- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

   Direttore: Gianfranco Colasante    info@sportolimpico.it

Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

Piste&Pedane / Bilanci record (per noi) della stagione 2020

Lunedì 11 Gennaio 2021


fabbri 4


Scorrendo le liste dei primi 50 al mondo, come le ha presentate Track&Field News, si ritrovano 61 italiani, 38 uomini e 23 donne. Non era mai accaduto in precedenza. Ma … la premessa pandemica è d’obbligo.

 

Daniele Perboni

 

Annata agonistica anomala, inconsueta, tormentata, quella appena terminata. Lo abbiamo detto, scritto, urlato e ribadito in ogni dove e in molteplici lingue. Qualcuno lo ha tracciato anche sulla sabbia … Non è servito a nulla. Dopo oltre settantamila morti (solo per stare nella nostra Italietta) rieccoci al punto di partenza. Comunque, proviamo ad essere positivi. Costa poco e, magari, affiora anche qualche traccia di buonumore.

Da pochi giorni Track&Field News ha pubblicato le consuete liste mondiali che presentano qualche sorpresa. Almeno per quanto ci riguarda. Gare e manifestazioni al minimo, con pochi concorrenti. Atleti che nell’anno del “coviddì” han preferito starsene a riposo o cimentarsi in altre discipline. E chi ne ha guadagnato? Noi, nel senso degli atleti italiani, sicuramente. Come da decenni non accadeva.

Scorrendo infatti le graduatorie si scopre che i “nostri”, al limite dei primi cinquanta performer, formano una pattuglia piuttosto apprezzabile. Nulla a che vedere con i colossi di sempre, ma pur sempre uno sprazzo d’azzurro si nota. Fra i primi 50 al mondo troviamo così 38 uomini e 23 donne. Lo stakanovista, anzi “gli” sono Yeman Crippa (presente nel Miglio, 3000 e 5000) e Osama Zoghlami (Miglio, 3000 e Siepi). Il meglio piazzato, naturalmente, risponde al nome di Leo Fabbri: secondo con 21.99, alle spalle dello statunitense Crouser esattamente un metro più avanti (Belgrado, 14 Set). Da notare che qui le migliori dodici prestazioni appartengono tutte all’oro olimpico di Rio 2016.

Qualche curiosità. Nel Miglio e nelle Siepi (uomini) si nota la presenza di ben quattro italiani. Per quanto riguarda la distanza “imperiale” tutto è successo a San Donato Milanese (5 Set), dove Crippa per soli 12 centesimi non ha centrato il record nazionale (3’51”96 di Di Napoli contro 3’52”08). Clamoroso al Cibali, anzi sulle barriere. Forse è dai tempi di Francesco Panetta e compagni che troviamo una così nutrita compagine di “saltafossi” nelle zone nobili. Ma è successo. Rallegriamocene, anche se i tempi non sono proprio così eccelsi.

Nell’asta Claudio Stecchi è presente con il 5.73 indoor di Bordeaux in gennaio, ma in una esibizione in piazza a Chiari (quindi non omologabile) è salito fino a 5.82. Nella maratona donne, dove siamo assenti, si assiste al netto predominio del continente africano, con le rappresentanti etiopi (27) e keniane (11) in larga maggioranza. Nella staffetta del miglio, a riprova dell’anomala stagione, si nota la presenza delle formazioni dell’Esercito (Milani, Cavalleri, Kigbolu, Lukudo) e del CUS Milano Pro Patria (Burattin, S. Troiani, V. Troiani, A. Troiani). Si ripeterà ancora un simile raccolto?

Ma lasciamo spazio a nomi e numeri. Nell’ordine qui di seguito sono elencati: specialità, piazzamento nelle graduatorie mondiali, prestazione, nome e cognome dell’atleta in questione, luogo e data. Nel calcolo del piazzamento sono state considerate anche le gare indoor e i risultati ottenuti in altura, secondo quanto prevede T&FN.

