- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

Direttore: Gianfranco Colasante  -  @ Scrivi al direttore -  - 
Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti:
Librerie on-line oppure
rimesse intestate a
Garage Group Srl  -  Roma
C/C Postale: 001016765412
Accr. Bancario IBAN:
IT19E0760103200001016765412
(spedizione gratuita)

Per informazioni:
info@garagegroup.it
fax 06-23.32.08.416

Milardi

PDFPrintE-mail


ANDREA MILARDI

Si è spento il 24 marzo a Rieti, sua città natale, all'età di 70 anni e dopo lunga malattia, Andrea
Milardi. Dirigente di primo piano nell’atletica leggera, consigliere federale dal 2009 al 2012 dopo essere stato presidente del Comitato Regionale FIDAL Lazio per tre mandati consecutivi (1992-2004). Ha rivestito inoltre nel CONI la carica di vice-presidente del C.R. Lazio e successivamente di Delegato Provinciale. Tecnico specialista di mezzofondo, insegnante di educazione fisica, è stato coordinatore nella Provincia di Rieti fino al 2011, riuscendo a coinvolgere nell’attività sportiva scolastica tutte le scuole del territorio. Nel 1975, al momento dell’uscita di scena dell’ALCO, insieme all’allora coordinatore Raul Guidobaldi, ha fondato l’Atletica Studentesca Reatina con l’intento di valorizzare il lavoro degli insegnanti di educazione fisica, oltre che nei campionati studenteschi, anche nell’attività federale. E’ stato direttore tecnico della società che nel 2015 ha festeggiato i 40 anni di attività e che recentemente aveva messo in bacheca il sesto titolo indoor consecutivo con la squadra maschile. Dopo la camera ardente, allestita nella Sala Consiliare del Comune di Rieti, la cerimonia funebre si è tenuta sabato 26 marzo presso lo stadio Raul Guidobaldi, teatro della sua attività di tecnico. Lascia la moglie Cecilia Molinari, ex-velocista azzurra che lo affiancava nell’opera, e i tre figli Alberto, Maria Chiara e Maria Vittoria.


 

Cerca