- reset +

Giornale di attualita' storia e documentazione sullo Sport Olimpico in Italia

   Direttore: Gianfranco Colasante    info@sportolimpico.it

Gianfranco Colasante
BRUNO ZAULI
“Il più colto uomo di sport”

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-90-91661-8
Pag. 500  -  Euro: 20,00




Gianfranco Colasante
MITI E STORIE DEL GIORNALISMO SPORTIVO
La stampa sportiva italiana
dall’ Ottocento al Fascismo
(le oltre 400 testate dimenticate)

GARAGE GROUP SRL - ROMA
ISBN 978-88-909166-0-1
Pag. 352  -  Euro: 20,00




Per acquisti ed informazioni:
info@sportolimpico.it
info@garagegroup.it
Fax : 06.233208416
(Spedizione gratuita)

FuoriOnda / Di Francisca: Iesi e la scherma sempre ai vertici

Giovedì 11 Agosto 2016

di francisca

di FIAMMETTA SCIMONELLI

Mentre gli atleti azzurri sparano e vincono la medaglia d’argento nel Double trap con Marco Innocenti, trentasettenne campione di Prato, battuto in finale da Fehaid Aldehani degli atleti olimpici indipendenti, la nobile scherma non è da meno. Il merito è di Elisa Di Francisca che se non ha ripetuto il trionfo di Londra nel fioretto individuale si è battuta con onore contro Inna Deriglazova ,guidata dal nostro Stefano Cerioni, ormai da anni allenatore della squadra russa. Ma, nonostante l’incoraggiamento costante di Giovanna Trillini, per la prima volta ai Giochi da allenatrice, si è dovuta accontentare della medaglia d’argento, perdendo l’incontro per una sola stoccata.

Read more...

 

Giornalismo / Quando un titolo infelice diventa virale

Mercoledì 10 Agosto 2016

arco-2016

(gfc) Una storia estiva, tipicamente italiana. Un titolo disinvolto di QS, il dorso sportivo del Resto del Carlino, è diventato il tormentone del momento, riflesso dall'anonimato del social fino a diventare virale, come si dice. La vicenda è fin troppo nota. "Il trio delle cicciottelle sfiora il miracolo olimpico", sostanzialmente non irridente, ma percepito come tale, il titolo dell'articolo che si riferiva alle ragazzine dell'arco azzurro - Lucilla Boari, Claudia Mandia e Guendalina Sartori -, un coraggioso terzetto che a Rio ha sfiorato un'impresa storica, passando nel giro di pochi minuti dallo splendore della (sicura) medaglia d'argento alla disperazione di quella di legno. Causa una freccia distratta finita sul tre: sarebbe bastato poco di più per la finale olimpica, sia pure contro le inarrivabili coreane.

Read more...

 
 

FuoriOnda / Federica, la bandiera dello sport azzurro

Mercoledì 10 Agosto 2016

fede-rio

di FIAMMETTA SCIMONELLI

Come si fa a non aver fede quando in vasca scende Federica Pellegrini? Come si fa a non guardare la finale olimpica dei 200 stile libero, anche se per colpa del fuso orario sei tutta addormentata, quando la nostra bella e grande campionessa vi partecipa con il terzo tempo? Impossibile. E allora a soffrire per poco meno di due minuti, ma che sembra un tempo eterno, quasi cercando di aiutarla nel suo sforzo terribile, anche se sappiamo che tocca solo a lei regalare allo sport italiano e a sé stessa, un’altra impresa. Ci ha sempre abituato alle irresistibili rimonte negli ultimi 50 metri, portandoci via il respiro: ma questa volta a Rio non è riuscita a trovare la forza di farlo, non ripetendo neppure il tempo della semifinale e alla fine della gara non sapeva neppure lei perché.

Read more...

 
 

DiaRio (4) / Nella notte di Phelps, Federica sfiora il miracolo

Mercoledì 10 Agosto 2016

phelps-2

Nella notte della grande impresa di Federica Pellegrini - un quarto posto che deve inorgoglire lei e lo sport italiano - il mondo celebra Michael Phelps che all'Aquatic Stadium scrive il suo nome ancora più in alto nella storia vincendo la sua ventunesima medaglia d'oro. Tornato alle gare da papà dopo un ritiro che non aveva convinto, alla quinta presenza olimpica ha chiuso con due medaglie d'oro in 70 minuti, superando il sudafricano Chad le Close nei 200 farfalla e chiudendo da trionfatore la più veloce 4x200 della storia. La finale di Fede ("mi sono mancate le forze negli ultimi 50, e non capisco perchè") era il piatto forte della giornata per gli azzurri che per la prima volta restano a secco.

MEDAGLIERE
(aggiornato alla conclusione della 4. Giornata)

 Nazioni                   ORO   ARG   BRO   Totali 
 STATI UNITI 9 8 9 26
 R.P. CINA 8 3 6 17
 UNGHERIA 4 1 1 6
 AUSTRALIA 4 0 5 9
 FED. RUSSA 3 6 3 12
 ITALIA 3 4 2 9
 COREA DEL SUD 3 2 1 6
 GIAPPONE 3  1 10 14
 FRANCIA 2 3 1 6
 THAILANDIA 2 1 1 4

Seguono 14 nazioni con 1 medaglia d'oro

Read more...

 
 

FuoriOnda / Storie di Olimpia: la fede di Del Potro ed il campione

Martedì 9 Agosto 2016

del proto-1

di FIAMMETTA SCIMONELLI

Juan Martin del Potro, gigante argentino del tennis, ha sconfitto al primo turno in due set conclusi entrambi al tie-break, dopo oltre due ore di gioco , Novak Djokovic, numero uno del ranking mondiale. E il campione serbo, che sulla fierezza, talvolta perfino fastidiosa, imposta tutto il suo stile, è uscito con le lacrime agli occhi, frustrato e incredulo di aver perduto ancora una volta e così presto l’occasione tanto pensata e desiderata. Era già successo a Londra 2012, quella volta nell’incontro per la medaglia di bronzo, sempre contro del Potro. E ormai, punito nell’orgoglio e scarico per la delusione, Nole Djokovic, in coppia con Nedad Zimonijc, ha perso anche il doppio in due set contro il binomio brasiliano Mercelo Melo e Bruno Soares, lasciando definitivamente l’Olimpiade.

Read more...

 
 
<< Start < Prev 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 Next > End >>

Page 292 of 416

Cerca