- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

Direttore: Gianfranco Colasante  -  @ Scrivi al direttore -  - 
Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

Pallavolo / Un campionato senza retrocessioni

PDFPrintE-mail

Sabato 6 ottobre 2012

Si apre oggi il campionato (maschile) n. 68 e il volley riparte dalla medaglia di bronzo di Londra 2012 (ma in bilancio va messo anche il titolo europeo juniores). Sul fronte interno le cose vanno meno bene per Carlo Magri, l’eterno presidente che veleggia verso l’ennesima rielezione, ma che si trova a dover fronteggiare difficili equilibri tecnici, specie con la nazionale femminile che dopo Londra si è fermata al capolinea. E come se non bastasse, ecco le esternazioni di Francesca Piccinini sulla gestione azzurra a gettare benzina sul fuoco. L’anteprima del nuovo campionato di A1 è stato il match per la Supercoppa (Modena, 30 settembre) vinta da Macerata su Trento per 3-2. I campioni d’Italia in carica contro i detentori della Coppa Italia: un incontro che finisce col compendiare tutta la pallavolo societaria di oggi. Come detto, il campionato riparte da alcune certezze che suscitano perplessità. Vediamole.

Intanto l’inedito blocco delle retrocessioni, suggerita dalla crisi economica che mostra ripercussioni notevoli su tutto il movimento, crisi responsabile di defezioni in piazze storiche come Roma e Monza, per non parlare di Treviso che da tempo ha chiuso i battenti. Nessuna squadra lombarda ai nastri e fuori tutte le grandi città: sarà il campionato delle provinciali e dei nuovi progetti. Con un aspetto positivo, il rilancio possibile per i giocatori nati in Italia, ma con un’età media dei roster attorno ai 27 anni e mezzo. Poi, l’adozione del pallone in uso nelle competizioni internazionali, Mikasa o Molten che sia, con possibili ripercussioni sugli ace. Infine qualche ritocco anche per i play-off che si agganciano ora alla stagione regolare, con vantaggi in semifinali e finali per le meglio classificate. Infine il ritorno alle 5 gare per la finale.

Queste le 12 squadre:

Altotevere San Giustino – All. Marco Fenoglio
Andreoli Latina – All. Silvano Prandi
Bcc-Nep Castellana Grotte – All. Flavio Gulinelli
Bre Banca Lannutti Cuneo – All. Roberto Piazza
Casa Modena – All. Angelo Lorenzetti
Cmc Ravenna – All. Antonio Babini
Copra Elior Piacenza – All. Luca Monti
Itas Diatec Trentino – All. Radostin Stoytchev
Lube Banca Marche Macerata – All. Alberto Giuliani
Marmi Lanza Verona – All. Bruno Bagnoli
Sir Safety Perugia – All. Slobodan Kovac
Tonno Callipo Vibo Valentia – All. Gianlorenzo Blengini  

Cerca