- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

Direttore: Gianfranco Colasante  -  @ Scrivi al direttore -  - 
Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti:
Librerie on-line oppure
rimesse intestate a
Garage Group Srl  -  Roma
C/C Postale: 001016765412
Accr. Bancario IBAN:
IT19E0760103200001016765412
(spedizione gratuita)

Per informazioni:
info@garagegroup.it
fax 06-23.32.08.416

Mondiali 2017 / Come a Rio, ci tiene a galla il tiro a volo

PDFPrintE-mail

Martedì 12 Settembre 2017

rossi-17 2

(gfc) Otto Mondiali in venti giorni per 65 gare complessive, tenendo conto del solo programma olimpico, distribuite tra Lotta, Canoa sprint, Pugilato, Judo, Ritmica, Tiro a volo, MTB e Nacra-17. Per i nostri colori il bilancio non è esaltante, con 5 medaglie, tre ori, un argento e un  bronzo. Come a Rio, il riscatto arriva dal Tiro a volo con i tre titoli vinti a Mosca dall'esordiente Daniele Resca e dalla ritrovata Jessica Rossi nel Trap (nella foto), e dalla riconferma del giovane campione olimpico Gabriele Rossetti nello Skeet. Poca luce nella nuova specialità Mixed Team del Trap con i favoriti Jessica Rossi e Giovanni Pellielo al 15° posto (preceduti anche dall'altra coppia Alessia Iezzi/Valerio Grazzini, undicesimi).

Per il resto solo un argento nel Judo con Matteo Marconcini (81 kg) e un bronzo, ma con rimpianto, della coppia Ruggero Tita/Caterina Banti nel multiscafo volante Nacra-17. Discorso a parte per la Lotta dove l'italocubano Frank Chamizo ha vinto a Parigi il titolo iridato dello stile libero nei 70 chili, confermando il successo ottenuto due anni fa nei 65 negli Stati Uniti. Ma i 70 non sono gara olimpica, quindi in vista dei Giochi Chamizo, oggi seguito dall'allenatore russo Gaydar Gaydarov e dal suocero Luca Caneva, sarà costretto a salire fino ai 74. Impresa non difficile, visto che già fatica a stare nei 70.

Prossimi Mondiali in calendario, in ordine di data: Tavola RS:X (Enoshima, Jpn, 16/23 settembre); Canoa Slalom (Pau, Fra, 23 settembre/1 ottobre); Ciclismo su strada (Bergen, Nor, 17/24 settembre); Canottaggio (Sarasota-Bradenton, Usa, 24 settembre/1 ottobre) con 14 gare, 7 per genere: rispetto a Rio una in meno per gli uomini (4 senza PL) e una in più per le donne (4 senza). Ma Sarasota, al sud della Florida, si trova in piena emergenza a causa dell'uragano Irma. Vedremo.

Questi i risultati dei Mondiali più recenti in ordine cronologico (il podio e i finalisti italiani tra i primi otto):


LOTTA
UWW World Championships
Parigi, FRA - 21/26 Agosto 2017

Uomini
Stile libero
57 kg - 1. Yuki Takahashi (Jpn) 6-0; 2. Thomas Gilman (Usa); =3. Andrii Yatsenko (Ukr) e Bekhbayar Erdenebat (Mgl).
65 kg - 1. Zarabi Iakobishvili (Geo) 4-1; 2. Magomedmurad Gadzhiev (Pol); =3. Alan Gogaev (Rus) e Alejandro E. Valdes Tobier (Cub).
74 kg - 1. Jordan Burroughs (Usa) 9-6; 2. Khetik Tsabolov (Rus); =3. Soner Demirtas (Tur) e Ali Shabanau (Blr).
86 kg - 1. Hassan A. Yazdanicharati (Iri) 10-0; 2. Boris Makoev (Svk); =3. Vladislav Valiev (Rus) e J'Den Cox (Usa).
97 kg - 1. Kyle Snyder (Usa) 6-5; 2. Abdulrashid Sadulaev (Rus); =3. Aslanbek Alborov (Aze) e Georgii Ketoev (Arm).
125 kg - 1. Geno Petriashvili (Geo) 10-8; 2. Taha Akgul (Tur); =3. Nick Gwiazdowski (Usa) e Levan Berianidze (Arm).

