- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

   Direttore: Gianfranco Colasante    info@sportolimpico.it

Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

Atletica / Diramata la squadra per Rio (con qualche interrogativo)

PDFPrintE-mail

Venerdì 15 Luglio 2016

folorunso

Saranno 36 (forse) gli azzurri dell'atletica a Rio: 15 uomini e 21 donne, tre unità in più di Londra. Nella serata di ieri, forzando un po' la mano, la FIDAL ha diramato l'elenco definitivo, pur con qualche incertezza. Lasciando uno spiraglio per qualche estremo recupero che non appare agevole (possibile solo per Lingua e per la Magnani). Chiuso il capitolo staffetta veloce femminile con una beffa, come avevamo anticipato, sono state sciolte le diverse X presenti sul tavolo. Su tutte quella di Alex Schwazer, rimasto definitivamente appiedato dopo il secondo pronunciamento di WADA e IAAF. In sua vece subentra Matteo Giupponi che - in caso di estremo recupero dell'alto-atesino da parte del TAS di Losanna (improbabile) - potrebbe vedersi dirottato sui 20, distanza al momento scoperta.

Si tratta di una squadra non proprio giovanissima, pur se rafforzata da numerosi contributi dall'Africa e dai Caraibi, con una media superiore ai 30 anni, e quattro atleti oltre i 40 (numeri quasi da ... tiro a volo). Tra questi ultimi spicca il medico aostano Catherine Bertone, la stessa alla quale il CT Magnani aveva ostentatamente sbarrato la porta dopo il 2h30' di Rotterdam, rimasto miglior tempo dell'anno. Dal lato opposto i più giovani riultano due ragazzi d'origine nigeriana: la diciannovenne Ayo Folorunso (nella foto Colombo/Fidal), grande entusiasmo e gioia di vivere contagiosa, concreta speranza degli ostacoli bassi, e il serioso velocista Desalu, sceso a un 20"31 che in Italia non si vedeva dal maggio 2011 ma che andrà confermato.

Il fine settimana dovrà servire a chiarire qualche dubbio di efficienza e di tenuta. E' il caso di Silvano Chesani, che non scende in pedana dalla stagione indoor, e dell'ostacolista Pedroso, infortuna alla caviglia ed operata, che in pista non si vede addirittura dall'agosto dello scorso anno, quando cadde in batteria ai Mondiali di Pechino. Lo stesso capitano Fabrizio Donato, 40 anni da compiere a Rio, non si è ancora visto all'aperto. Sul fronte medaglie, possiamo ragionevolmente fare assegnamento su Gianmarco Tamberi, ormai un vero n. 1 non solo per l'Italia, e la marciatrice Giorgi. L'assenza dei russi (se confermata) potrebbe poi dare una mano, ...


GIOCHI OLIMPICI DI RIO
La squadra italiana (tra parentesi l'età)

Uomini (15)
200 - Desalu (22), Galvan (28), Manenti (27)
400 - Galvan (28)
800 - Benedetti (27)
3000 Sp - Chatbi (32), Floriani (35)
Maratona - La Rosa (31), Meucci (31), Pertile (42)
Marcia 50 km - Caporaso (29), De Luca (35), Giupponi (28)
Alto - Chesani (28), Tamberi (24)
Triplo - Donato (40)

Donne (31)
200 - Hooper (24)
400 - Chigbolu (27), Grenot (33)
800 - Santiusti (32)
10.000 - Inglese (26)
Maratona - Bertone (44), Incerti (36), Straneo (40)
400 ost. - Caravelli (35), Folorunso (20), Pedroso (29)
4x400 - Bazzoni (32), Bonfanti (28), Chigbolu (27), Grenot (33), Milani (29), Spacca (30)
Marcia 20 km - Giorgi (27), Palmisano (25), Rigaudo (36)
Alto - Rossit (22), Trost (23)
Triplo - Derkach (23)

Tutte le schede degli atleti sono consultabili sul menu RIO 2016 (Squadra italiana).

 

Cerca