- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

Direttore: Gianfranco Colasante  -  @ Scrivi al direttore -  - 
Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

I sentieri di Cimbricus / Se de Gol era francese come Russo'

PDFPrintE-mail

Giovedì 5 Settembre 2019

 

di maio

 

Tutto cambia, e con grande velocità, anche i governi. Non sempre in peggio, quasi mai in meglio. Quel ch'era vero ieri, oggi va cancellato. Per fortuna ciò che resta, e rassicura, è la cultura e la competenza.

 

Giorgio Cimbrico

- Traduca, ministro: the king was smoking.

“Il re era in abito da sera”.

- Mi scusi, non è proprio così. Significa: il re stava fumando.

 â€śMa adesso non si fuma piĂą da nessuna parte. E’ una frase inutile, non serve a niente. Andiamo avanti”.

- Proviamo con una traduzione dall’italiano in inglese: il gatto era sul tavolo.

 â€śA casa mia il gatto sul tavolo non ci sta. E se prova, gli diamo delle mazzate”.

- Ho un’idea, ministro.  Qui sul telefonino ho conservato il filmato della visita di Silvio Berlusconi al ranch di George W. Bush, in Texas. SentirĂ  che pronuncia. L’ex-premier provoca persino i complimenti del presidente americano.

Si concentra, ascolta e prova a ripetere: fridom, democrazy.

- Bene, bene, oggi sta facendo progressi.

“La lezione è finita?”

- Siamo in lieve anticipo, ma direi di sì. Specie se lei è impegnato in compiti istituzionali.

“No, no, vorrei solo riposarmi un poco perché a seguire ho la lezione di francese”.

- Penso che se la starà cavando bene anche con l’idioma di Molière.

“Chi?”

- Molière, al secolo Jean Baptiste Poquelin. Tartufo, sa …


“Da me si mangia la pastiera. E a Pasqua il casatiello”.

- Eccellenti tutti e due, both very, very good.

“Certo che lei pronuncia che è una meraviglia. Dove ha studiato?”

- Prima a casa, a Varese …

“Piemontese, eh?”

- ... e poi a Derby.

“Quando c’era il derby con la Salernitana facevo accomodare i Vip in tribuna”.

- Mi ha accennato la sua segretaria che domani lei parte per un viaggio ufficiale. Ma per riservatezza non mi ha detto per dove.

“Non ho capito bene neanch’io: Berlino, Dublino, Lublino, Pechino. Finisce in ino, di questo sono sicuro”.

Il professore, provando a sorridere: - Una volta c’era anche il Tonchino.

“E i pomodori di Pachino, che dovremo imporre nel mondo, eh, professore?”

- Un programma ambizioso, diceva il generale de Gaulle.

“Questo de Gol era francese come Russò?”.

- Direi di sì ...

 

Cerca