- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

Direttore: Gianfranco Colasante  -  @ Scrivi al direttore -  - 
Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

Sochi 2014 / Arrivano i "Giochi senza frontiera" ...

Martedì 5 Luglio 2011

 

Active ImageIl CIO ha colpito di nuovo. Quello che non ti aspetti: nel corso della 123. Sessione tenuta a Durban, in Sud Africa, per Sochi 2014 ha ora introdotto anche il bizzarro Slopestyle, una specialità che arriva direttamente dagli X-Games americani e che prevede esibizioni e piroette tra improbabili ostacoli artificiali. Uno sport (?) estremo certamente più adatto a un baraccone di luna-park che a una manifestazione olimpica. Così, nella prossima edizione invernale, vedremo anche lo Ski Slopestyle, lo Snowboard Slopestyle e, ancora per lo Snowboard, lo Slalom speciale parallelo, ovviamente il tutto aperto sia agli uomini che alle donne.

 

Read more...

 

Taekwondo / Sarmiento stacca il biglietto per Londra

Lunedì 4 Luglio 2011
I primi azzurri ad essersi qualificati, nominativamente, per i Giochi di Londra sono due rappresentanti di sport di combattimento. Infatti, con il terzo posto ottenuto negli -80 kg nel torneo mondiale tenuto al Sarhadchi Center di Baku, torneo che rilasciava tre "passi" per ciascuna delle otto categorie previste, Mauro Sarmiento ha staccato il biglietto olimpico raggiungendo il pugile Clemente Russo, già qualificato nella categoria dei Massimi. Caporalmaggiore dell'Esercito, nativo di Casoria, all'esordio olimpico Sarmiento aveva vinto la medaglia d'argento ai Giochi di Pechino. Poi, tra Mondiali ed Europei, non era più riuscito a ripetersi, fermandosi sempre prima dei turni finali. In Azerbagian, pur con qualche rimpianto, ha gettato ora le premesse per potersi rifare a Londra. Al torneo hanno preso parte rappresentanti di 109 nazioni, quattro atleti al massimo per nazione.

Read more...

 
 

Atletica / Howe: dopo 300 giorni rinuncia a saltare, ma ...

Giovedì 30 Giugno 2011 

Se pure ce ne fosse stato bisogno, i riscontri scaturiti dai Campionati Assoluti di Torino hanno ribadito che la nostra atletica Ã¨ da tempo retrocessa in Serie B, e per di più veleggia a metà classifica. Una considerazione che deriva non tanto dalla modestia dei risultati tecnici, quanto da quel senso di rinuncia, di svogliatezza generale, percepita in uno stadio desolatamente vuoto (quasi una beffa averlo intitolato a Primo Nebiolo che gli stadi sapeva riempirli oltre la capienza ...).Cerchiano di capire, anche con uno sguardo all'indietro. Sono trascorsi due quadrienni olimpici da quando Arese (con una maggioranza bulgara ...) veniva eletto alla presidenza della FIDAL. Correva l'anno 2004, proprio quando ai Mondiali Juniores di Grosseto esplodeva la classe di un ambizioso giovanotto californiano cresciuto a Rieti, un certo Andrew Howe

Read more...

 
 

Pallanuoto / La Serbia ci batte e va a Londra

Mercoledì 29 Giugno 2011

 Non ce l'ha fatta l'Italia di Sandro Campagna a battere una grande Serbia nella finale della World League 2011 disputata a Firenze. Alla fine la differenza nel punteggio (ma non nel gioco) l'ha fatta una rete del mancino di casa nostra (Pro Recco) Filipovic a 2'43" dalla sirena: 8 a 7 il risultato finale. Qualche recriminazione per la palla del pareggio capitata a Gallo a 10" dalla conclusione, ma il cui tiro ha trovato sulla sua strada un gigantesco Soro. In dieci edizioni della WL i maschi erano saliti solo un'altra volta sul podio, col secondo posto ottenuto nel 2003.

 

Read more...

 
 

Open Water / Italiani padroni della distanza olimpica

Giovedì, 22 Luglio 2010Active Image

Se rivincita doveva essere, per Valerio Cleri quella offerta dal mondiale in acque aperte nel Quebec è stata la più soddisfacente. Rivincita che il caimano di Palestrina ha saputo cogliere nel migliore dei modi, piegando nell’ultimo tratto la resistenza dei due russi Drattsev e Dyatchin. Per di più sulla distanza dei 10 chilometri, la sola che ha il crisma di gara olimpica. Quella stessa che l’aveva visto ad un beffardo quarto posto sia a Pechino 2008 che nel mare di Ostia per i mondiali romani del 2009 (quando, però, aveva saputo imporsi nei 25 chilometri, gara che nelle acque canadesi gli è sfuggita per una bracciata). Era, questa, l’ultima edizione disputata al di fuori della più completa rassegna iridata: prossimi impegni sono ora le qualificazioni olimpiche in programma l’anno prossimo a Shanghai che spianeranno la strada per Londra 2012.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 Next > End >>

Page 314 of 326

Cerca