- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

   Direttore: Gianfranco Colasante    info@sportolimpico.it

Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

Focus / Roma: riflessioni su “impresentabili” ed assenti

Martedì 9 Giugno 2015

 


TENNIS




di LUCIANO BARRA

Le ultime elezioni regionali e lo scandalo FIFA, oltre ad alcuni fatti di casa nostra relativi al mondo del calcio, hanno fatto sì che il termine "impresentabili" diventasse sinonimo di nefandezze e, in taluni casi, anche di peggio. Ma esistono altre tipologie di "impresentabilità" che meritano di essere esplorati. In particolare quelle relative all'assenza dei politici nostrani (mi riferisco al sindaco di Roma, Ignazio Marino, con l'assessore delegato alla candidatura olimpica, Alessandra Cattoi, e al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti) alle maggiori manifestazioni sportive che si svolgono a Roma. Subito dopo gli Internazionali, il presidente della Federtennis, Angelo Binaghi, ha aperto questa porta, chiedendo pubblicamente, con una dichiarazione riportata su tutta la stampa, "Ma esiste un Sindaco?". E si riferive ovviamente a Roma. Le risposte sono state patetiche e banali. Credo che la stessa domanda se la sarebbero potuta porre (aggiungendo il presidente della Regione) anche il neo-presidente degli Sport Equestri, Vittorio Orlandi, per il Concorso di Piazza di Siena, o il presidente della FIDAL, Alfio Giomi, per il Golden Gala, e forse se la porrà anche Paolo Barelli per il Sette Colli della prossima settimana.

Read more...

 

Piste&Pedane (4) / Primi bilanci dopo il Golden Gala

Lunedì 8 Giugno 2015

PICADO


Con il Golden Gala (4 giugno) – quarta prova della Diamond League IAAF (nella foto il triplista Pedro Pablo Pichardo) – si può considerare conclusa la prima parte della stagione italiana. È pur vero che nell’occasione i nostri (pochi) rappresentanti hanno recitato ruoli del tutto secondari, per di più considerando il grosso impegno economico richiesto, quasi calcistico, e che coinvolge più di un soggetto (IAAF, FIDAL, CONI Servizi, TV, sponsor). Un po’ troppo a fronte degli scarsi, se non trascurabili ritorni. I quali dovrebbero soprattutto risiedere nella promozione della disciplina e, quindi, nell’invogliare i più giovani ad avvicinarsi all’atletica. Questo accade? Tutto da dimostrare, e per motivi che muovono dalla mancata progettualità, comune un po’ a tutto lo sport nazionale. Colpa del CONI che non vigila e non stimola? Non sappiamo, ma ad un anno da Rio sarebbe necessario un’analisi seria e un cambio di rotta. Ci si contenta invece di annunci e di manifestazioni esteriori e molto “social” che incidono poco o nulla sul livello tecnico.

Read more...

 
 

Roma 2024 / “Mafia Capitale”, atto secondo: le ricadute sulla candidatura

Sabato 6 Giugno 2015

Campidoglio-2

In questi giorni le prime pagine dei giornali sono tutte per le nauseabonde vicende di “Mafia Capitale”, atto secondo. Avvenimenti che stanno avendo pesanti ricadute sulla ventilata candidatura di Roma ai Giochi Olimpici del 2024. Infatti l’annuncio degli arresti e dei domiciliari per i 44 indagati (seconda tranche), ha fatto rinviare sine die l’annunciato summit in Campidoglio tra centrosinistra e centrodestra per sbloccare lo “stallo” della candidatura e precisare il ruolo del Comune (il quale ultimo proprio in queste ore sta definendo l’entità del suo deficit). L’idea di partenza era di giungere entro giugno a una mozione – il più possibile bipartisan (ma i mal di pancia sono molto diffusi nel palazzo senatorio, e non riguardano solo i Cinquestelle, decisamente contrari) – a sostegno di Roma 2024. Candidatura che resta, anche nelle sue linee generali, tutta da definire. Per ora, secondo una diffusa tendenza, siamo ancora agli annunci: non sono noti neppure i margini economici dell’operazione e, soprattutto, quali e in quale misura saranno al riguardo i soggetti coinvolti.

Read more...

 
 

Focus / Federazioni Internazionali: lato debole del Movimento Olimpico

Lunedì 1° Giugno 2015

 


blatter





LUCIANO BARRA


Il “vaso di Pandora” si è aperto. Nel corso della mia esperienza sportiva ho avuto la fortuna di sedere dalle diverse rive del fiume: più a lungo come dirigente di Federazione Internazionale (IAAF/ASOIF/EAA), ma anche come dirigente di Comitato Olimpico (CONI) e come dirigente Olimpico (CIO, Comitati di Candidatura e Comitati Organizzatori Giochi Olimpici). Oggi, mi dispiace dirlo da questa privilegiata posizione, le Federazioni Internazionali si stanno dimostrando per certi aspetti il punto debole del Movimento Olimpico. Ovviamente non si può generalizzare e i recenti casi non devono far pensare che tutte le Federazioni Internazionali siano nella situazione della FIFA. Anzi, ho avuto modo di conoscere moltissimi presidenti di Federazioni Internazionali e, nella maggioranza dei casi, si tratta di dirigenti onesti e appassionati. Ma come ha scritto molto bene Aligi Pontani nella sua rubrica “Tempo Scaduto” di Repubblica riferendosi alla FIFA (ma i suoi commenti possono essere estesi a tutte le Federazioni Internazionali, anche se nessuna ha la forza economica della FIFA): “le Federazioni Internazionali sono nelle mani di un pugno di uomini selezionati e sono un circolo chiuso che non deve rispondere a nessuna autorità nazionale. Anzi hanno fissato da decenni paletti sempre più stretti per garantire la propria autonomia da governi: le intrusioni, anche negli organismi direttivi delle singole federazioni nazionali associate, non sono tollerate, pena la sospensione immediata”.

Read more...

 
 

Giochi 2024 / Le possibilita' di Roma non passano dal Colosseo

Lunedì 25 Maggio 2015

colosseo-1

LUCIANO BARRA

La visita del presidente del CIO Thomas Bach a Roma, in occasione della consegna del premio Onesti, si è risolta proprio in un bello spot per la candidatura della città ai Giochi del 2024. L'incontro con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la visita alla sede del Comitato Promotore della candidatura e l'incontro con tutta la gerarchia della politica romana - Zingaretti (Regione) e Marino (Comune) - e dello sport italiano - Malagò, Carraro, Pescante e Montezemolo - ha permesso a Bach di sottolineare lo spirito unitario che ci sarebbe dietro Roma 2024, a livello istituzionale e dirigenziale. Può sembrare una banalità, ma non lo è proprio. Infatti, all'estero, l'Italia è nota per le sue divisioni interne. Una fama che ha permesso a Rudyard Kipling, nel suo riassunto caratteriale dei popoli, di poter dire: "Un italiano? Un bel tipo. Due italiani? Un litigio. Tre italiani? Tre partiti politici." Ora si tratterà di verificare, alla prova dei fatti, la vera unità di intenti.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 Next > End >>

Page 333 of 416

Cerca