Uomini
100 – (15°) 10”07 Filippo Tortu, Bellinzona 15 Lug; (22°) 10”10. Lamont Marcell Jacobs, Trieste 1° Ago
200 – (13°) 20”35 Eseosa Desalu, Székesfehérvar 19 Ago; (28°) 20”50 Antonio Infantino, La Chaux-de-Fonds 15 Ago
400 – (5°) 45”21 Edoardo Scotti, Roma 17 Set; (7°) 45”31 Davide Re, Savona 16 Lug; (24°) 45”65 Vladimir Aceti, La Chaux-de-Fonds 15 Ago
1500 – (26°) 3’35”26 Yeman Crippa, Rovereto 5 Ago
Miglio – (3°) 3:52.08 Yeman Crippa, San Donato Milanese 5 Set; (19°) 3’56”87 Osama Zoghlami, San Donato Milanese 5 Set; (31°) 3’57”54 Joao Bussotti Neves, San Donato Milanese 5 Set; (38°) 3’57”90 Pietro Riva, San Donato Milanese 5 Set
3000 – (14°) 7’38”27 Yeman Crippa, Roma 17 Set
3000 Siepi – (25) 8’26”22 Ala Zoghlami, Modena 17 Ott; (30°) 8’28”33 Leonardo Feletto, San Biagio di Callalta 13 Set; (45°) 8‘35“05. Ahmed Abdelwahed, Roma 11 Ott; (46°) 8’35”17 Yohanes Chiappinelli, Turku 11 Ago
5000 – (7°) 13’02”26 Yeman Crippa, Ostrava 8 Set
110 ost. – (25°) 13”53 Lorenzo Perini, Padova 29 Ago; (42°) 13”61 Paolo Dal Molin, Monaco 14 Ago
400 ost. – (24°) 49”83 Mario Lambrughi, Padova 30 Ago
Marcia 20 km – (11°) 1h19’58” Matteo Giupponi, Podébrady 10 Ott; (37°) 1h22’11” Federico Tontodonati, Podébrady 10 Ott; (50°) 1h22’31” Stefano Chiesa Podébrady, 10 Ott
Alto – (2°) 2.31i Gianmarco Tamberi, Siena 29 Feb (In coabitazione con altri 7 saltatori).
Asta – (26°) 5.73i Claudio Michel Stecchi, Bordeaux 19 Gen
Lungo – (19°) 8.12 Filippo Randazzo, Savona 16 Lug; (34°) 8.00i Gabriele Chilà, Ancona 22 Feb; (48°) 7.96 Antonino Trio, Palermo 25 Lug
Triplo – (31°) 16.79 Andrea Dallavalle, Padova 30 Ago; (44°) 16.62i Edoardo Accetta, Ancona 23 Feb; (45°) 16.62 Tobia Bocchi, Trieste 1 Ago
Peso – (2°) 21.99 Leonardo Fabbri, Padova 30 Ago
Disco – (42°) 61.87 Giovanni Faloci, Padova 29 Ago
Martello – (37°) 74.13 Simone Falloni, Lucca 23 Feb
Giavellotto – (40°) 79.94 Mauro Fraresso, Castiglione della Pescaia 25 Lug; (43°) 79.78 Roberto Bertolini, Castiglione della Pescaia 25 Lug
Decathlon – (31°) 7655 Dario Dester, Firenze 2 Ago

• Donne
100 – (35ª) 11”30 Anna Bongiorni, Savona 16/7. Vento oltre la norma: 11”29 Dalia Kaddari, Cagliari 25 Lug
800 – (49ª) 2’01”34 Elena Bellò, Szczecin 16 Ago
1000 – (20ª) 2’38”48 Eleonora Vandi, Bruxelles 4 Set
3000 Siepi – (21ª) 9’48”62 Martina Merlo, Espoo 5 Ago; (27ª) 9’50”73 Isabel Mattuzzi, Szczecin 16 Ago
100 ost. – (7ª) 12”79 Luminosa Bogliolo, Turku 11 Ago; (23ª) 13.05 Elisa Maria di Lazzaro, Roma 17/9. Vento oltre la norma: 12”89 Di Lazzaro, Savona 16 Lug
400 ost. – (10ª) 55”40 Ayomide Folorunso, Pavia 8 Ago
4x400 – (18ª) 3’34”80 Esercito, Padova 30 Ago; (19ª) 3’35”06 Cus Milano Pro Patria, Padova 30 Ago
Marcia 20 km – (8ª) 1h28’40” Antonella Palmisano, Podébrady 10 Ott; (38ª) 1h32’05” Valentina Trapletti, Grosseto 26 Gen
Alto – (9ª) 1.96i Elena Vallortigara, Ancona 23 Feb; (11ª) 1.94 Erika Furlani, Rieti 11 Lug; (39ª) 1.90i Alessia Trost, Ancona 23 Feb; (42ª) 1.90i Idea Pieroni, Minsk 26 Feb; (50ª) 1.88i Serena Capponcelli Ancona 23 Feb
Lungo – (6ª) 6.80 Larissa Iapichino, Savona 16 Lug
Triplo – (40ª) 13.84 Veronica Zanon, Grosseto 20 Set
Disco – (28ª) 59.98 Daisy Osakue, Livorno 1 Ago
Martello – (19ª) 70.73 Sara Fantini, Udine 8 Ago
Giavellotto – (45ª) 58.41 Luisa Sinigaglia, Mariano Comense 15 Feb
Eptathlon – (41ª) 5741 Sveva Gerevini, Padova 29/8


 

 

Cerca