- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

   Direttore: Gianfranco Colasante    info@sportolimpico.it

Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

Europei di Pallanuoto - Fuori dal podio le due squadre azzurre

PDFPrintE-mail

Martedì, 15 Luglio 2008

Tornano senza medaglie le due squadre azzurre dagli Europei di Malaga, prova generale per Pechino. Rimpianto più che delusione per il Setterosa che ha dimostrato gioco e convincimento, ma che nell’incontro per il terzo posto – opposto all’Ungheria – è crollato nel quarto tempo dopo essere stato in vantaggio per 4-1 all’inizio e poi per 5-3 nel terzo tempo. Il risultato finale (9-8 a favore delle magiare, rete decisiva di Pelle su rigore) è stato favorito dall’uscita dall’acqua di Elisa Casanova, fino a quel monento (mancavano 7’ al termine) una vera diga davanti alla porta di Gigli. “Un crollo mentale più che fisico”, è stata l’asciutta sintesi di Maugeri che ha il compito non agevole di difendere l’oro di Atene. Ma che per prima cosa s’è trovato ad asciugare le lacrime delle sue ragazze. L’Italia femminile era salita sempre sul podio nelle ultime sei edizioni continentali. In chiusura il titolo femminile è andato alla Russia che ha superato una inattesa Spagna.

 

Molto piĂą acceso e ricco di intrinseco valore tecnico il torneo maschile. In finale si è assistito a un inedito Montenegro-Serbia, prodotto dagli ultimi accadimenti geo-politici balcanici. Separatisi nel giugno 2006, Montenegro e Serbia si sono ritrovati rivali sul tetto d’Europa. Tre anni fa la Serbia aveva vinto il mondiale inglobando un gran numero di giocatori montenegrini: in acqua così erano 11 i giocatori che si fregiavano della corona di campioni del mondo. Alla fine di due tempi supplementari di una partita troppo intensa per essere bella, hanno prevalso i montenegrini con una rete di Vukcevic. Che fossero degni del titolo europeo i neo-campioni l’avevano dimostrato battendo, sempre per 9-7,  i campioni olimpionici dell’Ungheria nelle eliminatorie (9-7) e i campioni mondiali della Croazia in semifinale. Proprio queste due squadre si sono poi affrontate per la medaglia di bronzo, andata al collo dei magiari per un 15-14 maturato nei supplementari.
    In tanto contesto gli azzurri non hanno sfigurato: per loro un degno quinto posto conquistato ai danni dei tedeschi, dopo che la strada delle semifinali ce l’aveva sbarrata la Croazia della vecchia conoscenza Rudic. Ma si è visto che ancora molto lavoro attende Malara alle prese con difficili scelte e qualche necessario avvicendamento. La strada di Pechino non pare in discesa. Vedremo.28. Campionati Europei Pallanuoto
Malaga, ESP – 4/13 luglio 2008• Uomini
Classifica finale: 1. Montenegro; 2. Serbia; 3. Ungheria; 4. Croazia; 5. Italia; 6. Germania; 7. Spagna; 8. Macedonia; 9. Romania; 10. Russia; 11. Grecia; 12. Slovacchia.
EliminatorieLa squadra italiana:
All.: Paolo Malara.
Fabio Bencivenga, Leonardo Binchi, Alessandro Calcaterra, Maurizio Felugo, Valentino Gallo, Alex Giorgetti, Niccolò Gitto, Andrea Mangiante, Federico Mistrangelo, Christian Presciutti, Leonardo Sottani, Stefano Tempesti, Fabio Violetti. (14°: Alberto Angelini).Eliminatorie
Gr-A – 1. Montenegro 12; 2. Ungheria 12; 3. Croazia 10; 4. Spagna 6; 5. Grecia 4; 6. Slovacchia 0.
Gr-B – 1. Serbia 13; 2. Italia 12; 3. Germania 9; 4. Macedonia 4; 5. Romania 4; 6. Russia 1.
Incontri dell’Italia:
[4-7] Ita-Rus 12-6. [5-7] Ita-Rou 12-7. [6-7] Ita-Ger 12-6. [7-7] Ita-Mkd 11-5. [8-7] Srb-Ita 11-8.Quarti – [9-7] Hun-Ger 14-8; Cro-Ita 8-7.
Semifinali – [9-7] 9°/12° posto: Gre-Rus 4-9; Svk-Rou 6-7. [10-7] 7°/10° posto: Mkd-Rus 13-11; Esp-Rou 9-7. 1°/4° posto: Cro-Mde 7-9; Hun-Srb 7-8 dts.
Finali
[11-7] 11° posto: Gre-Svk 14-8.
[12-7] 9° posto: Rou-Rus 11-6.
[12-7] 7° posto: Esp-Mkd 15-5.
[12-7] 5° posto: Ita-Ger 9-7.
[13-7] 3° posto: Hun-Cro 15-14 dts.
[13-7] 1° posto: Mde-Srb 6-5 dts (5-5).• Donne
Classifica finale: 1. Russia; 2. Spagna; 3. Ungheria; 4. Italia; 5. Olanda; 6. Grecia, 7. Germania; 8. Francia.La squadra italiana:
All.: Mauro Maugeri.
Silvia Bosurgi, Chiara Brancati, Elisa Casanova, Tania Di Mario, Teresa Frassinetti, Elena Gigli, Martina Miceli, Maddalena Musumeci, Francesca Pavan, Cinzia Ragusa, Federica Rocco, Erszebet Valkai, Manuela Zanchi. (14°: Annalisa Bosello). Eliminatorie
Gr-A – 1. Spagna 7; 2. Russia 6; 3. Olanda 4; 4. Germania 0.
Gr-B – 1. Italia 7; 2. Ungheria 5; 3. Grecia 4; 4. Francia 0.
Incontri dell’Italia:
[5-7] Ita-Hun 4-4. [6-7] Ita-Gre 10-9. [7-7] Ita-Fra 18-3.
Quarti – [8-7] Rus-Gre 9-7; Hun-Ned 9-7.
Semifinali – [9-7] Esp-Hun 8-7; Ita-Rus 5-8 (0-2, 0-0, 3-4, 2-2).
Finali
[8-7] 7° posto: Ger-Fra 8-6.
[10-7] 5° posto: Gre-Ned 10-11.
[12-7] 3° posto: Hun-Ita 9-6.
[12-7] 1° posto: Esp-Rus 8-9.

 

Cerca