Greco-romana
59 kg - 1. Kenichiro Fumita (Jpn) 2-1; 2. Mirambek Ainagulov (Kaz); =3. Stepan Maryanyan (Rus) e Kim Seung-Hak (Kor).
66 kg - 1. Ryu Hansu (Kor) 2-1; 2. Mateusz L. Bernatek (Pol); =3. Artem Surkov (Rus) e Atanak Yuksel (Tur).
75 kg - 1. Viktor Nemes (Srb) 4-1; 2. Aleksandr Chekhirkin (Rus); =3. Tamas Lorincz (Hun) e Saeid Morad Abdvali (Iri).
85 kg - 1. Metehan Basar (Tur) 2-1; 2. Denis M. Kudla (Ger); =3. Hossein Ahmad Nouri (Iri) e Roberti Kobliashvili (Geo).
98 kg - 1. Artur Aleksanyan (Arm) 3-1; 2. Musa Evloev (Rus); =3. Rezavi Nadareishvili (Geo) e Balasz Kiss (Hun).
130 kg - 1. Riza Kayaalp (Tur) 2-1; 2. Heiki Nabi (Est); =3. Oscar Pino Hinds (Cub) e Yasmani A. Fernandez (Chi).

Donne
Stile libero
48 kg - 1. Yui Susaki (Jpn) 14-4; 2. Emilia Alina Vuc (Rou); =3. Kim Sonhyang (Prk) e Evin Demirhan (Tur).
53 kg - 1. Vanesa Kaladzinskaya (Blr) 8-6; 2. Mayu Mukaida (Jpn); =3. Maria Prevolaraki (Gre) e Roksana Marta Zasina (Pol).
58 kg - 1. Haruna Okuno (Jpn) 5-4; 2. Odunayo Adekuoroye (Ngr); =3. Becka Leathers (Usa) e Iryna Kurachkina (Blr).
63 kg - 1. Orkhon Purevdorj (Mgl) 6-3; 2. Yuliia Tkach (Urk); =3. Valeriia Lazinskaia (Rus) e Jackeline Renteria Castillo (Col).
69 kg - 1. Sara Dosho (Jpn) 3-0; 2. Aline Focken (Ger); =3. Koumba Larroque (Fra) e Han Yue (Chn).
75 kg - 1. Yasemin Adar (Tur) 5-4; 2. Vasilisa Marzaliuk (Blr); =3. Hiroe Suzuki (Jpn) e Justin R. Di Stasio (Can).


CANOA SPRINT
ICF Sprint World Championships
Racice, CZE - 23/27 Agosto 2017

Due medaglie di argento (Carlo Tacchini nella C-1 500 e Susanna Carli/Francesca Genzo nel K-2 200) e una di bronzo (dei fratelli moldavi Sergiu e Nicolae Craciun nella C-2 500) per i canoisti azzurri, ma in gare non olimpiche. Rispetto al programma di Tokyo da segnalare solo il quarto posto di Carlo Tacchini nella Canadese singola 1000. Altri finalisti il duo Santini/Incollingo, sesti nel C-2 1000.  

Uomini
C-1 1000 m - 1. Sebastien Brendel (Ger) 3'50"503; 2. Martin Fuksa (Cze) 3'51"303; 3. Isauqias Queiroz (Bra) 3'52"542; ... 4. Carlo Tacchini 3'53"103.
C-2 1000 m - 1. Peter Kretschmer/Yul Oeltze (Ger) 3'31"613; 2. Serguey Torres/Fernando J. Enriquez (Cub) 3'31"955; 3. Viktor Melantev/Vladislav Chebotar (Rus) 3'33"123; ... 6. Daniele Santini/Luca Incollingo 3'34"823.
K-1 200 m - 1. Liam Heath (Gbr) 33"733; 2. Bence Horvath (Hun) 34"070; 3. Aleksejs Rumjancevs (Lat) 34"439
K-1 1000 m - 1. Tom Liebscher (Ger) 3'27"754; 2. Fernando Pimenta (Por) 3'27"993; 3. Josef Dostal (Cze) 3'28"576.
K-2 1000 m - 1. Milenko Zoric/Marko Tomicevic (Srb) 3'08"647; 2. Peter Gelle/Adam Botek (Svk) 3'10"725; 3. Daniel Havel/Jakub Spicar (Cze) 3'10"853.
K-4 500 m - 1. Germania 1'17"734; 2. Spagna 1'18"371; 3. Rep. Ceca 1'18"729.

