- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

Direttore: Gianfranco Colasante  -  @ Scrivi al direttore -  - 
Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

www.sportolimpico.it

Sochi 2014 / A un anno dai Giochi Invernali, tra ritardi e violenze

PDFPrintE-mail

Lunedì 11 febbraio 2013

sochi-2014 Manca un anno o poco meno alla cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Sochi che si terrĂ  il 7 febbraio 2014. Circostanza, questa, che se proprio non è passata inosservata, non ha fatto clamore alcuno. Eppure motivi di interesse, e di preoccupazione, dovrebbero essercene a iosa. Nel caso di Sochi, le poche notizie che trapelano pongono sotto la lente i costi stratosferici che i russi stanno affrontando, i ritardi difficilmente colmabili nell’approntamento degli impianti, le condizioni di lavoro degli operai arruolati dalle lontane province asiatiche dell’ex-impero sovietico. Almeno a voler stare a quanto denuncia Human Rights Watch (www.hrw.org), organizzazione indipendente che sta monitorando il comportamento delle autoritĂ  russe in questa circostanza. Tutti elementi di preoccupazione che lasciano, di contro, del tutto indifferenti il CIO che si è limitato a celebrare in maniera asettica il rito dei -365 giorni.

Read more...

 

Personaggi / Sessantanni fa moriva il conte Alberto Bonacossa

PDFPrintE-mail

Giovedì 7 febbraio 2013

Quest’anno il mondo dello sport dovrĂ  ricordare il cinquantenario della morte di Bruno Zauli, il creatore dello sport italiano nel dopoguerra e anima vibrante dei Giochi di Roma ’60. Nato ad Ancona nel 1902, Zauli è scomparso a Grosseto, nel dicembre del 1963, mentre inaugurava l’ennesimo Campo Scuola destinato all’atletica leggera. Ma dovrebbe anche ricordare i 60 della scomparsa di un altro illustre dirigente dello sport italiano: il conte Alberto Bonacossa che si era spento dieci anni prima, il 29 gennaio del 1953. Vorremmo sbagliare, ma pare che nessuno – tra quanti avrebbero dovuto – abbia sottolineato tale coincidenza.
Nobiluomo di stampo antico, Bonacossa ha diritto a figurare tra i maggiori protagonisti dello sport del Novecento del quale è stato entusiasta promotore e, soprattutto, generoso mecenate. Cooptato nel CIO nel maggio 1925, è stato il primo italiano a venire eletto nella Commissione Esecutiva nella quale è rimasto dal 1935 al '52.

Read more...

 

CONI / A dieci giorni dal voto: Malago contro tutti

PDFPrintE-mail

Sabato 9 febbraio 2013

malag2 A meno di dieci giorni dall’elezione del presidente del CONI – casualmente fissata al 19 febbraio, come dire una settimana prima delle politiche – Giovanni Malagò ha precisato i termini della sua candidatura che dovrĂ  confrontarsi con le ambizioni dell’attuale segretario (in regime di sospensione dalla carica) Raffaele Pagnozzi. Nell’occasione, cornice il liceo pariolino intitolato al partigiano Manfredi Azzarita, il presidente del CC Aniene ha svelato i nomi della sua “squada” e rivelato il nome del segretario che vorrebbe al suo fianco in caso di vittoria elettorale. Si tratterebbe, neanche a dirlo e solo nelle intenzioni di Malagò, del presidente del CIP Luca Pancalli che ricordiamo sul palco dello Sport-Day di Berlusconi, nel lontano 8 marzo 2001. Una evocazione un po’ strana, specie dopo che lo stesso Pancalli ha da tempo accettata la medesima offerta da parte di Pagnozzi, del quale si dichiara fedele sodale.

Read more...

 
 

Piste&Pedane (2) / Record italiano di Michael Tumi: 6"53 sui 60

PDFPrintE-mail

Mercoledì 6 febbraio 2013

Record nazionale anche per Roberta Bruni (4.51i nell'Asta) - Saltatori in spolvero: Tamberi 2.30i, Chesani 2.28i, Fassinotti 2.27i - Si ferma Howe e Greco riparte da 17.07i

Sotto i riflettori della settimana atletica finisce il 23.enne velocista vicentino Michael Tumi. In una affollata riunione a Magglingen, in Svizzera, il 2 febbraio corre i 60 in 6”53 ottenendo, sia pure per qualche ora, il miglior risultato al mondo sulla distanza (il cubano Yuniel Perez fa poco dopo meglio con 6”51). Si tratta del nuovo primato nazionale che cancella il triplice 6”55 con cui Pierfrancesco Pavoni (1990), Simone Collio (2008) e Fabio Cerutti (2009) si dividevano il precente limite. Tumi – che già in batteria si era migliorato con 6”59 – ha corso praticamente da solo (il secondo è stato cronometrato in 6”69). Da notare che in un primo momento il “crono” era stato letto come 6”54, poi ritoccato. Già quest’anno (19 gennaio, Modena) era sceso a 6”61.

Read more...

 

Tennis / Davis: Fognini porta lItalia ai Quarti dopo 15 anni

PDFPrintE-mail

Lunedì 4 febbraio 2013

A metà tra un’impresa e una sorpresa questa vittoria sugli onesti lavoratori della Croazia che apre all’Italia la strada dei quarti di Coppa Davis. Come non accadeva da quindici anni. Una vittoria per certi versi esaltante, con un gruppo di giovani assemblati con molta fantasia dal CT Corrado Barazzutti il quale difficilmente, alla vigilia, avrebbe scommesso su questo risultato. Almeno a giudicare dalla foga dei festeggiamenti. Ma ormai è andata e, per il secondo turno del World Group, dovremo trasferirci in Canada per affrontare sul veloce una squadra solida (ha fatto fuori un avversario di tutto rispetto come la Spagna, sia pure priva dei suoi migliori, Rafa Nadal in testa), ma non proprio insuperabile.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 Next > End >>

Page 309 of 352

Cerca