- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

Direttore: Gianfranco Colasante  -  @ Scrivi al direttore -  - 
Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

www.sportolimpico.it

Piste&Pedane (7) / Daniele Greco: un 17.70 stellare

PDFPrintE-mail

Domenica 3 marzo 2013

grecoLa prima medaglia d’oro dell’era Giovanni Malagò la regala Daniele Greco che – alle 18,25 di sabato 2 marzo – atterra a 17.70 sulla pedana del triplo di Göteborg. Un motivo di soddisfazione in più per il nuovo presidente del CONI che ha voluto far coincidere la prima uscita all’estero proprio con la rassegna indoor dell’atletica. Un bel gesto. Tornando a Greco, il suo è stato un salto stellare, una pagina di storia, malgrado il giovane saltatore di Galatone, paesone agricolo del profondo Sud, si fosse presentato con una massiccia dose di antinfiammatori per tenere a bada un dolore all’inguine e una forte contusione alla caviglia sinistra. Greco, con i suoi 24 anni festeggiati il giorno prima, più che una certezza rappresenta il futuro di una specialità mai troppo avara con i colori italiani. Per restare alla rassegna continentale al coperto, la sua è la quarta medaglia dopo l’oro del 2009 e l’argento del 2011 di Fabrizio Donato e il bronzo di Paolo Camossi del 2000. In senso più ampio, l’impresa di Göteborg offre nuova linfa a una tradizione di grandi saltatori, dal Beppe Gentile del Messico, allo stesso Camossi, per finire con la gara olimpica di Londra 2012, nel duello Usa-Italia, quando Greco fu quarto alle spalle proprio di Donato, vincitore di un bronzo storico che eguagliava proprio Gentile ’68.

Read more...

 

Elezioni / Sportivi in Parlamento: servono davvero allo sport?

PDFPrintE-mail

Venerdì 1 marzo 2013

Concluse le elezioni e ultimati i conteggi, si va (forse) verso la composizione del nuovo Parlamento che, a sua volta, dovrà dare vita al governo. Tutte cose già scritte, ma sulle quali gravano pesanti incertezze. A cominciare dalla “non-vittoria” del PD di Bersani, la sinistra che si proponeva alla guida stabile del Paese, e l’avanzata appena insufficiente del PDL di Berlusconi, una rimonta alla quale nessuno credeva.Tra mezzo, la sconfitta del premier Mario Monti (l’uomo del “no” a Roma 2020) e, soprattutto, l’uragano Beppe Grillo che minaccia di sparigliare i progetti di tutti. Scenari inquietanti che dovranno trovare una soluzione rapida, ma che appare – se non proprio impossibile – molto complicata. A metà marzo i nuovi eletti si ritroveranno a Roma secondo quanto prevede la Costituzione. Tra i quasi 1000 eletti (una enormità che non ci possiamo permettere) figura la solita numerosa pattuglia di deputati e senatori con stimmate sportive. A chi – e, soprattutto, a cosa – sarà utile la loro presenza?

Read more...

 

CONI / CONI e CONI-Servizi: cercasi soluzioni

PDFPrintE-mail

Lunedì 25 febbraio 2013

Rimetto o mi dimetto? Sembra sia questa la formulazione del problema al Foro Italico dopo la vittoria elettorale di Giovanni Malagò. Così, pressato da ogni dove, Pagnozzi – clamorosamente sconfitto contro tutte le previsioni nella corsa alla presidenza â€“ ha deciso di soprassedere alle dimissioni da AD della CONI-Servizi (la “banca” del CONI, unico azionista il ministero dell’Economia) limitandosi a “rimettere” il mandato nelle mani del ministro Grilli. Sic sempliciter, aggirando sì l’ostacolo, ma non favorendo la migliore sintonia tra CONI e la stessa CONI-Servizi. A nostro parere si poteva fare di meglio, perchĂ© ora – a scanso di sviluppi dell’ultim’ora – resta uno status quo di difficile soluzione, imbarazzante per tutti. Come se ne esce concretamente?

Read more...

 
 

Piste&Pedane (5) / Euroindoor: 42 azzurri ma resta a casa Donato

PDFPrintE-mail

Martedì 26 febbraio 2013

Settimana tranquilla con occhi puntati sugli Europei di Göteborg (1/3 marzo) che chiudono la stagione al coperto. Per un bilancio, parziale certo, ma che può dirsi già indicativo dello scuotimento dal torpore degli ultimi anni. Non tanto per i primati assoluti e di categoria già archiviati, quanto per un generale fervore che si è tradotto in una lievitazione delle presenze in pista. L’atletica d’inverno, in Italia, è stata sempre vissuta come un noioso interludio al quale non ci si poteva sottrarre, Sia per la cronica mancanza di impianti di livello (più o meno siamo ancora a livello del 1970, quando le indoor esordirono da noi sulla rimbalzante pista in legno di Genova), sia per una generale tendenza a saltarle a piè pari. Pare ora, almeno per quanto visto negli ultimi Assoluti, che la tendenza vada invertendosi.

Read more...

 

CONI / Le dimissioni di Pagnozzi e Petrucci dalla CONI Servizi

PDFPrintE-mail

Venerdì 22 febbraio 2013

La notizia era nell’aria e non ha stupito più di tanto che sia arrivata a soli tre giorni dall’elezione di Giovanni Malagò al vertice del CONI. La circostanza che Giovanni Petrucci e Raffaele Pagnozzi, gli sconfitti della tornata elettorale, fossero rispettivamente presidente e amministratore delegato della CONI Servizi SpA – come dire della “cassaforte” del Comitato Olimpico – proponeva l’opportunità di un rapido chiarimento nei rapporti di forza. Chiarimento che oggi è arrivato intorno all’ora di pranzo, sotto forma delle dimissioni rimesse da entrambi nelle mani del ministro dell’Economia Vittorio Grilli. Una decisione saggia che sgombera il campo e rende più agevole il lavoro dei nuovi eletti. Il mandato dei due dimissionari avrebbe avuta la sua scandenza naturale non prima del 30 giugno 2014.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 Next > End >>

Page 308 of 353

Cerca