Donne
C-1 200 m - 1. Laurence Vincent-Lapointe (Can) 45"478; 2. Olesia Romasenko (Rus) 45"136; 3. Kincso Takacs (Hun) 47"178.
C-2 500 m - 1. Katie Vincent/Laurence Vincent-Lapointe (Can) 1'56"752; 2. Irina Andreeva/Olesia Romasenko (Rus) 1'57"264; 3. Kamila Bobr/Alena Nazfrova (Bul) 1'57"858.
K-1 200 m - 1. Lisa Karrington (Nzl) 38"433; 2. Emma Jorgensen (Den) 38"996; =3. Spela Ponomarenko Janic (Slo) e Milica Starovic (Srb) 39"564.
K-1 500 m - 1. Volha Khudzenka (Blr) 1'48"421; 2. Lisa Carrington (Nzl) 1'48"710; 3. Emma Jorgensen (Den) 1'50"465.
K-2 500 m - 1. Caitlin Ryan/Lisa Carrington (Nzl) 1'38"687; 2. Tina Dietze/Franziska Weber (Ger) 1'40"582; 3. Spela Ponomarenko Janic/Anja Osterman (Slo) 1'40"804.
K-4 500 m - 1. Ungheria 1'29"784; 2. Germania 1'30"084; 3. Nuova Zelanda 1'30"215.


PUGILATO
AIBA World Championships
Amburgo, GER - 25 Agosto / 2 Settembre 2017

Penultimo "mondiale" prima di Tokyo, ancora con 10 categorie, come già a Rio. Ma il CIO ha stabilito che ai Giochi del 2020 si debbano ridurre a 8 per far posto ad altre due categorie femminili (51, 57, 60, 59 e 75 kg). Una delle decisioni più cervellotiche sulla strada della parità di genere. Il torneo di Amburgo è stato dominato dai pugili cubani che hanno riportato cinque ori e due argenti. Poca luce per gli italiani, tra i quali il solo Manuel Cappai ha raggiunto i Quarti, sconfitto però nettamente (5-0) dal cubano Veitia, poi campione della categoria. Miglior pugile del torneo l'ucraino Khyzhniak, campione dei Medi.

46-49 kg (Minimosca) - 1. Joahnys Argilagos (Cub) 3-2; 2. Hasanboy Dusmatov (Uzb); =3. Zhomart Yerzhan (Kaz) e Yurberjen Martinez Rivas (Col).
52 kg (Mosca) - 1. Yosbany Veitia (Cub) 5-0; 2. Jasurbek Latipov (Uzb); =3. Tamir Galanov (Rus) e Kim Inkyu (Kor).
56 kg (Gallo) - 1. Kairat Yeraliyev (Kaz) 3-2; 2. Duke Ragan (Usa); =3. Peter McGrail (Eng) e Gaurav Bindhuri (Ind).
60 kg (Leggeri) - 1. Sofiane Oumiha (Fra) 5-0; 2. Lazaro Alvares Estrada (Cub); =3. Otar Eramosyan (Geo) e Otgondalaj Dorjnyambuu (Mgl).
64 kg - (Superleggeri) 1. Andy Cruz Gomes (Cub) 5-0; 2. Ikboljon Kholdarov (Uzb); =3. Freudis Rojas (Usa) e Hovhannes Bachkov (Arm).
69 kg (Welter) - 1. Shakhram Giyasov (Uzb) 5-0; 2. Roniel Iglesias (Cub); =3. Ablaikhan Zhussupov (Kaz) e Abass Baraou (Ger).
75 kg (Medi) - 1. Oleksandr Khyzhniak (Ukr) 4-0; 2. Abilkhan Amankul (Kaz); =3. Kamran Shakhsuvarly (Aze) e Troy Isley (Usa).
81 kg (Medio Massimi) - 1. Julio La Cruz (Cub) 5-0; 2. Joseph Ward (Irl); =3. Carlos Mina Caicedo (Ecu) e Bektemir Melikuziev (Uzb).
91 kg (Massimi) - 1. Erislandy Savon (Cub) 3-2; 2. Evgeny Tishchenko (Rus); =3. Sanjar Tursonov (Uzb) e Vassily Levit (Kaz).
+91 kg (Supermassimi) - 1. Mahammadrasul Majidov (Aze) 4-1; 2. Kamshybek Kunkabayev (Kaz); =3. Fokou Arsene (Crm) e Joseph Goodall (Aus).


