- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

Direttore: Gianfranco Colasante  -  @ Scrivi al direttore -  - 
Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

Piste&Pedane / Personaggi: Il futuro appartiene a Salwa

Sabato 5 Ottobre 2019

 

saiwa ed

 

Determinata, disinvolta, sicura di sè, un fenomeno in assoluto. Forse l’immagine copertina di questa discussa edizione dei Mondiali, pur ricchissima di grandi individualità. Il 48” e poco più sul giro la lancia nella storia.

Carlo Santi

DOHA – Nulla è impossibile per Salwa Eid Naser. Non è, o meglio non sarà impossibile neppure cancellare quel primato dei 400 metri mai avvicinato da nessuna. Parliamo del record di Marita Koch, 47”60 ottenuto nell’ottobre del 1985 a Canberra. Sulla pista del Khalifa Stadium Salwa lo ha dimostrato correndo in 48”14, la finale più folle di questo Mondiale strano, Mondiale nel deserto con poco pubblico se non ieri, ottava giornata dell’evento, con le tribune finalmente piene. Sarà stata la presenza di Mutaz Essa Barshim nella finale del salto in alto oppure un intervento dell’organizzazione locale per spingere dentro un po’ di persone ...

Read more...

 

Piste&Pedane / Personaggi: il sottile Steven che ha battuto l'uragano

Sabato 5 Ottobre 2019

 

gardner 


Più forte della natura. Il ragazzo itinerante arrivato dalle piccole isole Abaco, nelle Bahamas, ha dominato con facilità il “giro” mondiale di Doha, ma il suo vero obiettivo resta la rivincita olimpica di Tokyo.

Daniele Perboni

Settembre 2019. L’uragano “Dorian”, con venti sino a 295 chilometri orari, investe le Bahamas, uno stato insulare corallino formato da oltre 700 isole, a nord di Cuba. Sette miliardi di dollari di danni, 50 morti accertati, migliaia di dispersi e centinaia di migliaia di case distrutte. Davanti a questo tragico scenario chi avrebbe scommesso sulla presenza della squadra bahamense a Doha? Forse nessuno. Tranne i suoi dirigenti che, hanno dichiarato «Non inviare gli atleti ai Mondiali non è mai stata un’opzione». E così è stato.

Read more...

 
 

I sentieri di Cimbricus / ANA, l'acronimo della mistificazione

Venerdì 4 Ottobre 2019 (Notte)

 

lasitskeme-m

 

Atleti senza patria, senza bandiera e senza inno. Solo un acronimo, tanto freddo quanto ipocrita. Forse, come Sean Connery in "Casa Russia", siamo un po' tutti innamorati di quell'affascinante territorio disteso tra Europa e Asia.

 

Giorgio Cimbrico

Autorizzati a gareggiare, non a comparire. Ipocrisia dell’ipocrisia, quello che è stato raccolto dagli ANA non figura nel medagliere. Sono impestati? Sono lebbrosi? Ma nonsono stati quelli che comandano ad ammetterli? Sono degli innocenti in una rodina (patria) piena di reprobi, di colpevoli, di complici, di mimetizzatori, di distruttori di prove. E allora, se sono puliti perché non sono una squadra, perché pur senza bandiera e senza inno, i loro successi non figurano? Quando uno si divertirà a fare i conti delle medaglie e dei punti conquistati dai primi otto, si accorgerà che i conti non tornano.

Read more...

 
 

Piste&Pedane / Serata di gala per l'atletica mondiale

Venerdì 4 Ottobre 2019 (Notte)

 

muhammad


Chi temeva per i riscontri tecnici per le gare iridate in Qatar, può rasserenarsi. La rassegna ha offerto risultati di pregio a raffica. Compresi alcuni sprazzi di azzurro, staffette veloci e un redivivo “Gimbo”. Notte amara invece per Massimo Stano.

Carlo Santi

DOHA (VIII G.) – Notte mundial allo stadio Khalifa finalmente degno dell’evento per pubblico e atmosfera. Tutti pazzi per il ragazzo di casa, Mutaz Essa Barshim, fenomenale protagonista della finale del salto in alto. Barshim, che ha passato gli ultimi mesi a curarsi dall’infortunio patito a luglio 2018, un guaio serio alla caviglia come quello del nostro Tamberi, si è arrampicato fino a 2.37, la misura che i russi Arkimenko (secondo con 2.35) e Ivanyuk (terzo anche lui con 2.35) hanno fallito. Gimbo, invece, non è andato oltre 2.27, quota che lo lascia in ottava posizione. Il campione di casa nostra, in pedana con la sola guancia destra rasata, dopo il primo tentativo, fallito, a 2.30, ha chiesto i 2.33 fallendo le due prove a disposizione.

Read more...

 
 

Fatti&Misfatti / Tormenti senza estasi

Venerdì 4 Ottobre 2019

 

basket-poff 2


“Presto per i processi, non per allarmarsi. Vero che chi ride bene ride per ultimo, ma al momento siamo davvero perplessi. Sugli uomini scelti, per come giocano, non soltanto in attacco.”

Oscar Eleni

Dai labirinti verdi di Poconos, in Pennsylvania, pensando alla festa delle streghe dove crede, teme, di essere invitato speciale. Il genio pontificatori, che utilizza la voce come arma per intontire la gente, ci lascia fuori dal reticolato dove l’illusione di aver ritrovato un’atletica italiana di alto livello sta svanendo nel caldo del Qatar che ridurrà la squadra olimpica rispetto ai 65 portati nel laboratorio più caldo. Purtroppo ai Mondiali, soprattutto quelli soffocanti di Doha, dove tutto fa spettacolo e la mistica della vera atletica presa a calci, hanno chiuso l’aeroporto quando sono stati informati che stava arrivando un tale, verde, giallo, scuro, boh, con il cartello per le campagne elettorali: prima gli italiani. Non al Mondiale hanno detto Coe e gli emiri.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 5 of 366

Cerca