- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

   Direttore: Gianfranco Colasante    info@sportolimpico.it

Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

Fatti&Misfatti / Alla ricerca di spezie e di tisane

Lunedì 9 Novembre 2020

 

marino 2 


“Il trenino dello sport sostenuto dalle televisioni avanza, arranca, molti si chiedono quando dovranno chiudere, altri sono già disperati (molti si domandano cosa può spingere un gruppo americano a prendersi la Rometta di Toti).”

Oscar Eleni

Da Waterloo, dove la birra è anche più buona dopo la sconfitta dei Napoleone della storia, alla milanese via Dezza dove abitava Mario Borella, allenatore di basket che adesso è ricordato dal campetto che la città gli ha dedicato. Succede che lo sport abbia riconoscenza. Lui la merita e lo sanno i tantissimi giocatori cresciuti alla sua scuola fra Olimpia e Canottieri Milano. Serve tutto in queste giornate dove non sai davvero se potrai alzarti il giorno dopo, confuso dalla tracotanza degli ignoranti che continuano a confondere, lasciandoci nudi, ma sono gli stessi che ieri speravano nella rielezione di uno come Trump e oggi non sanno come valutare l’elezione di Biden, gli stessi che erano e sono contro papa Francesco e fanno spettacolo con i rosari.

Read more...

 

I sentieri di Cimbricus / Storie di donne e di frontiere: Cathy e Grete

Sabato 7 Novembre 2020

 

freeman 2 


“In quei giorni, che tutti ricordano con nostalgia, la Freeman ebbe l’acqua e il fuoco, l’affetto di un paese in piena brama di espiazione e l’amore di un popolo, quello degli aborigeni perseguitati, il suo”.

Giorgio Cimbrico

Quella sera di vent’anni fa rivive in un documentario di 58’ che l’ABC, la televisione australiana, manderà in onda tra qualche giorno, il 13 novembre. Titolo “Freeman” (l’argomento è chiaro …), girato dalla franco-australiana Laurence Billiet che, parole sue, “quando arrivai a Sydney, ero l’unica tifosa di Marie Josè Perec”. Che quel 25 settembre del 2000 non ebbe una corsia per difendere le due corone sui 400: e quella dei 200 dopo la doppietta di Atlanta.


Read more...

 
 

Fatti&Misfatti / Tempesta di meteoriti sul cielo di Milano

Sabato 7 Novembre 2020

 

messina 2 


“Una Lega slegata ha trovato in giro gente capace di urlare: certe cose si concordano tutti insieme e poi si dicono. Davvero? Cioè se pensi e decidi di far sapere come ti senti a disagio, devi prima interpellare tutto il sistema?”

Oscar Eleni

Torturato alla colonna infame, Milano senza pane, come il povero parrucchiere Gian Giacomo Mora ai tempi della peste del 1630, dal piccolo mondo di imbroglioni spacciati per specialisti, politici, gente che sta dalla parte della gente (ma dai), esercito di bugiardi che nega quello che ha detto il giorno prima, che   accusa gli altri di fare quello per cui lo cercano giudici e poliziotti dal Duomo a Washington.

Read more...

 
 

I sentieri di Cimbricus / L'uomo che torno' dall'inferno

Giovedì 5 Novembre 2020


manchester-u


“A Old Trafford, sotto la tribuna di sud-est, un orologio è fermo all’ora di Monaco. L’ultima ora per otto dei Busby Babes, i ragazzi dello scozzese Matt che sapeva che la tragedia è sempre lì, appollaiata sul primo ramo”.

Giorgio Cimbrico

Si può sfuggire alla tragedia che viene fulminata improvvisa dal caso, non è possibile cavarsela se qualche apparecchiatura, anche minuscola, che governa quella che Enrico V chiamava la nostra povera carcassa si guasta. E’ la storia di Bobby Charlton, 83 anni, perso nelle tenebre sempre più fitte della demenza. Sessantadue anni fa Bobby ebbe il suo inferno e ne uscì.

Read more...

 
 

Duribanchi / "La vita e' come una foglia, verdissima prima, ..."

Martedì 3 Novembre 2020

 

proietti 


“Me la disse con cadenza romanesca. Ebbi l’impressione che citasse, o almeno si ispirasse, a qualche poeta. Forse il Belli, forse Trilussa. Ma forse era proprio sua”.

Andrea Bosco

Un mondo sta sbiadendo: il mio. Settimana difficile dal punto di vista emotivo. Prima Sean Connery, due giorni dopo Gigi Proietti. Volendo anche il visionario Padre Sorge già direttore di Civiltà Cattolica “che voleva riformare” la Democrazia Cristiana. Ho visto Gigi Proietti per la prima volta all’inizio dei Settanta a Milano al Teatro Lirico in scena in “Alleluja brava gente”, commedia musicale di Garinei e Giovannini dove la star era Renato Rascel, ma Proietti faceva più ridere di Renatino. Aveva nei panni di un personaggio dell’Anno Mille una ironia “moderna”.


Read more...

 
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 5 of 440

Cerca