JUDO
IJF World Championships
Budapest, HUN - 28 Agosto / 3 Settembre 2017
Premi (ca. un milione di $): 26,000 $ Oro; 15,000 $ Argento; 8,000 & Bronzo.

Categorie coincidenti col programma di Tokyo, con l'aggiunta della prova a squadre, 3 uomini e 3 donne. Dominio assoluto del Giappone che ha vinto 8 medaglie d'oro, 4 d'argento e una di bronzo. Per gli azzurri l'argento del toscano Matteo Marconcini (quinto a Rio) superato in finale dal tedesco Wieczerak. Deludono Fabio Basile (al rientro agonistico e solo 29° dopo sei mesi trascorsi in Giappone), al secondo turno battuto per penalità proprio dal coreano An Ba-Ul al quale aveva strappato il titolo olimpico di Rio. Fermata al primo turno Odette Giuffrida battuta in 1'50" dalla campionessa olimpica, e mondiale, la kosovara Maljinda Kelmendi.

Uomini
-60 kg - 1. Naohisa Takato (Jpn); 2. Orkhan Safarov (Aze); =3. Diyorbek Ueozboev (Uzb) e Baladbaatar Ganbat (Mgl).
-66 kg - 1. Hifumi Abe (Jpn); 2. Mikhail Puliaev (Rus); =3. Vazha Margvelasvili (Geo) e Tal Flicker (Isr).
-73 kg - 1. Soichi Hashimoto (Jpn); 2. Rustam Orujov (Aze); =3. Obdayar Ganbaatar (Mgl) e An Changrim (Kor).
-81 kg - 1. Alexander Wieczerak (Ger); 2. Matteo Marconcini (Ita); =3. Khasan Khalmurzaev (Rus) e Saeid Mollaei (Iri).
-90 kg - 1. Nemanja Majdov (Srb); 2. Mihael Zgank (Slo); =3. Donghan Gwak (Kor) e Ushangi Margiani (Geo).
-100 kg - 1. Aaron Wolf (Jpn); 2. Varlam Liparteliani (Geo); =3. Elmar Gasimov (Kaz) e Kirill Denisov (Rus).
+100 kg - 1. Teddy Riner (Fra); 2. David Moura (Bra); =3. Tuvshinbayar Naidin (Mgl) e Rafael Silva (Bra).

Donne
-48 kg - 1. Funa Tonaki (Jpn); 2. Urantset Munkhabet (Mgl); =3. Ontgontsetseg Galbadrakh (Kaz) e Ami Kondo (Jpn).
-52 kg - 1. Ai Shishime (Jpn); 2. Natsumi Tsonoda (Jpn); =3. Natalia Kuziutina (Rus) e Erika Miranda (Bra).
-57 kg - 1. Sumiya Dorjsuren (Mgl); 2. Tsukasa Yoshida (Jpn); =3. Nekoda Smythe-Davis (Gbr) e Helene Reveveaux (Fra). 
-63 kg - 1. Clarisse Gbegnenou (Fra); 2. Tina Trstenjak (Slo); =3. Mangunchimeg Baldorj (Mgl) e Agata Ozdoba (Pol).
-70 kg - 1. Chizuru Arai (Jpn); 2. Maria Perez (Pur); =3. Yuri Alvear (Col) e Mari Bernabeu (Esp).
-78 kg - 1. Marya Aguiar (Bra); 2. Mami Umeki (Jpn); =3. Kaliema Antomarchi (Cub) e Natalie Powell (Gbr); ... =7. Assunta Galeone.
+78 kg - 1. Yu Song (Jpn); 2. Sarah Asahina (Jpn); =3. Kim Minjeong (Kor) e Iryna Kindwerska (Aze).

Misti
Mixed team (3U+3D) - 1. Giappone 6-0; 2, Brasile; 3. Francia.


GINNASTICA RITMICA
35. FIG Rhythmic Gymnastic World Championshis
Pesaro - 30 Agosto / 3 Settembre

Dominio russo e un quarto posto delle "Farfalle Azzurre" nella gara olimpica, a soli 25/1000 dal bronzo, giudizio che lascia un po' d'amaro. Appena compensato dalla vittoria nella prova a 5 cerchi, che però a Tokyo non sarà in programma. Si tratta di una squadra giovane e in cerca di esperienza, che conta solo due veterane, Maurelli e Centofanti. Un vero successo il pubblico (sempre oltre 6000 persone all'Adriatic Arena).

