- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

   Direttore: Gianfranco Colasante    info@sportolimpico.it

Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

Sara' Antonio Rossi l'alfiere di Pechino 2008

PDFPrintE-mail

Martedì 24 Giugno 2008    

Non era difficile immaginarlo, tanto che l’avevamo azzardato anche noi. Per Pechino il CONI ha affidato al canoista Antonio Rossi il tricolore da portare a Pechino in rappresentanza dell’intera nazione. Scelta che non si può che condividere: il “Bell’Antonio”, portacolori delle Fiamme Gialle, 40 anni a dicembre, sposato e con due figli, appariva il nome più giusto. A Pechino, come propulsore di un rinnovato K-4 azzurro, disputerà la sua quinta Olimpiade, traguardo al quale arriva con cinque medaglie olimpiche, tre delle quali d’oro.

   

D’altro canto le alternative non erano molte: sulla lista figuravano quelle del nuotatore Max Rosolino e della eternauta Josef Idem, altra canoista di lungo corso che in Cina firmerà la settima Olimpiade (due delle quali, con il cognome Idem-Eichin, sotto i colori della Germania Federale, sua nazione d’origine). Il criterio ispiratore era l’aver riportato il maggior numero di medaglie in edizioni diverse. Anche da questo punto di vista la scelta pare azzeccata. Ma piace soprattutto perché cade su un atleta che prima di tutto è uomo di spessore, immagine positiva dello sport olimpico. Persona gradevole e piacevole d’aspetto, ma di profonda umanità e condivisibile forza morale. E poi non dispiace quel cognome tanto facile da scrivere e da pronunciare. Come il cognome di un vecchio amico, di un compagno di scuola. Resta forse un po’ di delusione per Rosolino, ma anche uno stimolo in più per il nuotatore napoletano a proseguire fino a … Londra 2012.Gli alfieri italiani ai Giochi Olimpici Estivi
1908    Pietro Bragaglia (Ginnastica)
1912    Alberto Braglia (Ginnastica)
1920    Nedo Nadi (Scherma)
1924    Ugo Frigerio (Atletica)
1928    Carlo Galimberti (Pesistica)
1932    Ugo Frigerio (Atletica)
1936    Giulio Gaudini (Scherma)
1948    Giovanni Rocca (Atletica)
1952    Miranda Cicognani (Ginnastica)
1956    Edoardo Mangiarotti (Scherma)
1960    Edoardo Mangiarotti (Scherma)
1964    Giuseppe Delfino (Scherma)
1968    Piero D'Inzeo (Sport equestri)
1972    Abdon Pamich (Atletica)
1976    Klaus Dibiasi (Tuffi)
1980    squadra senza bandiera
1984    Sara Simeoni (Atletica)
1988    Pietro Mennea (Atletica)
1992    Giuseppe Abbagnale (Canottaggio)
1996    Giovanna Trillini (Scherma)
2000    Carlton Myers (Basket)
2004    Jury Chechi (Ginnastica)
2008    Antonio Rossi (Canoa)Le medaglie olimpiche di Antonio Rossi
1992 [7-8] – K-2 500 m, Bronzo, 1’30”00 (con B.Dreossi)
1996 [3-8] – K-2 1000 m, Oro,     3’09”190 (con D.Scarpa)
1996 [4-8] – K-1 500 m, Oro, 1’37”423
2000 [30-9] – K-2 1000 m,     Oro,     3’14”461 (con B.Bonomi)
2004 [27-8] – K-2 1000 m, Argento,     3’19”484 (con B.Bonomi)

 

Cerca