- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

   Direttore: Gianfranco Colasante    info@sportolimpico.it

Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

Assegnato lo scudetto, ma di italiani in campo c’erano solo gli arbitri …

PDFPrintE-mail

Basket
Sabato 14 giugno 2008    

Lo scorso 12 giugno, vincendo per 92-81 la gara-5 di finale, il MontePaschi Siena si è laureato (si fa per dire …) campione d’Italia di basket. Lo scudetto rimane così sulle maglie della società toscana che l’ha vinto tre volte nell’ultimo quinquennio. Fin qui siamo abbastanza nella norma. L’assegnazione del titolo italiano, tra alti e bassi, è evento che si ripete dal lontanissimo 1920. C’è però una nota stonata in tanto tripudio. A guardare bene il tabellino di gara si scopre che di italiani sul parquet senese c’erano solo … gli arbitri. Per la verità, Siena ha fatto giocare anche un italiano, Carraretto, ma per non più di 4 minuti. Ora, direte, in tempi di globalizzazione spinta non è questo risvolto a fare scandalo. Se non fosse che di tanta anomalia i primi a dolersi sono i giocatori della nazionale italiana che, attraverso il loro sindacato, fanno sapere che rifiuteranno le future convocazioni se non verranno tutelati (la nazionale dovrebbe riunirsi il 18 luglio, per le qualificazioni agli Europei). Obiettivi dei giocatori restano la federazione basket e il CONI (il cui attuale presidente, da presidente della FIP, fu il primo ad avviare l’attuale deriva), rei di non sapersi (volersi?) opporre alle crescenti richieste della Lega basket.

   I giocatori puntano il dito contro gli arzigogoli del regolamento, continuamente  modificato, ma sempre a danno degli indigeni. L’ultimo affrettato accordo, benedetto dal CONI,  prevede che fino al 2011 ogni squadra possa schierare 4 extra-comuninari e 2 “naturalizzati”. Il precedente accordo fissava a 6 il numero dei giocatori nati in Italia. A proposito: complimenti a chi ha introdotto il termine assolutorio di “passaportati” per quei giocatori non diversamente tesserabili. Un altro passo in avanti sul fronte della chiarezza. Ma forse sbagliano i giocatori a preoccuparci dell’incerto futuro del basket italiano, se si pensa che all’incontro-scudetto hanno assistito 8000 spettatori per un incasso di 85.000 euro ...
    Vedremo come andrà a finire la faccenda e chi prevarrà nel braccio di ferro tra giocatori, molto determinati, e istituzioni, molto confusionarie. Resta la considerazione che – dopo la fortunosa medaglia d’argento di Atene 2004 – il basket italiano sia di nuovo scomparso dalle competizioni internazionali. A cominciare dalla mancata qualificazione per Pechino 2008. Malgrado la città sia ormai alla bancarotta, c’è ancora chi sogna una candidatura di Roma ad ospitare i “mondiali”: circostanza che consentirebbe alla nazionale di poterli giocare senza la noiosa trafila delle qualificazioni. Ma dopo la presa di posizione dei giocatori ci sarà ancora una nazionale di basket? Intanto la Federazione risponde minacciando fulmini e saette, squalifiche e tagli di stipendi. Una faccenda molto sgradevole che denuncia l’improvvisazione generale e che meriterebbe qualche attenzione da parte del sottosegretario Rocco Crimi, erede della Melandri per la delega governativa allo sport, il quale finora è apparso piuttosto distratto. E che della Melandri pare anche meno fortunato: due anni fa la ministra era sugli spalti di Berlino a sbracciarci per l’Italia campione del mondo; l’on. Crimi s’è visto agli Europei solo per lo 0-3 inflittoci dall’Olanda … Il tabellino della partita decisiva
Siena, 12 giugno (gara-5)
MontePaschi-Lottomatica 92-81
Accanto al nome dei giocatori l’indicazione dei minuti giocati.
MontePaschi Siena: Thornton [Usa] 32, Kaukenas [Ltu] 29, Stonerook [Usa] 28, McIntyre [Usa] 27, Sato [Crc] 23, Lavrinovic [Ltu] 23, Eze [Ngr] 17, Ilievski [Mkd] 13, Ress [Usa/Ita] 4, Carraretto 4. – All.: Simone Pianigiani.
Lottomatica Roma: Hawkins [Usa] 35, Gabini [Arg] 27, Ukic [Cro] 27, Jaaber [Usa] 25, De la Fuente [Esp] 25, Lorbek [Slo] 22, Stefansson [Isl] 19, Fucka [Slo/Ita] 12, Crosariol 6, Tonolli 2. –
All.: Jasmin Repesa.
Arbitri: Facchini, Paternicò, Sahin.
Serie (al meglio di 7). Gara-1: Siena-Roma 85.73; Gara-2: Siena-Roma 95-82; Gara-3: Roma-Siena 72-80; Gara-4: Roma-Siena 84.70. Gara-5: Siena-Roma 92-81.

Грубый, агрессивный "СЗАО Агрофирма 'Крым' Бахчисарайского района АР Крым"импульс этой лабораторной катастрофы, крушение металла и "Силос. Научные основы силосования и факторы влияющие на этот процесс"стекла, продуманное разрушение дорогих и трудоемких "Силосование растений"артефактов совершенно опустошили мою "Силосозбиральні комбайни"голову.

И все же Танатос шел, в "Силосная продуктивность кукурузы в связи со скороспелостью гибридов"мерцании сумрака, и наконец выбрался на "Симптомы и типы болезней растений"равнину.

Вы постарались, чтобы их не было.

Но "Симбионтное пищеварение у кроликов и пути увеличения использования углеводов кормов"бесчисленные войны вместе с безрассудной смелостью воинов "Синдром снижения яйценоскости-76"привели к тому, что человеческая раса едва не "Система ведения растениеводства"вымерла.

Вам предстоит долгий и трудный путь.

Меган приходит "Система ведения хозяйства. Система животноводства"в гости, и мы друг другу нравимся.

 

Cerca