All-around - 1. Dina Averina (Rus) 74,700; 2. Arina Averina (Rus) 73.450; 3. Linoy Ashram (Isr) 70,025; ... 8. Alexandra Agiurgiuculese 67,450.
Group (3 palle + 2 funi) - 1. Russia (Anastasia Bliznyuk, Evegnia Levanova, Ksenia Poliakova, Anastasiia Tatareva, Maria Tolkacheva, Maria Kravtsova) 37,700; 2. Bulgaria (Teodora Alekaandrova, Elena Bineva, Simona Dyankova, Madlen Radukanova, Laura Traest) 36,950; 3. Giappone (Mao Kunii, Rie Matsubara, Sayuri Sugimoto, Ayuka Suzuki, Nanami Takenaka, Kiko Yokota) 36.650; ... 4. Italia (Anna Basta, Martina Centofanti, Agnese Duranti, Alessia Maurelli, Martina Santandrea, Beatrice Tornatore) 36,625.


TIRO A VOLO
ISSF Shotgun World Championships
Mosca, RUS - 1/10 Settembre 2017

Primo Mondiale dopo la riforma dei programmi olimpici in vista di Tokyo. Sparito il Double Trap, tradizionale riserva di caccia italiana, sostituito (tra le polemiche e le proteste) da una prova a coppia nel Trap. Comunque dominio azzurro proprio nelle piazzole del Trap con i titoli iridati di Daniele Resca, al suo esordio mondiale, e di Jessica Rossi, per la terza volta sul primo gradino, questa volta ai danni della campionessa olimpica Skinner.

Uomini
Trap - 1. Daniele Resca (Ita) 43/50; 2. Edward Ling (Gbr) 40; 3. Jiri Liptak (Cze) 33/40.
Skeet - 1. Gabriele Rossetti (Ita) 54/60; 2. Vincent Haaga (Ger) 52/60; 3. Georgios Achilleos (Cyp) 42/50; ... 8. Tammaro Cassandro 121/125 (Qlf).

Donne
Trap - 1. Jessica Rossi (Ita) 43/50; 2. Catherine Skinner (Aus) 41/50; 3. Zuzana Rehak Stefecekova (Svk) 32/40.
Skeet - 1. Dania Jo Vizzi (Usa) 54/60; 2. Albina Shakirova (Rus) 52/60; 3. Andri Eleftheriou (Cyp) 43/50; ... 5. Diana Bacosi 24/30.

Misti
Trap Mixed team - 1. Thomas Grice/Penny Smith (Aus) 33-32; 2. Antonio Bailon/Beatriz Martinez (Esp); 3. Derek Haldman/Ashley Carroll (Usa) 41-38.


CICLISMO
UCI MTB World Championships
Cairns, AUS - 6/10 Settembre 2017

Assegnati agli antipodi i titoli iridati di MTB. Al maschile, per i primi due posti si è riprodotto il risultato dei Giochi 2016, con il ceco che ha ridotto lo svantaggio dai 40" ai 7 secondi. Italiani nelle retrovie, con Marco Aurelio Fontana al 21° posto e Eva Lechner al 17°, più o meno gli stessi piazzamenti di Rio.
 
Uomini
Olympic Cross-country (km 31,7) - 1. Nino Schurter (Sui) 1h27'44"; 2. Jaroslav Kulhavy (Cze) +0'07"; 3. Thomas Litscher (Sui) +0'15".

Donne
Olympic Cross-country (km 27,4) - 1. Jolanda Neff (Sui) 1h27'17"; 2. Annie Last (Gbr) +2'23"; 3. Pauline Ferrand Prevot (Fra) +3'04".


VELA
Nacra17 World Championships
La Grande-Motte, FRA - 4/10 Settembre 2017

Medaglia di bronzo di Ruggero Tita e Caterina Banti (scuderia Aniene, a luglio campioni europei a Kiel) nella prima edizione del mondiale Nacra Foiling, il catamarano volante che resta la sola prova mista per i Giochi di Tokyo. In testa dopo nove regate, gli azzurri sono stati costretti al ritiro nella Gold Medal Race, a seguito di una collisione con l'equipaggio spagnolo di Iker Martinez/Olga Maslivets. Se vogliamo, un terzo posto finale va proprio stretto.

Misti
Nacra 17 Foiling - 1. Ben Saxton/Katie Dobson (Gbr); 2. Fernando Echevarri/Tara Pacheco (Esp); 3. Ruggero Tita/Caterina Banti (Ita).  

Cerca