013, quindi subito dopo la sua elezione a Presidente. In particolare, il 28 settembre del 2013, mi sono incontrato con Giovanni Malagò e Roberto Fabbricini a cui avevo mandato una memoria di 4 pagine.

Read more...

 

Roma 2024 / Dalla trattoria alle carte bollate: un brutto finale

Giovedì 22 Settembre 2016

raggi-italia

(gfc) Nella bocciatura alla candidatura di Roma ai Giochi del 2024 ci sono tutti gli elementi della commedia all'italiana: il sindaco Raggi che va a farsi un'amatriciana in trattoria per evitare di incontrare Malagò, la minaccia da parte dello stesso di ricorrere ai tribunali per presunto "danno erariale", come nella buona tradizione delle liti di condominio. Un epilogo anticipato dal vice-sindaco Frongia nel suo libro sugli sprechi di Roma. Ci sarà pure un motivo se da decenni all'estero faticano a prenderci sul serio. Resta però un dato: dopo un ventennio di tentativi, si chiude per sempre il canale delle candidature olimpiche. Un bene? Un male?

Read more...

 
 

Roma 2024 / Fine dei Giochi: il definitivo No del Campidoglio

Mercoledì 21 Settembre 2016

raggi-2

di LUCIANO BARRA

Il sindaco Virginia Raggi, in maniera inusuale, ha fermato oggi pomeriggio la corsa di Roma. Come i lettori di sportolimpico sanno bene, in questi ultimi anni ho scritto molto su Roma 2024: favorevole in principio alla Candidatura, ma spesso critico sui vari passaggi. Oggi è un giorno di lutto per lo sport Italiano, non per la sostanza di quanto avvenuto, ma soprattutto per la forma. Ho deciso un momento di silenzio su quanto avvenuto per rispetto verso tutte le persone, molte delle quali conosco molto bene, che a questa vicenda hanno dato l’anima. Ho vissuto questo momento drammatico e conosco il dolore che ognuno di loro sta soffrendo. Ovviamente tornerò nei prossimi giorni in forma meno emozionale e più razionale sulla questione. Grazie ragazzi, comunque.


 
 

Piste&Pedane / In Africa la seconda vita di Pastorini?

Martedì 20 Settembre 2016

pastorini

di DANIELE PERBONI

Gonfia il petto in segno d’orgoglio, il vecchio, quando affronta l’argomento. Si percepisce chiaramente che la soddisfazione gli riempie l’anima di gioia e rende gli occhi lucidi. Alla soglia degli ottant’anni potrebbe imbarcarsi in una nuova avventura. Il vecchio non ha paura, timori, titubanze. E'  preparato da sempre. Troppe volte nella vita ha visto il destino cambiare, in meglio o in peggio. Non ha importanza. L’importante è sentirsi vivo, rendersi utile, lasciare una traccia. Qualcosa per cui è valsa la pena. Il vecchio... Sì, lo sappiamo che il vocabolo non è propriamente politically correct, ma noi lo usiamo in tono confidenziale, affettuoso, come si usava e ancora si usa nelle civiltà contadine.

Pietro Pastorini con Michele Didoni, suo allievo e campione mondiale dei 20 km

Read more...

 
 

Fatti&Misfatti / ParaOlimpiade di Rio: disabile sara' lei, ...

Lunedì 20 Settembre 2016

caironi

di OSCAR ELENI

Da una stazione dell’ignoranza, portando fiori per i reduci dalla paraolimpiade di Rio. Giganti. Quelli che hanno portato medaglie, ma anche tutti gli altri. Sì, certo, per Beatrice Vio, Zanardi, la Caironi, Assunta Legnante qualche brivido in più, ma da Morlacchi in poi è stato un brivido unico. Disabile sarà lei che non vede, che porta i bambini a scuola con l’automobile, che non si ribella ad una scuola senza sport, che manda i “ragazzi” nei centri a pagamento e invece avrebbe il diritto di chiedere al suo Stato di fare qualcosa per tutti. Storie vecchie, ma poi quando arrivano certi eventi ti tornano in mente.

Rio: Martina Caironi vince i 100 m T42 davanti alla tedesca Vanessa Low.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 551 552 553 554 555 556 557 558 559 560 Next > End >>

Page 554 of 690

Cerca