- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

Direttore: Gianfranco Colasante  -  @ Scrivi al direttore -  - 
Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

I sentieri di Cimbricus / Un messaggio nella bottiglia

PDFPrintE-mail

Lunedì 18 Dicembre 2017

cimbrico 2

di Giorgio Cimbrico

Se avessimo una libbra di carne scavata con lenta e studiata crudeltà dal corpo di tutti coloro che hanno inventato queste puttanate, saremmo con la cella frigorifera ben fornita di ottimi tagli e satolli come Enrico VIII ritratto da Hans Holbein, almeno il doppio in stazza di quando, prima di sposare Caterina d’Aragona, era un eccellente giocatore di royal tennis. A Hampton Court il campo in piastrelle è in funzione e può essere affittato. Settlement agreement, voluntary agreement che rientra nella famiglia del financial fair play: credo che stia a significare bilanci in disordine, con conseguente minaccia da parte degli ordini costituiti.

Quando chiesero a quel buonanima di Orfeo Pianelli cosa avrebbe fatto di tutte le maglie che aveva comprato dopo che il Torino aveva vinto il titolo e si trattava di cucire lo scudetto, rispose: “Al tor i fuma i bal triculur”.

Breakdown ormai dicono quando due squadre di rugby si scontrano e tentano di trovare una breccia. Maci Battaglini sintetizzava meglio: “Vegnime drio”, diceva al primo che gli si affiancava per dargli una mano a sistemare un po’ di avversari.

È un prospetto, dicono deliranti di chi si affaccia e si capisce che (forse) potrà andare lontano, traduzione di prospect. Una promessa, insomma. Il padre di Ottavio Missoni era più severo: “Ti g’ha rivà ultimo”. “Ma papà, era la finale delle Olimpiadi”. “Sì, sì, ma ti g’ha rivà ultimo”.

Mentoring, affiancare un mentore. “Fregna, che vuol dire?”: reazione che sicuramente sarebbe stata offerta da Carlo Vittori che di mentori o di advisor non aveva bisogno.

È un canterano, urlano deliziati. All’Atalanta continuano a lavorare in quel senso e continuano a chiamarlo vivaio, che non so come si dica in bergamasco.  

Africani, di origine africana, afroamericani. “Ed è ancora quel negro che ferma i nostri azzurri”: Nicolò Carosio, a proposito del guardalinee etiope ai Mondiali del ’74.

Silent Cheeking, quando controllano se è il caso di usare il Var. “Non è stato calcio, è stato calci”: Nereo Rocco dopo Santos-Milan, non tanto silent.

Shooting time: il tempo speso per sparare ai cinque bersagli nel biathlon. Tempo di sparo è anche più breve del corrispondente inglese.

La 500 si chiama Young e a occhio ricade nella categoria delle easy, delle cool. Quando c’era la 500, noi young la alimentavamo con 1000 lire di benzina. Era una urban car, ma esisteva anche la versione station wagon: stessi consumi. E stata per anni l’ufficio di quando Mauro Nasciuti e io organizzavamo le corse campestri e le indoor al Palasport. Se si rompeva, niente courtesy car.

Il ticketing via computer, tavoletta, smartphone, e con severe limitazioni per chi vuole andare a vedere una partita in trasferta. Quand’ero bambino, mio padre decideva mezz’ora prima, facevamo la coda al botteghino, lui pagava 600 lire e io niente perché avevo meno di 10 anni. Tutti schiacciati, in piedi, sotto l’acqua: è un altro dei motivi per cui noi vecchi genovesi ci sentiamo inglesi. Non esisteva commissioni di vigilanza e non succedeva mai niente.

Chi legge questo messaggio nella bottiglia, è pregato di segnalarne altre. Io la butto in mare e vediamo quel che succede.

This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it


 

 

Cerca