- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

Direttore: Gianfranco Colasante  -  @ Scrivi al direttore -  - 
Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti:
Librerie on-line oppure
rimesse intestate a
Garage Group Srl  -  Roma
C/C Postale: 001016765412
Accr. Bancario IBAN:
IT19E0760103200001016765412
(spedizione gratuita)

Per informazioni:
info@garagegroup.it
fax 06-23.32.08.416

Concorsi d'Arte [1912-1948]

PDFPrintE-mail

Si tennero per la prima volta nel 1912, a Stoccolma, realizzando un progetto che Pierre de Coubertin aveva espresso sin dal 1906, rifacendosi agli esempi provenienti dalla classicitĂ : affiancare alle normali prove sportive espressioni genuine dell'ingegno e della cultura.

L’introduzione dei Concorsi d’Arte non ebbe una gestione semplice, dal momento che in molti, all'interno stesso del CIO. erano decisamente contrari al progetto. In ogni caso, alla fine prevalse la volontĂ  del barone. Così la rassegna olimpica venne estesa fino ad accogliere creazioni artistiche "ispirate alle attivitĂ  sportive", purchè inedite, lavori mai prima esposti o pubblicati.

Sin dalla edizione inaugurale gli artisti italiani ottennero due primi premi: l'uno vinto dal pittore Giovanni Pellegrini con un trittico intitolato "Sport Invernali", il secondo dal compositore partenopeo Riccardo Barthelemy con una "Marcia trionfale olimpica". Nel complesso furono 13 gli artisti italiani a venire insignati di almeno uno delle tre categorie di premi. 

I Concorsi d'Arte furono definitivamente soppressi dopo il 1948. Anche se l'idea di de Coubertin sopravvive in qualche maniera con i Festival artistici e culturali, tra le piĂą seguite delle manifestazioni di contorno ai Giochi moderni.

In un ipotetico medagliere, l'Italia occupa il secondo posto con 14 premi riportati, alla pari con la Francia. Al primo posto figura la Germania che ne ha ottenuti complessivamente 24.


Artisti italiani premiati ai Concorsi d’Arte.

(1.) Primo premio; (2.) Secondo premio; (3.) Terzo premio

Barthélemy, Richard. [1869-1937]. 1912: Musica (1.).
Bianchi, Gabriele [1901-1974]. 1948: Musica, composizione per solista e coro (3.).
Dazzi, Romano [1905-1976]. 1936: Dipinti (2.).
De Bosis, Lauro Adolfo [1901-1931]. 1928: Letteratura, opere drammatiche (2.).
Fattori, Bruno [1891-1985]. 1936: Lirica (2.).
Lauricella, Sergio [1921]. 1948: Musica, composizione strumentale (3.).
Liviabella, Lino [1902-1964]. 1936: Musica, composizione per orchestra (2.).
Mercante, Luciano [1902-1982]. 1936: Medaglie (2.).
Nicolai, Raniero [1893-1958]. 1920: Letteratura (1.).
Pellegrini, Giovanni [?-1947]. 1912: Dipinti (1.).
Riva, Oreste [1860-1936]. 1920: Musica (2.).
Stradone, Giovanni [1911-1981]. 1948: Dipinti (2.).
Stuparich, Giani [1891-1961]. 1948: Letteratura, epica (1.).
Vignoli, Farpi [1907-1997]. 1936: Scultura (1.).

 

Cerca